La gara di Raffaele è prevista per il 16 luglio alle 18 e sarà trasmessa anche su RaiSport

Poche parole, ma sempre di corsa: il coratino Raffaele Augimeri agli Europei U20 di atletica

L’atleta coratino è stato convocato per i campionati Europei under 20 di atletica in programma a Tallinn, dal 15 al 18 luglio

Altri Sport
Corato sabato 10 luglio 2021
di Angela Iannone
Poche parole, ma sempre di corsa: il coratino Raffaele Augimeri agli Europei U20 di atletica
Poche parole, ma sempre di corsa: il coratino Raffaele Augimeri agli Europei U20 di atletica © n.c.

Un grande traguardo o, forse, un prestigioso punto di partenza quello raggiunto dall’atleta coratino Raffaele Augimeri, convocato per i campionati Europei under 20 di atletica in programma a Tallinn, dal 15 al 18 luglio, nella stessa località che ospita anche gli Europei U23 dall’8 all’11 luglio. Sono 88 i convocati dal vicedirettore tecnico per il settore giovanile, Antonio Andreozzi, di cui 43 uomini e 45 donne.

Augimeri, tesserato con l’Aden Exprivia Molfetta, ha ottenuto questa splendida opportunità grazie alla sue incredibili prestazioni sui 3000 siepi con un tempo di 9:04:68 e grazie al secondo posto conseguito nei campionati italiani under 20 disputati a Grosseto lo scorso 13 giugno. Allenato da sempre dal tecnico coratino Francesco Varesano, che ha scoperto le sue potenzialità all’età di otto anni, Raffaele Augimeri è crresciuto atleticamente nell’Atletica Amatori Corato. Sin da subito ha mostrato una spiccata predisposizione per gli ostacoli e il mezzofondo. Naturale, dunque, l’approdo alle siepi.

Nel 2017 l’atleta è stato tesserato nell’Aden Exprivia Molfetta, dal momento che a Corato non era presente la categoria allievi, quella in cui l’atleta coratino inizia a gareggiare. Qui Raffaele ha conseguito i suoi primi brillanti risultati: nel 2019 secondo ai campionati italiani sui 2000 metri siepi (0,91cm) con 6’04”04. Nei campionati italiani del 2020 ha ottenuto il quinto posto nella categoria allievi nei 2000 metri siepi (0,84cm). Nel 2021, primo anno nella categoria junior, è arrivato secondo ai campionati italiani allievi e undicesimo tra gli assoluti, sui 3000 metri siepi. A metà aprile Raffaele ha migliorato egregiamente tutti i suoi personali, in particolare negli 800 con 1:55:49 e nei 1500 con 3: 56: 40. 8’41”44 su 3000 piani.

«Nonostante l’interruzione e la chiusura delle strutture sportive a seguito del lockdown, abbiamo proseguito la preparazione atletica di Raffaele allenandoci su strada e, quando è stato possibile, su pista qui a Corato» racconta l’allenatore Francesco Varesano. «Verso metà marzo ci siamo spostati a Molfetta, essendo quella di Molfetta, una pista ben predisposta per la qualità tecnica dell’allenamento. Attualmente l’Aden Exprivia Molfetta è una delle società più forti sul pannorama dell’atletica nazionale e questo ha permesso a Raffaele di crescere tanto, al punto che ha iniziato ad allargare i propri orizzonti e a confrontarsi con altri grandi atleti.

Quello di Raffaele è stato un percorso in crescendo. Lo seguo da quando aveva otto anni e ha iniziato a correre per gioco. Nell’ultimo anno, però, sta crescendo in lui la consapevolezza delle sue potenzialità e la determinazione di sfruttarle al massimo. La soddisfazione di vedere un proprio atleta crescere e raggiungere brillanti risultati è sempre grande. È importante che ci sia una bella sinergia tra allenatore e atleta, di modo che conoscendo l’aspetto psicologico e la sensibilità dell’atleta, si possa avere la possibilità di sperimentare determinate competenze tecniche sul suo aspetto atletico e questo con Raffaele funziona molto bene, cosa che ci ha permesso di arrivare fin qui. Stiamo crescendo insieme».

Passione, grinta e determinazione sono ingredienti necessari per realizzare i propri sogni, non senza una buona dose di umiltà e sacrificio che spesso non vengono esternate, semplicemente perché la voglia di fare è molto più forte di quella di raccontare. È il caso di Raffaele, atleta timido ed introverso, ma capace di sorprendere e raccontarsi sulla pista.

«Raffaele è un ragazzo di poche parole, non ama mettersi in mostra, (non ha neanche un profilo Facebook )» racconta il papà Tommaso Augimeri. «Non ha mai esultato dopo una vittoria, resta quasi impassibile al suo posto. Custodisce tutto dentro di sè. Sinceramente non so come faccia. Non ha mai parlato della sua passione con i suoi amici di scuola e con gli insegnanti, ma vederlo correre è un piacere, un orgoglio. Questa convocazione è il frutto di dieci anni di sacrifici, abnegazione, di allenamenti con la neve o a 40°. In questo sport nessuno ti regala niente. La forza di Raffaele è stata anche quella di rialzarsi dopo una sconfitta. Noi genitori, che lo abbiamo seguito dal primo giorno, sappiamo cosa ha fatto  per arrivare a tanto.

Per questo la convocazione di Raffaele ci ha trasmesso quella sensazione bellissima di lacrime miste a gioia. Abbiamo ripercorso e rivissuto tutti i sacrifici di Raffaele fatti negli anni, ci siamo resi conto di quanto ha lavorato e lavora duramente per ottenere questi risultati. E tutto ciò considerando che solo da un anno si allena su una vera pista di atletica, a Molfetta. Noi genitori siamo orgogliosi di Raffaele. Un rimgraziamento speciale va al mister Francesco Varesano che è stato per Raffaele oltre che il suo tecnico anche un padre, un fratello, un amico. E un ringraziamento va anche alla attuale società Aden Exprivia Molfetta che lo segue pedissequamente nel suo percorso di atleta».

La gara di Raffaele è prevista per il 16 luglio alle 18 e sarà trasmessa anche su RaiSport. 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Ad maiora semper !!! ha scritto il 10 luglio 2021 alle 21:16 :

    Complimenti Raffaele... bravissimo !!! Orgogliosi di te... 🏆 🥳 Rispondi a Ad maiora semper !!!

  • Savino Castrigno -G.s.d. Atletica Amatori Corato ha scritto il 10 luglio 2021 alle 07:23 :

    Complimenti a Raffaele per l'ottimo risultato raggiunto, sono certo che sarà il primo di una lunga serie. Complimenti anche a Francesco Varesano che, sacrificando parte del suo tempo, ha forgiato l'atleta portandolo a questi alti livelli e al papà Tommaso che lo segue in tutte le sue performance. Rispondi a Savino Castrigno -G.s.d. Atletica Amatori Corato