Il prodigio del Raggio di Sole a Bari e a San Leonardo di Siponto

21 giugno: solstizio d’estate

Franco Leone Arte, bellezza immortale
Corato - domenica 21 giugno 2020
Il prodigio del Raggio di Sole a Bari e a San Leonardo di Siponto
Il prodigio del Raggio di Sole a Bari e a San Leonardo di Siponto © Franco Leone

Ieri 20 giugno 2020 alle ore 21.44 è stato scandito l’arrivo dell’estate con il solstizio d’estate. La parola «solstizio» letteralmente significa «sole che sta fermo» e deriva dal latino «sol» (sole) e «sistere» (stare fermo), perché per qualche giorno l’altezza del sole al di sopra l’orizzonte a mezzogiorno sembra stazionaria.

Fin dai tempi più remoti questo momento è stato considerato uno dei più importanti dell’anno, in quanto da sempre sancisce la giornata più lunga per l’emisfero nord e quella più corta per l’emisfero sud.

Vi sono due luoghi in Puglia dove il solstizio dell’estate è annunciato in modo straordinario. Uno di questi è la Cattedrale di San Sabino a Bari, dove, a mezzogiorno, la luce filtrata dal rosone proietta la forma stessa del rosone sul pavimento del presbiterio davanti all’altare. È un abbraccio di luce tra la terra e il cielo. Tuttavia vi è un luogo nella Puglia settentrionale in cui questo evento astronomico assume i connotati di un prodigio di incommensurabile bellezza.

Il fenomeno si verifica nella suggestiva chiesa romanica di San Leonardo di Siponto, sulla via che collega Foggia a Manfredonia, a circa 4 Km da quest’ultima città, nella campagna dove sorgeva l’antica Sipontum (Σιπιούς in greco antico). È necessario attendere anche qui le ore 12.00, ovvero che il sole raggiunga sul meridiano locale la massima altezza angolare rispetto all’orizzonte. In quel momento da un foro gnomonico praticato sulla parete sud della chiesa penetra un raggio di sole che va ad imprimersi come un suggello di luce sul pavimento a metà distanza tra i due pilastri prospicienti il fastoso portale, in un preciso punto dove è effigiata una piccola croce. L’evento crea suggestioni di arcana ed infinita bellezza: sembra di assistere al battesimo della luce.

Pubblico qui una mia poesia tratta dal mio libro “Splendori d’Italia in versi” della casa editrice Aletti di Guidonia di Roma, che descrive il mirabile prodigio che si verifica in questa splendida chiesa romanica, un tempo meta di pellegrini e crociati in viaggio verso Monte Sant’Angelo e la Terra Santa.

Il prodigio del Raggio di Sole a San Leonardo di Siponto di Franco Leone

Sulla via che dalla Daunia va al mare,
traversata un dì da santi e crociati,
sorge un tempio dall’aspetto lineare
con bei fregi e capitelli istoriati

che riescono con l’arte a narrare
episodi nei vangeli trattati.
Dolce sosta potè il tempio sembrare
per quei prodi dal cammino spossati.

Qui nel giorno del solstizio d’estate
si può assistere a un supremo miraggio
il cui senso è ancora arcano ed oscuro.

Da un pertugio praticato su un muro
entra e penetra del sole un bel raggio,
che tracciando geometrie inaspettate,

va ad imprimer con la luce un suggello
dentro il tempio che così appar più bello.
Dunque in Puglia con un raggio propizio
è annunciato dell’estate il solstizio
e anche noi restiamo ancora estasiati
come un dì lo furon pure i crociati.

Sonetto in endecasillabi con rima ABAB, ABAB, CDE, EDC e con sestina finale.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 21 giugno 2020 alle 10:10 :

    Il solstizio non è mai stata o diventata però una festa cristiana, semmai massonica. Rispondi a Franco

Altri articoli
Gli articoli più letti