​«È un'allegoria di ciò che Gesù ha fatto morendo sulla croce per salvare l'umanità» spiega il regista coratino

"Cefalù Film Festival", il cortometraggio di Massimiliano Tedeschi sfiora la vittoria

Il cortometraggio abbraccia il tema scottante e di attualità della violenza sulle donne

Spettacolo
Corato mercoledì 12 settembre 2018
di La Redazione
Massimiliano Tedeschi
Massimiliano Tedeschi © n.c.

Nuovi traguardi per il regista coratino Massimiliano Tedeschi. Il suo cortometraggio "Laura" è giunto secondo alla finalissima dell'8 settembre scorso al "Cefalù Film Festival" grazie alla votazione social. Al concorso hanno partecipato ben 1531 cortometraggi provenienti anche da Paesi stranieri. "Laura" si è classificata dapprima tra i cento selezionati, poi con il consenso dei voti della giuria degli esperti ha superato la semifinale e la finale accedendo alla serata della finalissima con il secondo posto.

Il cortometraggio abbraccia il tema scottante e di attualità della violenza sulle donne che, in questo caso, sfocia nell'omicidio del padre padrone (Pietro Ruscigno) e nell’arresto della giovane figlia (Simona Rutigliano) che si accolla il delitto per salvaguardare la madre (Celeste Francavilla).

«È un'allegoria di ciò che Gesù ha fatto morendo sulla croce per salvare l'umanità» spiega il regista coratino. Il cortometraggio "Laura", quale primo riconoscimento, si è aggiudicato l'"Award Merit" al festival "Christian Family Film" tenutosi ad Ellington nello Stato del Connectical (Usa) dal 4 al 6 agosto 2017. Il 26 agosto successivo il corto è stato premiato al festival "Christian Film Festival" di Newport (Usa) con ben sette attestazioni quale miglior regia, migliore sceneggiatura, migliore attrice protagonista, migliore attore protagonista, miglior produzione, miglior coprotagonista e miglior attrice di supporto. I relativi diplomi vennero consegnati dal sindaco e dalla Giunta coratina, durante la “Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne” organizzata a novembre scorso presso il teatro comunale.

In ultimo, il 22 aprile scorso, al festival internazionale "Rome Web Awards" Celeste Francavilla ha vinto il premio quale migliore attrice non protagonista. Al corto hanno preso parte anche gli attori Antonio Todisco e Angela Labalestra, la direttrice della fotografia Raffaella Fasano e l'assistente alla regia Luigi Ranieri. «Ringrazio tutti gli attori protagonisti e non e tutto lo staff per la professionalità dimostrata e che pazientemente hanno dato il proprio contributo affinché il successo coronasse questo lavoro a costo zero».

Lascia il tuo commento
commenti