La lunga maratona di gare è cominciata lunedì 17 e si concluderà il 29. Da lunedì 24 si giocherà ogni giorno

Polis da record: colpita dal Covid a marzo, ora deve giocare 10 gare in soli 13 giorni

Le ragazze di Annagrazia Matera si sono contagiate a inizio marzo e si sono negativizzate dopo un mese ma hanno dovuto aspettare altri 30 giorni per la visita medica

Volley
Corato domenica 23 maggio 2021
di La Redazione
Le ragazze della Polis
Le ragazze della Polis © Polis Corato

Ben 10 partite da giocare in soli 13 giorni: se non è un record, poco ci manca. Accade alla Polis Corato, nel campionato di volley di Serie C. Le ragazze di Annagrazia Matera, dopo essere state colpite dal Covid, sono state costrette a saltare diverse partite che sono state nuovamente calendarizzate dalla Fipav Puglia dal 17 maggio al 29 maggio. 

La maratona è cominciata lunedì 17 con la Sportilia Bisceglie (3 a 0 per le adriatiche), il 19 ko a Cerignola, il 20 la sconfitta in casa con la capolista Star Volley Bisceglie. Ieri la sfida con le molfettesi del Gio-Mol e ancora: il 24 retour match con la Star Volley Bisceglie, il 25 il Foggia, il 26 l'Asci Potenza, il 27 il ritorno con la Gio-Mol, il 28 trasferta a Foggia e il 29 ultima gara a Molfetta con la Dinamo. Ultime sei gare da disputare ogni giorno, un massacro.

A giocare un ruolo importante è stato il focolaio di Coronavirus accesosi all'interno della squadra a inizio marzo. L'8 le prime due ragazze sono risultate positive al tampone, seguite da due ragazze dell'under 18. Il contagio si è esteso, tanto da dover rinviare la gara della terza giornata con il Foggia. Il 23 marzo si è negativizzata la prima atleta, l'8 aprile le ultime per un totale di 8 giocatrici della prima squadra e 2 dell'under 18 positive. Per protocollo si sono dovuti attendere altri 30 giorni per la visita medica. A maggio inoltrato la Polis è potuta tornare in campo. 

«Purtroppo le ragazze hanno avuto il Covid, alcune anche con importanti sintomi e ci hanno messo diversi giorni per negativizzarsi. - racconta Annagrazia Matera, coach della squadra - Con pochi allenamenti nelle gambe rischiano seriamente di farsi male. Anche psicologicamente le ragazze, molte delle quali giovanissime, ne stanno risentendo. Perdere in questo modo fa male. È difficile ma stringiamo i denti».

Non c'è il rischio di retrocedere, a causa della pandemia la Fipav regionale ha annullato tutte le retrocessioni. Anche le altre società hanno avuto a che fare col virus ma il caso della Polis è stato sicuramente quello più grave. C'è la possibilità che le ragazze non si presentino alle ultime partite, obiettivamente troppo ravvicinate, soprattutto senza allenamenti.

«La nostra principale preoccupazione - dice il presidente Antonio Marulli - è quello di salvaguardare la salute delle nostre tesserate. Stiamo discutendo con la federazione la possibilità di dare forfait ad alcune partite». Come è giusto che sia, aggiungiamo noi.

Lascia il tuo commento
commenti