Il tecnico andriese aveva già guidato i neroverdi nel 2017

Dietrofront Corato, iscrizione in Eccellenza e Scaringella nuovo tecnico

Il presidente Maldera: «Faremo un campionato di transizione per mantenere la categoria. Appena riavremo lo stadio, dopo aver incontrato la nuova amministrazione comunale, torneremo al progetto iniziale»

Calcio
Corato domenica 12 luglio 2020
di La Redazione
Giuseppe Scaringella
Giuseppe Scaringella © Sergio Porcelli

Giuseppe Maldera fa dietrofront. Il presidente del Corato, dopo aver annunciato la possibile cessione del titolo in caso di mancato ripescaggio in D, iscrive la squadra in Eccellenza e la affida a Giuseppe Scaringella, già a Corato nel 2017.

Intervenuto ieri a Telesveva, Maldera ha dichiarato: «Dopo la rabbia e la delusione dei primi giorni abbiamo deciso di ripartire con un progetto diverso rispetto a quello degli ultimi anni. Abbiamo scelto Scaringella che ci ha impressionato nella sua ultima stagione a Trani, facendo benissimo. Il profilo giusto per una squadra giovane che può ben figurare nel campionato d'Eccellenza».

Sul futuro del pallone neroverde il presidente spiega: «Nelle prossime ore deciderò le mie posizione ma il progetto continua e il Corato rimane in Eccellenza per un discorso di responsabilità. Corato non poteva rimanere senza calcio. Faremo un campionato di transizione per mantenere la categoria. Appena riavremo lo stadio, dopo aver incontrato la nuova amministrazione comunale, torneremo al progetto iniziale». Come già scritto qualche giorno fa i neroverdi continueranno la battaglia legale per essere ammessi in D, prima con il Tar Lazio e poi con il Consiglio di Stato.

La scheda. Classe 1975, ex difensore con le maglie di Fidelis Andria, Trani, Cerignola, Lavello e Bisceglie. Prima di approdare a Corato per la prima volta aveva allenato il Minervino, il Canosa (portandolo in Promozione e sfiorando l'Eccellenza) e Nuova Molfetta. Nel 2017 Maldera lo chiama in neroverde ma l'avvio di stagione non è facile. Il 19 ottobre rassegna le dimissioni dopo la sconfitta ai rigori contro il Molfetta negli ottavi di Coppa Italia. Ad ottobre del 2018 subentra a Sangirardi alla guida della Vigor Trani, portando a casa un ottimo settimo posto. Ultima stagione a Trinitapoli, in Seconda Categoria. Da -8 rispetto al Palese capolista, è riuscito a scavalcarlo pareggiandone una e vincendo tutte le altre, fino allo stop Covid.

Intanto si sono già accasati alcuni dei protagonisti della scorsa stagione neroverde. Il capitano Vito Di Bari ha scelto la sua Trani firmando per il progetto Sly. Nicolas Di Rito è stato ufficializzato a Barletta e potrebbe essere seguito da Carlo Vicedomini.

Lascia il tuo commento
commenti