Prosegue l'inchiesta aperta dalla Procura di Trani

Morte Fedele Tarantini, indagati due figli. I legali della famiglia: «È stato un incidente»

Al momento sono tre le persone iscritte nel registro degli indagati

Cronaca
Corato venerdì 14 agosto 2020
di La Redazione
Tribunale di Trani
Tribunale di Trani © n.c.

Prosegue l'inchiesta aperta dalla Procura di Trani per fare luce sulla morte di Fedele Tarantini, ex tenente della polizia locale e presidente del Ser Corato, deceduto il 26 luglio scorso nell'ospedale di Andria in seguito a un incidente domestico avvenuto cinque giorni prima.

Secondo quanto emerso dalle prime testimonianze, Tarantini sarebbe stato travolto da un veicolo in manovra in retromarcia sulla rampa del garage della sua abitazione.

Dell'accaduto si è assunta la responsabilità la compagna della vittima, la quale si sarebbe accorta solo all'ultimo momento della presenza dell'uomo nelle vicinanze del mezzo. Ma nei racconti di chi ha prestato i primi soccorsi ci sarebbero alcuni elementi ritenuti discordanti tra loro.

Nelle scorse ore è stato spontaneamente consegnato agli inquirenti l'hard disk dell'impianto di videosorveglianza dell'abitazione di Tarantini (che in un primo momento non era stato ritrovato) in cui potrebbero essere registrate le immagini dell'accaduto. Il dispositivo - il cui sequestro è stato convalidato oggi - risulta danneggiato, ma i tecnici della polizia sono al lavoro per provare ad estrapolare comunque le immagini.

Al momento sono tre le persone iscritte nel registro degli indagati: la compagna di Tarantini per omicidio e due suoi figli (una avuta dal primo matrimonio e l'altro dall'unione con la stessa compagna) per favoreggiamento.

«Gli indagati saranno sentiti dai magistrati nei prossimi giorni» affermano i difensori Michele Quinto e Michele Musci. «Possiamo escludere in maniera categorica che si tratti di omicidio volontario, è stato solo un incidente».

Accertamenti sono stati compiuti anche su un'auto sequestrata, mentre sul viale dell'abitazione è stata effettuata la prova del luminol per verificare la presenza di tracce di sangue. Nei giorni scorsi sul cadavere dell'ex ufficiale è stata anche eseguita l'autopsia.

Lascia il tuo commento
commenti