La prima data è quella di Gino Paoli e Danilo Rea

Da Vittorio Sgarbi a Sergio Rubini, ecco le date e i protagonisti della stagione teatrale

Il cartellone della stagione 2017/2018.La prima data in cartellone è quella di Gino Paoli e Danilo Rea, mercoledì 15 novembre

Spettacolo
Corato venerdì 03 novembre 2017
di La Redazione
Da Vittorio Sgarbi a Sergio Rubini, tutti i protagonisti della stagione teatrale
Da Vittorio Sgarbi a Sergio Rubini, tutti i protagonisti della stagione teatrale © CoratoLive.it

Sedici titoli in sei mesi, da novembre a maggio, per un totale di circa 146mila euro di spese complessive. Sono i numeri della quarta stagione teatrale del Comunale, allestita in collaborazione con il Teatro pubblico pugliese, resi noti già ieri pomeriggio attraverso l'albo pretorio online del Comune.

La prima data in cartellone è quella di Gino Paoli e Danilo Rea, mercoledì 15 novembre. E poi prosa, musica e danza: Isabella Ferrari in "Come stelle nel buio" il 23 novembre; “Lampedusa” del Teatro dei Borgia l’11 dicembre; il concerto gospel dei Roderick Gilles il 26 dicembre; il 29 il "Concerto di fine anno" con il tenore Aldo Caputo e il soprano Helen Lapalaan diretti dal maestro Claudio Scimone; “Lacci” con Silvio Orlando il 12 gennaio; Francesco Pannofino in “Bukurosh, mio nipote” il 25 gennaio; “Regalo di Natale” con Gigio Alberto il 4 febbraio; Breathing art company e Simona De Tullio in “Tutte le donne di William” il 17 e “Appunti di viaggio” con Lina Sastri il 24, il 10 marzo “Hollywood” con Antonio Catania e Gianluca Ramazzotti; il 25 Vittorio Sgarbi con “Michelangelo”; il 7 aprile “Pulcinella” e “Le silfidi” con Mm Contemporary dance company; il 12 la compagnia "Le bal” con “L'Italia balla dal 1940 al 2001”; il 19 aprile Sergio Rubini con Luigi Lo Cascio in “Delitto e castigo”; il 5 maggio chiuderà la stagione ufficiale lo spettacolo scritto e diretto da Flavio Albanese, "Canto la storia dell'astuto Ulisse" messo in scena dal Piccolo Teatro di Milano - Teatro d'Europa - Teatro Gioco Vita e Compagnia del Sole.

A svelarne i dettagli, questa mattina in conferenza stampa, sono stati il sindaco Massimo Mazzilli e il presidente della commissione cultura Giuseppe D'Introno, insieme a Giulia Delli Santi e Gemma Di Tullio, rispettivamente dirigente attività teatrali e responsabile programmazione danza del Tpp.


«Quella di quest’anno è un’offerta che possiamo definire di livello alto» ha detto Mazzilli. «Continuiamo oltre che con la prosa, con danza e musica. Siamo partiti dai punti fermi, quelli che abbiamo letto esaminando i dati della stagione dello scorso anno (come si disse in commissione cultura, ndr). I numeri ci hanno dato ragione: abbiamo incontrato i gusti del pubblico. Per obbligo, ma anche per condivisone di intenti, abbiamo due date che valorizzano compagnie nate in Puglia. La campagna abbonamenti è aperta da oggi pomeriggio: lo scorso anno li abbiamo terminati in tre giorni e mezzo di botteghino. Restano invariate le fasce di costi e agevolazioni.

Puntiamo ad avere una collaborazione più spinta con il Tpp, nell’ottica della valorizzazione del territorio.Avremo poi GustoJazz e altre manifestazioni che animeranno la città grazie alle associazioni che si sono impegnate e alla Regione che li ha approvati».

«Ormai quello di Corato è un teatro importante inserito in una rete importante» ha aggiunto la Delli Santi. «Come novità, il 26 dicembre abbiamo inserito il gospel, una tradizione che in altre città è ormai consolidata. E poi c'è il tenore Aldo Caputo, nato a Corato, ma che gira il mondo con la sua musica pur tenendo sempre ben saldo il legame con la sua terra».

«Il teatro è diventato un punto di riferimento anche in virtù delle tante scuole di danza presenti sul territorio. Si potrebbe pensare anche ad una rassegna che le coinvolga e diventi un punto di riferimento» ha rimarcato il consigliere D'Introno. «Rispetto al calendario sono molto orgoglioso dei nomi che arriveranno. Penso a Vittorio Sgarbi che si inserisce nel percorso di valorizzazione e tutela dell’arte contemporanea. Proviamo a recepire sempre di più quello che ci chiedono i cittadini, speriamo di riuscire ad esaudirne i desideri».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette