Sono stati annunciati i vincitori della 36esima edizione dei Ciak d’oro, l’unico premio popolare al cinema italiano votato direttamente dal pubblico nel segno della ripartenza e del ritorno in sala

Ciak d’oro, Paolo Strippoli secondo nella categoria "miglior film diretto da un esordiente"

La piazza d'onore ottenuta ai Ciak d'oro (arrivata dopo la conquista del Cariddi d'argento) conferma la bontà del lavoro di Strippoli con A Classic Horror Story

Spettacolo
Corato mercoledì 24 novembre 2021
di La Redazione
Ciak d’oro, Paolo Strippoli secondo nella categoria
Ciak d’oro, Paolo Strippoli secondo nella categoria "miglior film diretto da un esordiente" © Ciak

Sono stati annunciati i vincitori della 36esima edizione dei Ciak d’oro, l’unico premio popolare al cinema italiano votato direttamente dal pubblico nel segno della ripartenza e del ritorno in sala. Sono stati ben 82.634 i voti arrivati sul sito di Ciak per votare nelle categorie miglior film, migliore regia, miglior attore e migliore attrice protagonista, miglior film della stagione diretto da un esordiente, protagonista dell’anno di una serie tv e migliore locandina.

I film in gara sono quelli usciti nel periodo dal 1 settembre 2020 al 30 settembre 2021. Per il miglior film diretto da un esordiente, il Ciak d'oro è andato ad Alessandro Grande per Regina, mentre al secondo posto si è classificato il regista coratino Paolo Strippoli regista, insieme a Roberto De Feo, di A Classic Horror Story. Il film in Italia ha esordito al primo posto nella top ten di Netflix, rimanendo sul podio per una settimana e confermandosi tra le prime dieci posizioni anche nei giorni successivi. Dal lancio sulla piattaforma Netflix, la pellicola ha raccolto numerosi consensi, sia della critica che del pubblico ed è rimasto nella top ten di diversi Paesi per alcune settimane. La piazza d'onore ottenuta ai Ciak d'oro (arrivata dopo la conquista del Cariddi d'argento) conferma la bontà del lavoro di Strippoli.

Nelle altre categorie del concorso istituito dalla nota rivista cinematografica, a Toni Servillo è andato il SuperCiak d’oro assegnato dalla redazione del mensile come miglior protagonista della stagione di cinema segnata dal ritorno in sala. Miglior film, a giudizio del pubblico, è stato valutato Qui rido io di Mario Martone che vede proprio Servillo come protagonista. Il Ciak d’oro alla miglior regia è stato assegnato ad Alessandro Gassmann per Il Silenzio Grande che è valso anche il Ciak d’oro al miglior attore a Massimiliano Gallo. Miglior attrice Protagonista è stata Serena Rossi per La tristezza ha il sonno leggero di Marco Mario De Notaris mentre protagonista dell’anno in una serie tv è stata Ludovica Martino per il ruolo di Eva nell’apprezzato adattamento italiano di Skam targato Netflix. Infine la migliore locandina è stata quella di Tutti per 1 - 1 per tutti di Giovanni Veronesi.

«I Ciak d’oro - ha dichiarato il direttore di Ciak, Flavio Natalia - si confermano un premio con una forza unica nel panorama del cinema. L’esplosione del numero di voti ricevuti, pari quasi a tre volte quelli raccolti lo scorso anno, quando erano stati 30 mila, dimostra sia la vitalità della formula sia il fortissimo desiderio di cinema del pubblico italiano».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
Le più commentate
Le più lette