Speciale Elezioni

Speciale Elezioni 2020

Le News
Contenuto politico a pagamento

Rimettiamo in moto la città: si parta dai giovani per la rivoluzione gentile

Una nota della coordinatrice Flavia Fatima Ferrante

Politica
Corato martedì 15 settembre 2020
di La Redazione
Flavia Fatima Ferrante
Flavia Fatima Ferrante © n.c.

Non si può fare politica per i giovani, senza i giovani, per questo con il movimento politico Rimettiamo in moto la città e il candidato sindaco Corrado De Benedittis guardiamo al futuro e cerchiamo concretamente di dar seguito a questa affermazione.

Abbiamo raccolto, e stiamo raccogliendo, intorno a noi molte menti brillanti che hanno scelto liberamente di dare il proprio contributo alla costruzione di una idea di città che sia proiettata in avanti. Calcolando l’età media della nostra lista ci siamo resi conto che non supera i trentotto anni, molti di noi candidati sono giovani sotto i trenta e molti altri poco al di sopra. Quante volte ci è sembrato che la parola “giovani”, in questa città, si fosse svuotata di significato e contenuto e che fosse diventata un mero slogan ad uso e consumo di una politica vecchia e usurata. Rimettiamo in moto la città, il movimento politico di cui sono coordinatrice, è altro!

Già dalla sua nascita ha focalizzato la sua attenzione sui più giovani: nel 2018 abbiamo dedicato spazio ai coratini che sono stati costretti per ragioni di studio e di lavoro a lasciare la città, abbiamo incontrato le start up del territorio, lo scorso 12 settembre abbiamo organizzato un dibattito pubblico sul tema dal titolo “Giovani Fuoriclasse” e, soprattutto, con Corrado De Benedittis e le forze politiche della convergenza CAP 70033, abbiamo dedicato al tema una grande attenzione nel nostro programma politico.

Tutto questo non nasce per caso, siamo noi, in prima persona, a provare sulla nostra pelle il disagio di una condizione di eterna instabilità dovuta alla mancanza di prospettive lavorative serie e stabili.

Dobbiamo fare in modo che si creino qui le condizioni adatte a rilanciare lo sviluppo economico e a garantire un livello di occupazione giovanile dignitoso. In questo senso l’amministrazione comunale deve svolgere un ruolo da protagonista ponendosi come intermediario tra la domanda e l’offerta di lavoro, mettendo a sistema le esigenze delle aziende del territorio con le competenze di studenti e lavoratori, con il mondo della formazione e della ricerca. In questo le nuove tecnologie e il web possono essere di grande aiuto.

Nello specifico, nel nostro programma politico, abbiamo preso degli impegni ben precisi: lo stanziamento di almeno il 7% del bilancio alle politiche giovanili per creare tra le altre cose un network che colleghi scuola, università e imprese locali, un digilab connesso a realtà anche internazionali e un accelleratore di start up che sia la culla dei progetti imprenditoriali dei giovani coratini.

Facciamo in modo che si inverta la rotta per dare prospettive più solide ai giovani coratini, dateci fiducia, il 20 e 21 settembre, al consiglio comunale, votate Rimettiamo in moto la città.

https://www.rimettiamoinmotolacitta.it/

Lascia il tuo commento
commenti