L'evento

Mountain bike, domenica la classica del Castel del Monte

La seconda tappa dell’Iron Bike 2019 in un percorso interamente rinnovato nel cuore dell’Alta Murgia, ai piedi del maniero federiciano e sotto l’egida Fci

Altri Sport
Corato sabato 09 marzo 2019
di La Redazione
Iron Bike
Iron Bike © n.c.

È il simbolo della Puglia per eccellenza. Per storia, architettura, imponenza, accoglienza e mistero, in esso c’è l’identità stessa della regione. Come una corona imperiale si posa su uno dei colli dominanti della Murgia, sigillo regale di un territorio unico. È il Castel del Monte, il protagonista assoluto della seconda tappa dell’Iron Bike 2019 che domenica 10 marzo entrerà nel vivo grazie all'organizzazione della New Bike Andria, il gioioso ed eclettico sodalizio della sesta provincia che opera sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana, con il patrocinio del Parco Nazionale dell’Alta Murgia e dell’assessorato allo sport del comune di Andria.

Il Castel del Monte è la chioccia della mountain bike in Puglia; sui suoi sentieri, infatti, si sono disputate le prime pioneristiche manifestazioni alla fine degli anni ’90 e l’eterogeneità dei luoghi ne fa un vero e proprio paradiso degli amanti del fuoristrada, racchiudendo in pochi chilometri quadrati bellezze naturali, tratti tecnici, salite, discese, single track e passaggi suggestivi, come quello dell’Acquedotto Pugliese sul canale principale.

Per questo già 200 biker si sono iscritti alla manifestazione che apre un trittico tutto murgiano, seguito a stretto giro dagli appuntamenti di Altamura e Mariotto (Bitonto). La logistica e l’area di partenza sono allestite presso il Centro accoglienza turistica di Giovanni Basile, adiacente al ristorante l’Imperatore, SS 170 dir. A – km 0+600. Grande è l’attesa, basti pensare che nello scorso weekend circa 50 biker hanno testato il percorso in gruppo durante le prove ufficiali guidate.

Con 55 km e 960 metri di dislivello, il tracciato di tipologia “Cross Country Point to Point (mediofondo)”, si presenta in una veste del tutto rinnovato, con molti single track intervallati da sterrati veloci, strappi in salita con un guadagno di quota dagli 80 ai 100 metri e discese impegnative nell'insidioso terreno murgiano, al punto da presentarsi ideale per biciclette front/full e non per forcelle rigide. La salita più lunga, nonché quella più significativa, è la scalata al Castello, lunga 2 km e con una pendenza massima del 19 % nel tratto più tecnico. Altra ascesa degne di nota sono lo “Spacca Gambe” (dislivello 100 m, lunghezza 600 m). Complessivamente i tratti tecnici coprono 25/30 km della lunghezza complessiva. La restante parte è scorrevole, sempre composta da tratti pianeggianti, salite e discese veloci. Sono ancora aperte le iscrizioni alla corsa, disponibili presso il portale di Tempogara e sul portale federale Fattore K.

Per coloro che non amano l’agonismo, ma desiderano vivere l’atmosfera gioiosa della sesta mediofondo Castel del Monte è stato allestito un percorso non competitivo sulla distanza di 20,4 km e 481 metri di dislivello.

Lascia il tuo commento
commenti