Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Carnevale è anche teatro: al Battisti c'è “Io Pinocchio”

Sabato 22 febbraio alle 18, nell’auditorium della scuola elementare Cesare Battisti si terrà lo spettacolo “Io Pinocchio” a cura della compagnia Room to Play

Spettacolo
Corato giovedì 20 febbraio 2020
di La Redazione
Carnevale è anche teatro: al Battisti c'è “Io Pinocchio”
Carnevale è anche teatro: al Battisti c'è “Io Pinocchio” © n.c.

Nell’ambito del programma del 41esimo Carnevale Coratino, la Pro loco Quadratum ha organizzato una attività di teatro per bambini e famiglie.

Sabato 22 febbraio alle 18, nell’auditorium della scuola elementare Cesare Battisti si terrà lo spettacolo “Io Pinocchio” a cura della compagnia Room to Play.

«Pinocchio non si ferma mai, vive cento avventure e combina mille guai, irrequieto, inafferrabile, curioso e vivace, bugiardo e sincero, ingenuo e testardo. L’indole di Pinocchio si nasconde dentro ognuno di noi, la sua storia racconta quella di un burattino, o meglio, una marionetta, che muove i suoi primi passi impacciati, buffi e scomposti in un mondo nuovo e sconosciuto, simile a noi quando siamo alle prime esperienze.

È una storia, però, che racconta anche di un mondo di adulti, che si confrontano con i piccoli, scegliendo di prendersene cura e aiutarli a crescere o di ingannarli e approfittare della loro ingenuità: specchio di un mondo che oggi, come ieri, continua ad avere un atteggiamento ambiguo nei confronti dell’infanzia. Proprio per la sua capacità di raccontare la storia di noi tutti, grandi e piccoli, abbiamo deciso di tuffarci in questo classico, a modo nostro, con le nostre tecniche, la nostra sensibilità, le nostre voci e la nostra musica, per confrontarci con il pubblico e scoprire, quanto in noi c’è di Pinocchio o di Mangiafuoco.

Nella nostra vita di tutti i giorni siamo più volpe o più gatto, più fata turchina o più mastro Geppetto? Uno spettacolo divertente e dinamico, con una scenografia in continuo mutamento, sulle tracce di quel burattino che ha tanta furia di diventar bambino».

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Lascia il tuo commento
commenti