La tecnologia utilizzata è TDD

Arriva il 5G: Corato tra le 12 città pugliesi coperte dalla nuova tecnologia

La compagnia arancione è l'unico gestore ad avere, nella nostra città le strutture per poter coprire il territorio con questo tipo di tecnologia

Attualità
Corato giovedì 04 novembre 2021
di La Redazione
Una delle antenne WindTre in città, al campo sportivo comunale
Una delle antenne WindTre in città, al campo sportivo comunale © n.c.

Corato è tra le 12 città pugliesi nelle quali WindTre ha annunciato l'espansione della copertura con tecnologia 5G. Oltre al nostro Comune, la stessa cosa è avvenuta a Bari, Lecce, Trani, Andria e ancora Altamura, Canosa, Fasano, Gravina, Modugno, Monopoli e Nardò. WindTre è l'unico gestore telefonico ad avere, nella nostra città (sono 11 antenne totali della compagnia arancione) le strutture per poter coprire il territorio con questo tipo di tecnologia.

Nello specifico la tecnologia utilizzata è la TDD (Time Division Duplex) che necessita dell’accensione di nuovo spettro riservato alle sole connessioni 5G. Si tratta di una tecnologia che permette di usufruire di una velocità di rete maggiore e di un’aumentata capacità di gestione anche nelle zone dove il traffico è più intenso. Diversa è invece la tecnologia FDD DSS che permette di usare dinamicamente lo stesso spettro FDD in modalità condivisa sia per connessioni 4G che per connessioni 5G. In questo caso la rete sceglie in maniera intelligente e veloce tra 4G e 5G in base al tipo di terminale e all’offerta sottoscritta dal cliente.

L’azienda guidata da Jeffrey Hedberg, conferma così l’impegno ad estendere i servizi di connettività ultrabroadband mobile sul territorio nazionale per collaborare al superamento del digital divide, uno dei temi centrali della strategia di sostenibilità, grazie al 5G TDD.

Sullo sfondo, resta il dibattito sull'eventuale inquinamento da radiofrequenza. Nel gennaio 2020, da queste pagine, avevamo diffuso sottoposto ai lettori il questionario realizzato sull'argomento dal gruppo di lavoro della Rete dei medici sentinella dell'ambiente della provincia di Bari: venti interrogativi per raccogliere le impressioni della gente e mettere al centro dell'attenzione alcuni aspetti relativi all'introduzione della nuova rete di connessione e trasmissione veloce.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 05 novembre 2021 alle 11:06 :

    Tutti esperti in onde elettromagnetiche vero? Tutti pronti a mettere la testa sotto la sabbia con qualche battutina che non fa neppure ridere. I controlli? Zero come sempre. Rispondi a Franco

  • Ignazio ha scritto il 05 novembre 2021 alle 08:20 :

    Se avete tutti queste paure, buttate tutti i dispositivi che vanno in rete, comprate un pezzetto di terra in montagna e vivete solo dei frutti della vostra terra. Rispondi a Ignazio

    Franco ha scritto il 05 novembre 2021 alle 12:01 :

    Piuttosto se avete queste paure chiedete controlli specifici a chi è tenuto a farli e non li fa. La salute è una cosa seria, c'è poco da scherzare. Rispondi a Franco

  • Sesto senso ha scritto il 04 novembre 2021 alle 22:31 :

    Che poi si firma alex supertramp...into the wild...un vero controsenso...coconcordo saponetta Rispondi a Sesto senso

    Alex Supertramp ha scritto il 05 novembre 2021 alle 14:23 :

    Lei ha il sesto senso.! complimenti.! Rispondi a Alex Supertramp

  • Gigi Gusto ha scritto il 04 novembre 2021 alle 18:35 :

    Senza ripetitori, non avremmo avuto tutti questi buffoni complottari e le loro teorie strampalate estrapolate da video ridicoli che girano su YouTube Rispondi a Gigi Gusto

    Franco ha scritto il 04 novembre 2021 alle 23:24 :

    Puoi citare qualche studio che dimostri che il 5G è innocuo? Si chiama principio di precauzione. Forse i bar non sono i posti dove se ne parla. Rispondi a Franco

    Gigi Gusto ha scritto il 05 novembre 2021 alle 10:36 :

    È tornato Frango il gomblottaro. Non esistono studi che evidenziano che il 5G faccia danni. Gli studi REALI (e non le vaccate che trovate voi su Facebook) sono basati sulle precedenti tecnologie. Si sa però che, nonostante il 5G viaggi su frequenze più elevate, le antenne utilizzano segnali dotati di potenza inferiore rispetto al 2G, 3G e 4G. Queste le evidenze scientifiche, se ne parla perfino nei bar. Evidentemente non se ne parla ancora nei gruppi Facebook dei gomblottari da quattro soldi. Il problema della 167 si chiama elettrodotto, e bene fecero i ragazzi che si opposero all'installazione dei ripetitori al campo sportivo a sollevare il problema per tenere vivo l'interesse sull'argomento. Rispondi a Gigi Gusto

  • Antonio51 ha scritto il 04 novembre 2021 alle 18:16 :

    Un altro ripetitore direttamente nella città, già c'era la linea a 150kv in quella zona...... Rispondi a Antonio51

  • Cataldo di Corato ha scritto il 04 novembre 2021 alle 15:57 :

    Al signor "Vodafone Italia..." e a quelli che difendono queste "diavolerie telefoniche ..." Sì, ho usato la connessione dati per scrivere il mio commento, ma, sinceramente, credo stessimo meglio prima, quando eravamo senza smartphone... eravamo più allegri, meno SOLI e depressi e soprattutto meno RIBAMBITI... fateci caso... Rispondi a Cataldo di Corato

  • io ha scritto il 04 novembre 2021 alle 14:52 :

    speriamo funzioni bene il radiocomando che si interfaccia col microchip iniettato col vaccino altrimenti rischiamo di arrivare all'orlo della terra (dato che è piatta) e cadere giù... Rispondi a io

    Gigi Gusto ha scritto il 05 novembre 2021 alle 06:42 :

    Tu scherzi, ma ci sono due o tre utenti che potrebbero prendere sul serio quello che scrivi. Quelli che si purificano dal grafene con gli infusi di aghi di pino. Praticamente gli ex clienti di Wanna Marchi... Rispondi a Gigi Gusto

    io ha scritto il 05 novembre 2021 alle 09:12 :

    Wanna Marchi...un mito!!! Se non l'avessero fermata oggi sarebbe più ricca di Jeff Bezos. Rispondi a io

    Tina ha scritto il 04 novembre 2021 alle 23:09 :

    Tin raggion Rispondi a Tina

  • saponetta ha scritto il 04 novembre 2021 alle 12:40 :

    ah, c@770, proprio adesso che mi sono fatto i vaccini con il grafene e le nanoparticelle ... adesso mi potranno radiocomandare a distanza e farmi fare tutto quello che billgates vuole ... mannaggia ... comunque, se proprio billgates vuole farmi fare qualcosa con lui ... bhè, sarei anche disponibile ... Rispondi a saponetta

    Bill ha scritto il 05 novembre 2021 alle 08:24 :

    "aspetta lo zi, calmati un attimo" https://youtu.be/LKQ3xYHNboY Rispondi a Bill

    Rosanna Prisco ha scritto il 05 novembre 2021 alle 07:41 :

    Menomale....io nn corro questo problema. ... dato che non sono vaccinata....a nn iniziate con le frasi fatte che con me nn attaccano Rispondi a Rosanna Prisco

    Laura Rossi ha scritto il 04 novembre 2021 alle 14:57 :

    Saponetta, il tuo commento è divertente. Condivido in pieno 😊👍 Rispondi a Laura Rossi

    Franco ha scritto il 04 novembre 2021 alle 16:51 :

    Almeno una ride, spero non sia sempre tu. Rispondi a Franco

  • Lemon ha scritto il 04 novembre 2021 alle 11:01 :

    Signora i limoni Rispondi a Lemon

  • Maria ha scritto il 04 novembre 2021 alle 10:43 :

    Perché abbiamo già i microchip, ora siamo alla fase 2 Rispondi a Maria

  • Cat ha scritto il 04 novembre 2021 alle 10:42 :

    Ora si attivano tutti i microcipppi che anno ignetatto ai vaccini. Se sei vacinato sentiti vaccino, che vul dire bue, mucca. Ora i microcipppi si ativano in 5GGI, e ci spi ano, ci iumentano le tasse, i tassi, kTM, e moriremo TUTI Rispondi a Cat

    saponetta ha scritto il 04 novembre 2021 alle 17:18 :

    accidenti è vero! mi sento già un pò vaccina pure io ... a dire il vero, anche prima mi sentivo un pò pecorina ... sarà l'effetto di vecchi vaccini ... che si attivavano con il punto G anzichè con il 5G ... e nonostante questo i giovani di oggi si lamentano sempre, noi con un solo punto G ne facevamo di tutti i colori, questi che ne hanno 5 stanno sempre a lamentarsi di tutto ... Rispondi a saponetta

  • Alex Supertramp ha scritto il 04 novembre 2021 alle 09:51 :

    Tecnologia a servizio dei padroni. Il resto è un immenso deserto.! Rispondi a Alex Supertramp

    saponetta ha scritto il 04 novembre 2021 alle 12:47 :

    ma padroni? padroni de che? il padrone sei tu, siamo noi! ti pace navigare veloce, da ogni dove, da ogni punto, dal tetto al cesso di casa tua? ti piace mandare messaggi, foto, tiktok, wattzapp e cagate del genere da ogni posto del mondo anche dalla cantina della nonna? e allora questa è la tecnologia che ti ci vuole! NON ti piace? allora butta cellulari, smartphone, iphone, phon, asciugacapelli, pettini e sciampi e vivi come ti pare, con le cabine telefoniche, il telegrafo o i segnali di fumo ... se c'è offerta vuol dire che c'è domanda ... strologare, imprecare o rosicare è inutile ... Rispondi a saponetta

    Franco ha scritto il 04 novembre 2021 alle 15:37 :

    Sai cos'è il Codice del Consumo? No? La che che dice che il responsabile è quello che vende il prodotto (il professionista) non quello che lo compra. Al bar magari non vale ma nel commercio si. Rispondi a Franco

    saponetta ha scritto il 04 novembre 2021 alle 17:12 :

    perfetto. hai evidenze scientifiche, e dico scientifiche non da bar dello sport, che il 5G ti faccia male o peggio di qualsiasi altra apparecchiatura elettronica che di solito usi? compreso il computer da cui dispensi cattedratiche pillole di saggezza? se hai queste evidenze è chiaro che puoi chiamare in causa chiunque ti propini queste tecnologie ...

  • Cataldo di Corato ha scritto il 04 novembre 2021 alle 09:32 :

    Ma che bello !!! Poi non ci lamentiamo degli innumerevoli casi (sopra la media nazionale) di TUMORE a Corato tra i giovani !!! Tantissimi..!!!. tra ripetitori, antenne di telefonia e di radio locali e non... (vedi Monte Ripanno ma anche e soprattutto sui palazzi e in centro...)... poveri noi !!! Rispondi a Cataldo di Corato

    Vodafone Italia ha scritto il 04 novembre 2021 alle 11:29 :

    Per scrivere questo commento ha utilizzato una connessione dati. Non si lamenti dei ripetitori, se tutti non avessimo bisogno dello smartphone, i ripetitori non esisterebbero. Sono apparecchi al servizio dell’utente. Cordialità Rispondi a Vodafone Italia

    Rosanna Prisco ha scritto il 05 novembre 2021 alle 07:39 :

    Ah... adesso siamo tranquilli..... come disse il grande Totò ma mi faccia il piacere! Rispondi a Rosanna Prisco

    fc ha scritto il 04 novembre 2021 alle 14:08 :

    Sicuramente il suo commento è senza dubbio disinteressato Rispondi a fc

    Alex Supertramp ha scritto il 04 novembre 2021 alle 12:46 :

    Orwell 1984 Rispondi a Alex Supertramp

    Annalisa L. ha scritto il 04 novembre 2021 alle 12:45 :

    Ma chi firma questo commento risibile? Che scarica sugli utilizzatori di cellulari responsabilità in capo unicamente alle compagnie telefoniche? Rispondi a Annalisa L.

    Franco ha scritto il 04 novembre 2021 alle 12:01 :

    Non ci credo che Vodafone abbia risposto. Ovviamente nega che ci possa essere danno e ancora più ovviamente non cita alcuno studio scientifico indipendente a sostegno della sua affermazione. Intanto tagliano o fanno tagliare gli alberi sopra i 3 metri perché hanno scoperto che le foglie, ricche di acqua, disturbano la trasmissione. Aspettiamo che chi ha il compito istituzionale controlli per davvero. Non ci bastano certo le risposte "Cicero pro domo sua". Rispondi a Franco