Speciale Elezioni

Speciale Elezioni 2020

Le News
Le reazioni

Gravi accuse in una lettera anonima: Bovino, De Benedittis e Longo prendono le distanze

Nelle ultime ore ha fatto molto parlare di​ sé una lettera anonima, recapitata alle sedi dei partiti cittadini e ad alcune istituzioni, contenente gravi accuse e pesanti epiteti lesivi della dignità delle persone citate

Politica
Corato domenica 13 settembre 2020
di La Redazione
Vito Bovino, Nico Longo e Corrado De Benedittis
Vito Bovino, Nico Longo e Corrado De Benedittis © CoratoLive.it

Nelle ultime ore ha fatto molto parlare di sé una lettera anonima, recapitata alle sedi dei partiti cittadini e ad alcune istituzioni, contenente gravi accuse e pesanti epiteti lesivi della dignità delle persone citate, figure politiche, imprenditori e cittadini comuni.

«Le lettere anonime meritano un solo destino: essere cestinate. - scrive in una nota Corrado De Benedittis - È ciò che ho fatto io personalmente, insieme alle forze politiche della Cap 70033: Rimettiamo in moto la città, Demos-Democrazia solidale, Italia in comune, Italia viva, Partito democratico, Sinistra italiana, Rifondazione comunista, Partito Socialista, relativamente a uno squallido scritto anonimo che gira in città e che è stato spedito anche alla mia segreteria politica».

«Squalificante per chi le scrive, sono le affermazioni violente e sessiste, di vario genere, a danno della dignità delle persone menzionate, a cui va piena solidarietà. Ne prendiamo con forza le distanze. Nulla di più lontano dalla nostra cultura politica nonviolenta. A più riprese, abbiamo denunciato la presenza nel dibattito politico locale di un clima velenoso e mediocre, propenso al pettegolezzo e a gettare fango sulle persone. È urgente uscire da tale situazione avvilente. La campagna elettorale sia sui temi, sui problemi della città e sulle prospettive, nel pieno rispetto della dignità di tutti e tutte».

«Da diverse ore - dice Vito Bovino sui social - è stata resa nota la notizia di un documento anonimo che denuncia attività illecite di voto di scambio e promesse di favori. Abbiamo ricevuto e letto il documento ma certamente non vogliamo usare tutto questo per la nostra campagna elettorale, basata sulla forza delle nostre idee, del nostro programma e delle nostre donne e uomini. Ci dissociamo dalla macchina del fango e anzi esprimo a nome mio e dell’intera coalizione che rappresento, vicinanza e sdegno per le offese personali. Andiamo avanti con serietà, competenza, serenità e fiducia verso il futuro».

«Calunnie politiche miste a calunnie private - recita la nota di Nico Longo - connotate da intollerabile violenza sessista al solo scopo di inquinare la competizione elettorale. Direi che questo deficiente ha avuto già fin troppa visibilità. Torniamo alla competizione sana felici della reazione immediata che ha avuto tutta la comunità, così come i miei competitor con le rispettive forze politiche».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mimmo Lastella ha scritto il 13 settembre 2020 alle 14:53 :

    esprimo tutta la mia solidarietà alle persone fatte oggetto delle accuse non è possibile inquinare in questo modo una libera competizione elettorale che dovrebbe basarsi sui programmi e non sui pettegolezzi Rispondi a Mimmo Lastella

  • Ettore miscioscia ha scritto il 13 settembre 2020 alle 18:44 :

    Se andiamo avanti di questo passo non avremo mai un sindaco!!! Rispondi a Ettore miscioscia

  • Non se ne può ha scritto il 14 settembre 2020 alle 09:37 :

    A te Anonimo, hai fatto la scoperta dell'acqua calda. Sei casto e puro? Allora candidati sindaco e vediamo se sei in grado di risollevare il Paese dal degrado in cui è andato a finire. Le accuse possono essere fatte anche in momenti diversi dalle campagne elettorali ma invece è piu rimbombante scegliere di farlo ora. Se sei così arrabbiato e certo di ciò che denunci, fatti avanti e affronta e allora sì che avresti un effetto e un'influenza significativa sugli elettori. Rispondi a Non se ne può

  • Sciatavinn ha scritto il 14 settembre 2020 alle 10:14 :

    È bello sentire il bue che dice cornuto all’asino......quando invece si è esperti nell’inviare esposti...... Rispondi a Sciatavinn

  • Ettore miscioscia ha scritto il 14 settembre 2020 alle 15:03 :

    Infatti non se ne può. Rispondi a Ettore miscioscia