Ha 17 anni ed è figlio di Maurizio, leggenda del ciclocross italiano

Corato è di nuovo azzurra. Ivan Carrer convocato in nazionale per la Coppa del Mondo di ciclocross

Il ct Pontoni l'ha chiamato per uno stage in vista della quarta tappa della Coppa del Mondo Ciclocross in programma a Tabor, in Repubblica Ceca, il 13 e 14 novembre

Altri Sport
Corato giovedì 11 novembre 2021
di La Redazione
Ivan Carrer
Ivan Carrer © Roberto Ferrante / CoratoLive.it

Corato è di nuovo azzurra. Dopo le diverse convocazioni degli atleti della Athlon Judo nella lotta libera, questa volta tocca al ciclismo e a Ivan Carrer, 18 anni ancora da compiere e il ciclocross nel sangue. Suo padre Maurizio è una leggenda della disciplina con undici titoli italiani vinti in carriera. «È stato lui a trasmettere a me e ai miei fratelli (Vittorio e il piccolo Oscar ndr) l'amore per le due ruote» dice il giovane corridore coratino. «Sono in sella alla bici da quando avevo 6 anni». La sua prima convocazione in maglia azzurra è arrivata ieri dalla Fci, la federazione italiana del ciclismo. Il commissario tecnico Daniele Pontoni l'ha chiamato per uno stage in vista della quarta tappa della Coppa del Mondo Ciclocross in programma a Tabor, in Repubblica Ceca, il 13 e 14 novembre. Quello di Gemona è un raduno preparativo alla trasferta ceca che Pontoni definisce «adatta a corridori più potenti».

Ivan Carrer, che corre per il Team Bike Terenzi di Civitavecchia nella categoria Juniores, è arrivato 2° a Jesolo il 3 ottobre e 4° a Cremona il 1° novembre, entrambe gare internazionali valide per il circuito Useai. L'ultima soddisfazione, la vittoria di categoria nel Mediterraneo cross di Viggiano, una gara di carattere nazionale. Bene anche al Giro d'Italia Ciclocross con un 4° e un 5° posto conquistati a Corridonia e Porto Sant'Elpidio. «Sono super felice» spiega entusiasta. «A inizio stagione non me lo sarei mai aspettato. Pian piano, con i risultati che ho raggiunto negli ultimi tempi si è aperto uno spiraglio di luce per una possibile convocazione. Mi stavano seguendo da una decina di giorni e ora eccomi qua».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Anna Mazzilli ha scritto il 11 novembre 2021 alle 15:21 :

    Forza Ivan! Sono orgogliosa di te! Hai sempre amato la bici! Ti auguro le più grandi vittorie. La tua maestra Anna. Un forte abbraccio. Rispondi a Anna Mazzilli