A quattro giorni dall'ignobile furto che ha privato Nicole, una bimba tetraplegica di 9 anni, del suo unico mezzo di trasporto, nessuno si è ancora fatto vivo per consentire di ritrovare il veicolo

Nicole, nessuna traccia del Doblò ma tanta solidarietà: «È diventata la bimba di tutti»

«Oggi è tornata a scuola grazie a un mezzo con pedana per disabili messo generosamente a disposizione, fino a quando non ritroveremo, si spera, il nostro. Il bene è sempre più grande del gesto inqualificabile di pochi» dice la zia

Cronaca
Corato lunedì 04 ottobre 2021
di La Redazione
Maria Nicole nel Fiat Doblò rubato
Maria Nicole nel Fiat Doblò rubato © CoratoLive.it

A quattro giorni dall'ignobile furto che ha privato Nicole, una bimba tetraplegica di 9 anni, del suo unico mezzo di trasporto, nessuno si è ancora fatto vivo per consentire di ritrovare il veicolo. Giovedì scorso, come si ricorderà, ladri senza scrupoli hanno rubato il Fiat Doblò grigio (targato FP274JN) grazie al quale la piccola si sposta, va a scuola e si reca a svolgere le sue terapie. Un veicolo appositamente attrezzato per il quale la famiglia della bambina ha anche fatto un notevole investimento economico.

«Non abbiamo ancora ricevuto alcuna segnalazione per ritrovare l'auto» dice la zia di Nicole, Loredana. «In compenso abbiamo ricevuto tanta solidarietà e vicinanza da parte di tutti: il bene è sempre più grande del gesto inqualificabile di pochi. Invitiamo le persone a non scrivere parole di odio sotto i post che parlano della nostra vicenda, non siamo chiamati a questo. Piuttosto facciamo emergere il bene perché c'è ed è pure tantissimo» aggiunge, offrendo una grande lezione di vita pur nella difficoltà del momento. Intanto, sottolinea Loredana, «Nicole è diventata la bimba di tutti: oggi è tornata a scuola grazie soprattutto alla generosità di Fabrizio Tarantini, di Bucci e Tarantini, che ha messo a sua disposizione un mezzo con pedana per disabili, fino a quando non ritroveremo, si spera, il nostro».

Quindi una riflessione. «In realtà Maria Nicole e l'episodio che suo malgrado l'ha vista protagonista, hanno acceso una luce sul mondo della disabilità, sulle difficoltà e sui grandi sacrifici delle tante famiglie con figli disabili, delle battaglie quotidiane per garantire loro i diritti di cui dovrebbero essere destinatari, delle difficoltà pratiche che incontrano proprio a partire dagli spostamenti. Speriamo che su tutto ciò la luce non si spenga, intanto aspettiamo e speriamo in un ripensamento che ci ridia l'auto». Ricordiamo, tra le altre cose, che Nicole è in attesa di essere chiamata, a giorni, per effettuare un'intervento chirurgico a Rimini e accompagnarla senza quell'auto sarebbe impossibile». Chiunque abbia notizie può contattare il numero 347.9604865 oppure le forze dell'ordine.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Cataldo di Corato ha scritto il 05 ottobre 2021 alle 12:05 :

    La vera beneficenza si fa in totale anonimato ... solo così ha davvero valore ...!!! Rispondi a Cataldo di Corato

    Vincenzo Quinto ha scritto il 05 ottobre 2021 alle 12:56 :

    Figuriamoci se non usciva un "leone da tastiera " che non criticava un gesto di generosita' .Intanto lui l'ha fatta e questa bambina puo' tornare a scuola. Io oggi personamente l'ho vista all'uscita della scuola.!! c'e' chi non fa neanche quello!!!!!!!!!! Rispondi a Vincenzo Quinto

  • Vincenzo Quinto ha scritto il 05 ottobre 2021 alle 11:44 :

    Che sia aperta una sottoscrizione dove chiunque possa partecipare come crede! Grande Fabrizio!!!! Conosco la famiglia Tarantini da anni e conosco la loro generosita' e sensibilita'. Prendiamo esempio!! Rispondi a Vincenzo Quinto

  • Ss ha scritto il 04 ottobre 2021 alle 19:41 :

    Grande Fabrizio👍👍👍👍👍Spero Si facciano avanti altri imprenditori. Rispondi a Ss

  • Costantino ha scritto il 04 ottobre 2021 alle 19:37 :

    Bella cosa da parte dei Signori Tarantini. Che qualcuno prenda esempio. Rispondi a Costantino

  • G. R. ha scritto il 04 ottobre 2021 alle 14:07 :

    Grande Sig. TARANTINI il bene che Lei fa il Signore gli e restituisca altrettanto. Le istituzioni imparino fai “piccoli” gesti privati. Rispondi a G. R.

    M.D ha scritto il 04 ottobre 2021 alle 16:18 :

    Mi spiace tanto per questa famiglia...e per la piccola....spero si possa ritrovare il mezzo per la serenità ..di tutta la famiglia! Che dire di grande sensibilità il gesto del signor fabrizio tarantini.....sensibilità che dimostra nella scelta...dei suoi autisti ..gentili educati ,come Diego.Francesco,Aldo e Giovanni!un abbraccio alla piccola e alla sua famiglia! Rispondi a M.D

  • Claudia ha scritto il 04 ottobre 2021 alle 13:21 :

    Sindaco,metti mani nelle casse,aiuta questa bimba. Rispondi a Claudia

    catald one ha scritto il 04 ottobre 2021 alle 13:56 :

    oppure apri una sottoscrizione, un c/c verso il quale chi vuole, liberamente può contribuire alla colletta per il riacquisto del mezzo attrezzato, con la garanzia dal sindaco. e ovviamente fatelo sapere attraverso questa testata e i social ... Rispondi a catald one