Le storie

Ventuno scrittori per raccontare il futuro dopo la pandemia

Il libro curato da Michele Marolla, giornalista e scrittore

Corato mercoledì 11 novembre 2020
di La Redazione
Il libro Futuro anteriore
Il libro Futuro anteriore © n.c.

«Futuro anteriore - la vita che verrà in 21 racconti», edito da Gelsorosso, è il libro curato da Michele Marolla, giornalista e scrittore, in cui 21 scrittori hanno provato a immaginare i sogni e la quotidianità nel dopo pandemia.

Tutte le 21 storie rappresentano un mix di temi e di stili, con i quali gli autori hanno raccontato sia come saremo costretti a cambiare, sia come resteremo sempre uguali a noi stessi, parlando di inquietudini, di solitudini, di amori, di perversioni, di nostalgie, di violenza, di ossessioni, di ironia, di riscatto sociale, di informazione e persino del diavolo.

Un’immersione nella realtà, che parte dalla vita e approda al sogno, perché come afferma il protagonista del racconto introduttivo, «è fondamentale progettare la vita che verrà, senza guardare indietro, senza crogiolarsi nel malessere. Si deve sognare, il sogno è una necessità».

Oltre a quello di Marolla, il libro raccoglie i racconti del criminologo Domenico Mortellaro, del drammaturgo e regista teatrale Damiano Francesco Nirchio, dell’ingegnere-scrittore Giuseppe de Pinto e di firme affermate come le signore del giallo e del noir italiano, Gabriella Genisi e Paola Barbato, la giovane Antonella Capalbi e la lucana Caterina Ambrosecchia; giornalisti come Dionisio Ciccarese, Gianni Spinelli, Davide Grittani, Alessandra Colucci, Bepi Costantino, Valentino Losito, Annamaria Minunno e Grazia Rongo, quest’ultima con un racconto a fumetti del suo personaggio Greis; il rettore dell’Università di San Marino Corrado Petrocelli, il sociologo Onofrio Romano, il comunicatore Dino Amenduni, gli scrittori Giuseppe Di Pace e Pietro Battipede.

Lascia il tuo commento
commenti