Operai al lavoro

Finisce l'era delle palme: rimossi gli ultimi esemplari da corso Mazzini

Alcune palme erano state rimosse già nell'aprile scorso, altre sono collassate qualche settimana fa, mentre le ultime due sono state rimosse in virtù del prossimo progetto di riqualificazione urbana

Attualità
Corato martedì 02 novembre 2021
di La Redazione
Finisce l'era delle palme: rimossi gli ultimi esemplari da corso Mazzini
Finisce l'era delle palme: rimossi gli ultimi esemplari da corso Mazzini © Comune di Corato

Operai al lavoro questa mattina per rimuovere le ultime palme presenti su corso Mazzini. Si tratta di interventi previsti dalla determinazione dirigenziale n. 109 del 30 marzo 2021 e dovuti all'ammaloramento delle piante attaccate, irreversibilmente, dal punteruolo rosso. Alcune palme erano state rimosse già nell'aprile scorso, altre sono collassate qualche settimana fa, mentre le ultime due sono state rimosse in virtù del prossimo progetto di riqualificazione urbana che prevede, al loro posto, la piantumazione di nuove e idonee essenze. Con la rimozione degli ultimi esemplari, quindi, dopo 14 anni cambia il colpo d'occhio della zona di basolato che si affaccia su Palazzo di città. Nel settembre scorso la giunta comunale ha deliberato anche l'eliminazione delle palme e delle fioriere presenti su via Duomo da oltre 15 anni.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pier Luigi ha scritto il 03 novembre 2021 alle 08:02 :

    Speriamo che si piantino altri lecci, in continuità col verde del resto del Corso. Rispondi a Pier Luigi

  • Fc ha scritto il 03 novembre 2021 alle 06:55 :

    Il prossimo progetto di riqualificazione ? Cos’è un segreto. La mancata decisione di nuova piantumazione ci porterà ad aspettare anni o sarà prima che arrivi la stagione estiva. Rispondi a Fc

  • Mony_21 ha scritto il 02 novembre 2021 alle 19:37 :

    Speriamo che i prossimi alberi abbiano miglior sorte Rispondi a Mony_21

  • Ba pep da corato ha scritto il 02 novembre 2021 alle 18:51 :

    Mi raccomando alla piantagione alberi con il fittone cosi il pavimento non si solleva. O il leccio o la roverella Rispondi a Ba pep da corato

    saponetta ha scritto il 03 novembre 2021 alle 12:52 :

    ti piace il fittone, he? ... piace anche a me, ma tra queste meglio le sempreverdi, per una questione di pulizia. anche il tèrmite non sarebbe male ... comunque W il fittone! Rispondi a saponetta

    Ba Pep da corato ha scritto il 03 novembre 2021 alle 16:36 :

    Buonasera scusami per termiti alludi all'albero di ulivo di bitetto Rispondi a Ba Pep da corato

  • nerdrum ha scritto il 02 novembre 2021 alle 17:21 :

    finalmente. hammamet è così lontana. Rispondi a nerdrum

  • Cataldo di Corato ha scritto il 02 novembre 2021 alle 16:51 :

    FINALMENTE, era ora, EVVIVA !!! 👏👏👏 Rispondi a Cataldo di Corato

  • tonico ha scritto il 02 novembre 2021 alle 16:28 :

    Spero che siano sostituite con altre querce in modo da completare la caratteristica di corso Mazzini. Rispondi a tonico

  • Victor ha scritto il 02 novembre 2021 alle 16:21 :

    Giusto per dovere di cronaca,come pianta autoctone andrebbe bene il Cactus?? Così qualcuno sarà contento... Comunque mi sembra di ricordare che le palme le ho viste in tutte le località Italiane. È non solo Miami Beach. Rispondi a Victor

  • Angelo R. ha scritto il 02 novembre 2021 alle 16:04 :

    Finalmente, belle da vedere ma oramai non troppo! Al loro posto alberi della nostra terra Rispondi a Angelo R.

  • Adri ha scritto il 02 novembre 2021 alle 15:39 :

    Erano orribili, ormai da diversi anni malconce e pericolose. Credo siano state spese ingenti somme di denaro per piantarle, avrebbero potuto impiegarli meglio quei soldi. Rispondi a Adri

  • Mario ha scritto il 02 novembre 2021 alle 13:38 :

    Era ora Rispondi a Mario

  • saponetta ha scritto il 02 novembre 2021 alle 12:51 :

    se posso sommessamente dire la mia ... quelle palme, esemplari di piante non certo autoctone, anche belle, vistose, arredanti, comunque destinate ad una fine ingloriosa, perchè comprate e piantate già in tempi sospetti di "punteruolo rosso", a meno che non fossero sottoposte ad una terapia fitosanitaria intensiva e costante, vale a dire come comprare un calciatore costoso che già sai che lo devi tenere sempre in clinica altrimenti quello non ti gioca nemmeno una partita ... vedo in paesi limitrofi che l'adozione di specie autoctone ripaga con forza robustezza, rappresentatività e bellezza ... chissà perchè a Corato vogliamo essere come Miami, ma senza il mare, cuba e i balzeros ... Rispondi a saponetta

  • filippina_caputo ha scritto il 02 novembre 2021 alle 12:43 :

    Una decisione necessaria ma ugualmente dolorosa. Ho vissuto a lungo in Corso Mazzini e le palme, la fontana col putto, le aiuole ben curate dal giardiniere comunale (se ricordo bene, il sig. Vernice) che in primavera piantava zinnie, astri e tagetes saranno sempre nei miei ricordi. Rispondi a filippina_caputo

  • Luigi Murgiano ha scritto il 02 novembre 2021 alle 12:15 :

    Finalmente si eliminano i residui dei goffi tentativi di trasformare Corato nella Miami di sto... Rispondi a Luigi Murgiano