La nota

Città Nuova: «Risultato elettorale chiaro segno di una insoddisfazione latente»

«Invitiamo tutti gli elettori ad andare a votare per il ballottaggio, per completare, in maniera coscienziosa e serena, quanto, già, espresso nella prima tornata di domenica e lunedì scorsi»

Politica
Corato venerdì 25 settembre 2020
di La Redazione
Da destra: Massimo Mazzilli e Antonio Patruno
Da destra: Massimo Mazzilli e Antonio Patruno © CoratoLive.it

«Il risultato elettorale ottenuto è il chiaro segno, quindi, di una insoddisfazione latente, di una situazione che, ormai, ha stancato il cittadino». È quanto scrive Città Nuova, il movimento di riferimento dell'ex sindaco Mazzilli, in un commento a quanto emerso dalle urne.

La nota di Città Nuova

«ll primo turno delle recenti consultazioni elettorali del comune ci ha consegnato, come risultato, la formazione di due ben distinti schieramenti: da un lato, quello che promette ad un immediato e radicale rinnovamento del modo di amministrare una città e, dall'altro, quello più "conservatore" che, dietro il paravento di una fantomatica "esperienza", tende a lasciar stare le cose così come sono. Il risultato elettorale ottenuto è il chiaro segno, quindi, di una insoddisfazione latente, di una situazione che, ormai, ha stancato il cittadino.

Chi, dopo il ballottaggio, sarà designato alla carica di Sindaco di Corato dovrà prendere atto di tale situazione e capire che la soluzione di determinati problemi non può più essere differita ulteriormente. Il nuovo Sindaco dovrà mostrarsi preparato e conoscitore della cosa pubblica, dovrà rimboccarsi le maniche e dare prova di fermezza, di immediatezza, di praticità nella scelta delle soluzioni, di ascolto delle varie parti sociali, di grande predisposizione verso i comportamenti tipici della democrazia e dare segni concreti di sostenibilità e di modernità. L'igiene della città, la manutenzione del suo verde, la sicurezza, la programmazione e lo sviluppo economico, la mancanza di personale comunale, l'immobilismo nel settore dell'urbanistica, l'assoluta mancanza di un'attività culturale e la mancanza di nuove infrastrutture non sono che una parte dei problemi che bisognerà affrontare e risolvere con immediatezza.

Per fare questo, anche la squadra di governo intorno al Sindaco dovrà, necessariamente, essere rassicurante e tranquilla, formata da gente capace, scevra da condizionamenti personalistici, ben radicata sul territorio e nel tessuto cittadino e che sappia rappresentare tutti i cittadini e non solo una parte dell'elettorato (solo di destra o solo di sinistra).

Noi di Città Nuova abbiamo deciso di non prendere parte a questa competizione elettorale. La nostra collocazione politica resta sempre la stessa: affermazione dei valori di moderazione, di uguaglianza, di responsabilità sociale, di convinto europeismo e di forte impulso verso qualsiasi azione che tenda allo sviluppo e al progresso della città .

È per questi motivi che invitiamo tutti gli elettori ad andare a votare per il ballottaggio, per completare, in maniera coscienziosa e serena, quanto, già, espresso nella prima tornata di domenica e lunedì scorsi. Noi voteremo chi saprà interpretare e tutelare i nostri valori e si impegnerà a portare avanti i punti programmatici evidenziati prima, nella consapevolezza che per Corato, dovrà necessariamente aprirsi una nuova stagione politica, moderna ed inclusiva».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Crai Dont ha scritto il 25 settembre 2020 alle 15:02 :

    Città Nuova?????? Quando si inaugura????? Rispondi a Crai Dont

  • Mario lupo ha scritto il 25 settembre 2020 alle 10:43 :

    Mi trova pienamente d’accordo, per questo andrò a votare obbligatoriamente per il cambiamento Rispondi a Mario lupo

  • Gino ha scritto il 25 settembre 2020 alle 09:46 :

    Ma chi sono? Rispondi a Gino