Due ruote

Nasce il Progit Cycling team, ci sono anche due coratini

È l'acronimo di "Progetto Giovani Talenti"​. Ne fanno parte atleti della nostra città​: il 19enne Andrea Amorese nella categoria internazionale Under 23 e il 25enne Michele Diaferia nella categoria internazionale Elite

Altri Sport
Corato domenica 10 marzo 2019
di La Redazione
Il ciclismo pugliese
Il ciclismo pugliese © Roberto Ferrante

È l'acronimo di "Progetto Giovani Talenti", un programma che sulle prime può apparire ambizioso, ma racchiude in sé la visione futuristica di una Puglia ciclistica che torni ai fasti del passato con un'idea innovativa e in anticipo sui tempi.

È il Pro.Gi.T. Cycling team, che si compone di due formazioni, entrambe internazionali, sotto l'egida della Federazione Ciclistica Italiana. Una dedicata alla categoria juniores maschile (atleti delle classi 2001-2002, quindi di 17 e 18 anni) e una alla categoria Under 23-Elite per un organico complessivo di 19 atleti, guidati dal presidente Ida Barreca e dal team manager Giovanni Chierico.

I 19 ragazzi del team provengono da Lucera, Corato, Foggia, Angri, Bari, Sant'Antonio Abate, Andria, Palo del Colle, Carpino, Ruvo di Puglia, Francavilla Fontana, Avola, Lecce, Canosa e dalla Colombia.

I due coratini sono il 19enne Andrea Amorese nella categoria internazionale Under 23 e il 25enne Michele Diaferia nella categoria internazionale Elite over 23.

Supportato da una folta rete di blasonate aziende locali, la maggior parte delle quali concentrate nel Nord barese, ha uno staff molto articolato, dal massaggiatore ai meccanici, passando per il biomeccanico e i nutrizionisti, scelti tra le eccellenze regionali nel settore. È l'unica formazione pugliese che condurrà queste due categorie in tutte le competizioni nazionali e internazionali di ogni specialità del ciclismo, in piena ottica multi-disciplinare (strada in linea, strada a cronometro, mountain bike, ciclocross, pista).

Punto di forza del Pro.Gi.T. Cycling team è la creazione di una fitta rete con le società giovanili del territorio, con la finalità di consolidare una filiera corta del ciclismo pugliese di qualità che impedisca l'ormai consueta diaspora dei 16enni e dei 19enni verso altre regioni in cui la tradizione ciclistica è più consolidata.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Gaetano Nesta ha scritto il 10 marzo 2019 alle 05:49 :

    Faccio i miei migliori auguri a tutta società, sopratutto a questi ragazzi. Un ringraziamento particolare per ds Chierico e il vice presidente Amorese. Grazie Rispondi a Gaetano Nesta