Nuovi provvedimenti

Covid: scuole chiuse fino al 18 novembre, inclusa l'infanzia. Da domani stop ai negozi alle 19

Due le ordinanze firmate: tra le novità, la chiusura delle scuole per l'infanzia. Sulla situazione contagi all'interno delle Rssa: «Stiamo cercando di fare la nostra parte come Comune»

Attualità
Corato sabato 14 novembre 2020
di La Redazione
Corrado De Benedittis
Corrado De Benedittis © CoratoLive.it

Due importanti ordinanze sono state firmate dal sindaco di Corato, Corrado De Benedittis, per il contenimento del contagio da Covid 19.

In vista della sentenza del Tar - che deciderà se confermare o meno la sospensione (decretata il 6 novembre scorso) del provvedimento regionale che dal 30 ottobre ha chiuso tutti gli istituti scolastici pugliesi, il sindaco De Benedittis, sentiti i dirigenti scolastici, ha deciso di prorogare, con un’ordinanza, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, compresa la scuola per l’infanzia fino al 18 novembre e comunque fino al giorno della pubblicazione della decisione che il Tar Puglia assumerà in merito al ricorso prodotto avverso l’ordinanza del Presidente della Regione Puglia numero 413.

Inoltre, a partire da domani 15 novembre, fino al prossimo 3 dicembre, le attività di vendita al dettaglio della città dovranno sospendere la propria attività a partire dalle ore 19, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità ricomprese nell’elenco di cui all’allegato 23 del Dpcm 3 novembre.

«È necessario adottare tutte le misure necessarie a rallentare l’avanzata del contagio. La situazione negli ospedali è difficile, dobbiamo fare tutti la nostra parte» dichiara De Benedittis. «È il momento di cambiare le nostre abitudini. A tal fine, incentiviamo l’orario continuato di apertura dei negozi, così da dilazionare il più possibile la presenza, in contemporanea dei clienti».

Nel corso della diretta andata in onda sulla sua pagina Facebook, De Benedittis ha parlato anche delle Rssa, particolarmente colpite dai contagi. «Su questo tema stiamo cercando di fare la nostra parte come Comune». Poi ha lanciato un appello per il reperimento di oss e infermieri. «Se disponibili a lavorare possono contattare direttamente anche me o il numero telefonico disponibile a fissare gli appuntamenti. Possiamo anche creare un elenco di riserva da utilizzare in funzione delle necessità che si potrebbero creare sul territorio».

Le dirette



Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Aldo lthe star ha scritto il 15 novembre 2020 alle 20:26 :

    Abbiamo sbagliato tutti, tentiamo con Questo sacrificio di fermare questo mostro con l'aiuto di Dio, per tornare al più presto alla normalità cerchiamo di essere uniti, insieme ne usciamo, cercando di non fare la guerra fra poveri. Rispondi a Aldo lthe star

  • Alex Supertramp ha scritto il 15 novembre 2020 alle 19:12 :

    Il nostro nuovo tricolore .. Giallo, arancione e rosso. Rispondi a Alex Supertramp

  • Mario Lupo ha scritto il 15 novembre 2020 alle 18:41 :

    Signor sindaco la situazione sta degenerando so benissimo che non è lei che può fare chiudere tutti ma ci vuole una chiusura di 20 giorni a tutti e quando dico tutti vuol dire tutti perché si può essere contagiati anche dal macellaio dal fruttivendolo dal pescivendolo al supermercato tutto chiusi. Rispondi a Mario Lupo

  • Franco ha scritto il 15 novembre 2020 alle 12:54 :

    Il Sindaco prende provvedimenti sanitari, ma a quale comitato scientifico fa riferimento? Su cosa basa queste scelte tanto restrittive? Solo una passerella? Per dire di aver fatto qualcosa? Purtroppo sono tanti quelli che auspicano chiusure senza cognizione di causa e la paura impedisce di ragionare. Rispondi a Franco

    Mario lupo ha scritto il 15 novembre 2020 alle 18:36 :

    Potevi risparmiartela di scrivere cavolate forse fai finta di niente ma la situazione è grave specialmente nelle RSSA . Rispondi a Mario lupo

  • Cloe ha scritto il 15 novembre 2020 alle 08:43 :

    Pienamente d'accordo. Hanno distrutto l"italia ed ora a rimetterci sono solo i lavoratori onesti perché i pezzi grossi non vanno mica in cassa integrazione, loro hanno la pancia piena comunque Rispondi a Cloe

  • Teamar ha scritto il 15 novembre 2020 alle 07:12 :

    Signor sindaco secondo me dovete far chiudere anche negozi di genere alimentare e prima necessità..andare dopo le 19 a fare la spesa diventerà solo una scusa anche solo x un 1 PZ di mascarpone (Ke non indispensabile)..e anche la domenica devono restare chiusi .. Uno se vuole ,si organizza e la spesa la fa il sabato o il venerdì.. è solo un pretesto x uscire e chiacchierare nel supermercato.. Grazie Rispondi a Teamar

  • Valerio Stroccoli ha scritto il 14 novembre 2020 alle 22:29 :

    La mia paura più grande non è certo il Covid quanto l'italiano con cui vi esprimete. E non si può certo incolpare la pandemia da Covid per questo! Rispondi a Valerio Stroccoli

    Umberto R ha scritto il 15 novembre 2020 alle 09:08 :

    Proviamo ad incolpare le istituzioni per aver chiuso le scuole?;-) gomplotto Rispondi a Umberto R

  • Ricdomy ha scritto il 14 novembre 2020 alle 22:22 :

    Qualsiasi cosa si dica o si fa, ci saranno sempre dei pareri discordanti.. a prescindere dalla corrente politica. Si deve cercare di essere uniti e trovare un punto che accomuna il bene di tutti. Ognuno di noi ha ragione per un motivo o per un altro, ma in questo momento siamo in uno stato di emergenza e dobbiamo cercare insieme e con intelligenza di trovare una soluzione... A mio avviso l ordinanza presa non ha senso, se la chiusura delle attività dev essere alle 19 deve essere per tutti,lasciando a discrezione del commerciante la possibilità dell orario continuato senza distinzione di generi. Il mercato va chiuso, le restrizioni a piazze va esteso anche ad altre. Se c'è la legge che si devono fare verbali, multe a chi trasgredisce si devono fare veramente, punire in maniera esemplare Rispondi a Ricdomy

  • Emm ha scritto il 14 novembre 2020 alle 21:05 :

    Bene ma serve di più, bisogna chiudere tutto per un po’ di giorni..adesso il virus circola davvero molto velocemente ed è incontrollabile..ogni giorno vengo a conoscenza di tante persone che conosco hanno contratto il virus e alcune di queste stanno anche male..io personalmente ho 30 anni ma sentendo le testimonianze di questi conoscenti davvero mi fanno senso e mi fanno preoccupare..ogni giorno a Corato ormai è un bollettino di guerra sia x contagi che x morti..questa situazionale mette tante ansie e paure..fare attenzione vi prego..un appello ai genitori di questi ragazzi che vagano x Corato senza mascherina o abbassata, raccomandatevi o teneteli un po’ più a freno, loro sono un forte veicolo di contagio in famiglia e non solo, basta trovare una persona fragile che il danno è fatto. Rispondi a Emm

  • lady oscar ha scritto il 14 novembre 2020 alle 17:22 :

    È grave e vergognoso che non si garantisca il diritto di scelta per la frequenza scolastica solo perché l'assenza di controlli e la mala gestio della sanità penalizzano chi lavora quotidiamente uscendo di casa al mattino e rientrando tardi la sera, magari perché da mamma offre quei servizi essenziali e ama oltre i figli il proprio lavoro. In questo modo i nonni non moriranno di covid ma di patologie diverse. La politica deve risolvere i problemi e non crearli..allora trovate un soluzione per le mamme lavoratrici!!! E non parlate di smart working perché non è fattibile. Il contagio non è a scuola è causato dall scellerato comportamento degli incivili Rispondi a lady oscar

    Prisco rosanna ha scritto il 14 novembre 2020 alle 20:12 :

    Finalmenteeeee.. qualcuno che ragiona Rispondi a Prisco rosanna

  • tonico ha scritto il 14 novembre 2020 alle 16:55 :

    Sindaco, senza i necessari controlli qualsiasi provvedimento non servono a nulla!!! Dove sono i vigili urbani a cui solo una settimana fà erano stati assegnati ulteriori soldi per gli "straordinari" ??? Rispondi a tonico

    Cittadino ha scritto il 14 novembre 2020 alle 20:56 :

    Nessuno vuol fare gli straordinari per 10€ lordi l’ora..quindi 3 ore prendono 30€ lordi l’ora (che per loro sono troppi pochi, per un padre di famiglia non con posto fisso sono oro colato) meglio che non esprimo un giudizio Rispondi a Cittadino

  • Andrà Tuttobene? ha scritto il 14 novembre 2020 alle 16:36 :

    Dispiace che sia capitato proprio a Corrado di far fronte a questa emergenza, con la popolazione votante l'opposizione che gufa e si comporta da avvoltoi, invece di collaborare tutti insieme per porre rimedio a questa pandemia. Non sarebbe cambiato molto se al comando si fosse seduto qualche suo avversario, la situazione è critica e non c'è proprio bisogno di fare i bastian contrari ad ogni minimo respiro del neo sindaco. Ne usciremo migliori dicevano...sì sì...molto migliorati vedo. Rispondi a Andrà Tuttobene?

    M.D ha scritto il 14 novembre 2020 alle 19:27 :

    Non sono mai contenti. ...poi si pretende che l'ultimo arrivato deve risolvere con uno schiocco di dita tutte le problematiche. .affossate nei decenni precedenti! Rispondi a M.D

  • Un cittadino ha scritto il 14 novembre 2020 alle 15:58 :

    Anche se personalmente mi auguravo una chiusura x 15 giorni in modo da togliere un po’ di gente dalle strade e attendere le guarigioni che abbassavano i numeri è già un primo piccolo passo..adesso con questi numeri che arrivano ogni giorno x la Puglia e x Corato sinceramente ho davvero paura..paura per me e per chi mi sta accanto.. Rispondi a Un cittadino

  • Antonio Rossi ha scritto il 14 novembre 2020 alle 15:31 :

    Ma fatemi capire tutti che protestano e nessuno che propone alternative. Troppo facile e troppo qualunquistico il comportamento dei leoni da tastiera. Rispondi a Antonio Rossi

  • Terry caputo ha scritto il 14 novembre 2020 alle 15:08 :

    Che senso ha chiudere l'asilo x tre giorni che caricatura Rispondi a Terry caputo

  • Ste ha scritto il 14 novembre 2020 alle 15:03 :

    Oooooo ma state zitti.Commenti senza senso.La situazione e’questa punto!E non rompete le scatole a chi deve Prendere delle decisioni importanti.Al di la’delle idee politiche,perche’non ho votato il Sindaco attuale,non mi sembra giusto scagliarsi Con chi deve prendere decisioni per salvarci quanto meno la vita. Rispondi a Ste

  • Anonimo ha scritto il 14 novembre 2020 alle 14:46 :

    Signor sindaco sono i supermercati i generi alimentari piene di gente e mo c che gli asili sono chiusi e tutte e due i genitori lavorano i figli s chi li lascisno Rispondi a Anonimo

    CORATINO ha scritto il 14 novembre 2020 alle 15:48 :

    DEVI DOCUMENTARTI NON AL SINDACO MA AL DPCM, ANCHE SE SONO DI COLORE DIVERSO LA MISURA RESTRITTIVA E' GIUSTA MA NON VEDETE GLI ANZIANI CADERE COME I BIRILLI ?PURTROPPO QUESTO SINDACO SI E' TROVATO IN UN MOMENTO DIFFICILE IN PIU 'DEVE DARE CONTO A REGIONE-ASL-- E STATO. ANZICHE' SCRIVERE CAZZATE PERCHE' NON COLLABORIAMO SI TRATTA DELLA SALUTE DI TUTTI NON DELLE STRONZATE....................................... Rispondi a CORATINO

  • Giacomo masi ha scritto il 14 novembre 2020 alle 14:30 :

    E forse non è chiaro che molti posti letto sono occupati da pazienti covid che possono stare a casa....qualcuno può spiegarne il motivo ?.....detto da medici....c'è.gente che viene trascurata perche non ci sono posti liberi per altre patologie....solo covid....anziché investire sulle cure a casa occupiamo letti togliendosi ad altre patologie...Non può essere cosi....il covid ok....ma tricoverate solo chi ha realmente sintomi seri.....e problemi respiratori... Rispondi a Giacomo masi

  • A.c. ha scritto il 14 novembre 2020 alle 14:06 :

    Bravo. Finalmente!!! Nel barese non vi sono più posti in ospedale, lo vogliamo capire, e lo dico in risposta a tutti Quelli che hanno commentato negativamente le ordinanze. Qui non c'è corrente politica, non c'è indennizzo economico che tenga, altrimenti moriranno in tanti. Forse non è chiaro! Rispondi a A.c.

    Aldo ha scritto il 14 novembre 2020 alle 14:27 :

    L'unico modo è il coprifuoco alle 20.00. solo ed esclusivamente questo. Io mi chiedo addo' ca@@o vanno le mandrie dei giovani (di buona e meno buona estrazione sociale) se bar, pizzerie, ristoranti sono chiusi? Serve colpire lo stramaledetto portafogli dei genitori con sanzioni e tenerli in casa. Lo volete capire sì o no?! Voi giovanotti (non che io non lo sia...) dovete stare a casa xké non siete gli unici ke vi seccate a stare rinchiusi. E tengo a precisare di porre la più alta attenzione a circoli privati e garage/magazzini dove ci si assembra. Quando io mi scoccio se alla TV non c'è nulla vado a letto, per il bene mio e della mia famiglia, non vado sfaciannando. Sig. Sindaco, basta (col cuore) con questi cerotti, usiamo provvedimenti duri, anziché interdire le piazze vieti di uscire! Rispondi a Aldo

  • Comm. Serale ha scritto il 14 novembre 2020 alle 13:51 :

    Le attività serali da asporto potranno lavorare fino alle 22. Rispondi a Comm. Serale

  • Luigi mazzilli ha scritto il 14 novembre 2020 alle 13:45 :

    Signor Sindaco, mi chiedo che senso abbia chiudere i negozi non alimentari alle 19.00 che generalmente non creano assembramenti come gli alimentari... piuttosto serve attenzione negli alimentari dove c'è sempre affollamento....e poi gli asili ? Assurdo.chiuderli.....i bimbi chi li terra'? Mamme che lavorano o le casalinghe se li portano dietro a fare spesa? Che abbiamo concluso? Ormai siamo allo sbando....nuove regole inopportune sotto tutti i punti di vista. Rispondi a Luigi mazzilli

    Luigi Calvi ha scritto il 14 novembre 2020 alle 17:30 :

    La scuola dell'infanzia e non asilo, non sono un parcheggio per lasciare i propri figli. Rispondi a Luigi Calvi

  • Non se ne può ha scritto il 14 novembre 2020 alle 13:43 :

    Continuo a non capire come possiate non avallare questa decisione di tenere chiuse le scuole. Ma avete notate in giro la gente che va? Avete visto quelle persone che dovrebbero essere in quarantena fiduciaria perché ha conviventi positivi e invece sono beatamente in giro???!!! IO SÌ. Poveri noi che siamo in casa, teniamo i nostri figli chiusi con noi e....speriamo bene. Vi prego, rispettiamoci di più Rispondi a Non se ne può

  • Luigi Balducci ha scritto il 14 novembre 2020 alle 13:29 :

    Scusate la mia ignoranza ma nel dpcm sono quasi tutti aperti. Non sarebbe stato meglio descrivere le attività che devono restare chiuse? Almeno una persona capisce meglio quali sono le attività aperte e quali chiuse Rispondi a Luigi Balducci

  • Aldo a. ha scritto il 14 novembre 2020 alle 12:54 :

    Signor sindaco grazie per il suo pensiero , ma ha pensato a come aiutare le attivita serali ?? Spero abbia valutato anche questo !! Rispondi a Aldo a.

  • Bargi ha scritto il 14 novembre 2020 alle 12:49 :

    Provvedimenti senza senso!!! Rispondi a Bargi

  • Enrico Tedeschi ha scritto il 14 novembre 2020 alle 12:47 :

    Ancora limitazioni e ennesima "CHIUSURA DELLE STALLE A BUOI FUGGITI" o meglio a contagio non arginato nei tempi e nei modi in cui si doveva farlo e, soprattutto, quando si sarebbe dovuto farlo. Ah, il consenso, il maledetto consenso che verosimilmente obnubila e condiziona le menti di chi la Politica, purtroppo ed oramai, la fa pensando prima al voto che alle reali necessità di quel Popolo Sovrano che le dà il mandato per amministrare Cosa pubblica e Nazione! Rispondi a Enrico Tedeschi

  • 1234 ha scritto il 14 novembre 2020 alle 12:33 :

    Grazie sindaco..ora tutti i bambini giocheranno al supermercato con le mamme...visto che ai nonni nn si possono lasciare a che serve se cmq le persone devono portarseli con sé ovunque? Rispondi a 1234

  • Franco ha scritto il 14 novembre 2020 alle 12:32 :

    Si chiama Covid 19 perché prende servizio alle 19? Quando i negozi sono chiusi. Rispondi a Franco

  • Commerciante serale ha scritto il 14 novembre 2020 alle 12:32 :

    Ok sindaco. E per noi che abbiamo le attività commerciali serali quanti soldi ci dai? Urge risposta Rispondi a Commerciante serale

  • Maria P. ha scritto il 14 novembre 2020 alle 12:30 :

    L'intenzione subdola è scaricare sugli studenti la responsabilità della diffusione del virus. La paura non permette di ragionare. Rispondi a Maria P.

    enrico tedeschi ha scritto il 14 novembre 2020 alle 12:57 :

    Certo Cara Maria P., ma quella di cui parli è solo uno delle conseguenze, a mio avviso, di un più articolato e complesso modus re-agendi di chi, se andiamo a guardare fino in fondo, sia "noi stessi" , e cioè la gente quando va a votare, a mettere nei posti di comando. Rispondi a enrico tedeschi

    M.D ha scritto il 14 novembre 2020 alle 13:59 :

    Commenti inutili. ..cattivi...e mi sia consentito dire """ignoranti ""che Rispondi a M.D

  • Coratina ha scritto il 14 novembre 2020 alle 12:02 :

    E la scuola? Rispondi a Coratina