La nota

Aggressioni in città, De Benedittis: «Si convochi un tavolo per la sicurezza pubblica»

È quanto ha chiesto ​questa mattina al Comune il candidato sindaco Corrado De Benedittis, dopo le numerose aggressioni che si stanno verificando in questi giorni in città

Politica
Corato martedì 21 gennaio 2020
di La Redazione
Il Comune di Corato
Il Comune di Corato © CoratoLive.it

«Si convochi un tavolo per l'ordine e la sicurezza pubblica». È quanto ha chiesto questa mattina al Comune il candidato sindaco Corrado De Benedittis, dopo le numerose aggressioni - l'ultima si è verificata ieri sera - che si stanno verificando in questi giorni in città.

De Benedittis, d'intesa con le forze politiche convergenti nella CAP 70033 - Casa della Politica (Demos-Democrazia Solidale, Italia in comune, Italia viva, Rimettiamo in moto la città, Sinistra Italiana), ha presentato all'Ufficio protocollo del Comune, «una sollecitazione al Commissario prefettizio affinché voglia convocare, con urgenza, un Tavolo per l'ordine e la sicurezza pubblica e al contempo voglia favorire un sensibile rinforzo delle politiche sociali orientate al monitoraggio delle forme di marginalità e devianza sociale, che spesso riguardano ragazzi giovanissimi, in funzione del recupero e della inclusione.

I recenti e ripetuti episodi di atti di bullismo e di violenza gratuita ai danni di ragazzi e di anziani impongono di tenere alta l'attenzione sia sul piano del presidio del territorio, a tutela dell' incolumità pubblica, che su quello della prevenzione, nella consapevolezza che la sicurezza è un valore imprescindibile per una pacifica e serena convivenza civile».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • fc ha scritto il 21 gennaio 2020 alle 16:44 :

    La situazione registrata in questi giorni proviene da anni di mancati controlli e di inerzia da parte di tutte le forze dell'ordine, mentre la vera preoccupazione dei cittadini è la corsa a candidarsi senza manco un programma politico degno di una città come Corato. I risultati di tale atteggiamento ha avuto quale risultato una città completamente abbandonata a se stessa, devastata, violenta, traffico impazzito e piena di rifiuti; ormai quasi rassegnata. Mi chiedo dove vivete e dove stavate. Rispondi a fc

  • salvatore di gennaro ha scritto il 21 gennaio 2020 alle 14:44 :

    Più che manifestare il suo disappunto, De Benedittis dovrebbe dire cosa farebbe, se diventasse sindaco, per contrastare questi episodi di degrado sociale. Posso dire cosa farei io: parlerei con tutti i responsabili delle scuole elementari e medie, invitandoli a dare priorità all'insegnamento dell'educazione; inviterei ogni sera "chi di dovere", a farsi, a piedi, uno o più giri con me, per far vedere che le Istituzioni sono presenti; darei il mio appannaggio di sindaco (sono pensionato) ad un istituto di vigilanza, perché controlli saltuariamente la città. Noto intorno un'atmosfera di disarmo, di attesa di un qualcosa di vago, non giustificata di certo dalla patologica assenza di una Amministrazione, che temo proprio non si potrà concretizzare facilmente: manca infatti, l'uomo carismatico. Rispondi a salvatore di gennaro

    Amedeo Strippoli ha scritto il 22 gennaio 2020 alle 14:13 :

    sono pienamente daccordo con te Esimio Salvatore. Domanda: il commissario prefettizio almeno in materia di sicurezza, può prendere qualche decisione e/o iniziativa?? PS: pochissima gente ormai pensa al bene comune. Cordialmente Rispondi a Amedeo Strippoli