Elezioni

Demos: «Basta frammentazioni, il centrosinistra converga su De Benedittis»

Demos-Democrazia Solidale ​conferma l'appoggio a Corrado De Benedittis nelle prossime elezioni e diffonde una nota del coordinatore nazionale Paolo Ciani

Politica
Corato giovedì 16 gennaio 2020
di La Redazione
De Benedittis
De Benedittis © CoratoLive.it

Demos-Democrazia Solidale conferma l'appoggio a Corrado De Benedittis nelle prossime elezioni e, tramite il coordinatore nazionale Paolo Ciani, auspica «che non si verifichino ulteriori frammentazioni» e che «anche le altre forze di centrosinistra convergano su di lui».

«Apprezziamo molto la convergenza che si sta manifestando verso la candidatura di Corrado De Benedittis a Corato» scrive Ciani. «Già nelle precedenti elezioni amministrative Demos-Democrazia Solidale aveva appoggiato la sua proposta politica e siamo lieti che nuovi soggetti abbiano deciso di convergere verso la sua figura.

L’impegno politico e sociale che in questi anni ha caratterizzato il percorso di Corrado De Benedittis rappresentano in pieno lo spirito di Demos, di cui Corrado è membro nel Coordinamento Nazionale: una proposta politica comunitaria e non di frammentazione, orientata verso il bene comune per costruire il futuro, in ascolto delle esigenze di tutti e particolarmente di coloro che sono più in difficoltà nella società. La nostra identità si basa su tre elementi: un impegno politico ispirato dalla Dottrina Sociale della Chiesa, un’idea comunitaria e non individualista della democrazia, un modello di autonomie responsabile e solidale. Una proposta politica quella di Demos che, ricordiamo, ha già ottenuto a Corato un significativo riconoscimento nelle ultime elezioni.

Auspichiamo che non si verifichino ulteriori frammentazioni e che si avvii una riflessione da parte di quelle forze storicamente più vicine al vissuto di Corrado. Da parte nostra, consapevoli del suo valore, nel rinnovare il nostro appoggio alla sua candidatura, chiediamo anche alle altre forze di centrosinistra di convergere sulla sua persona, convinti che possa rappresentare la figura di sintesi per tutti».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • salvatore di gennaro ha scritto il 16 gennaio 2020 alle 13:45 :

    "Basta frammentazioni": un altro esempio di come la tv, ormai unica maestra di vita, abbia rovinato la lingua italiana, il cui culto, quello dell'idioma nazionale, è, come avviene nel resto del mondo, il primo segno di amor patrio. Il resto, sono solo chiacchiere, come le trite e vuote parole che accompagnano ogni campagna elettorale. La forma corretta è: "basta CON le frammentazioni". Grammatica a parte, finora Corrado non ha rivali. Ma cosa c'entra, nel suo programma, la Chiesa, l'idea comunitaria della democrazia, che nella sua etimologia, ha già di per sè il concetto di "popolare", l'autonomia responsabile, se ancora si è alla fase di ventilato (e lontanissimo) progetto? Ecco allora emergere la retorica bizantina, a noi tanto cara, tanto indissolubile, tanto "marchio di fabbrica". Rispondi a salvatore di gennaro

  • Amedeo Strippoli ha scritto il 16 gennaio 2020 alle 13:34 :

    L'idea di un solo uomo al comando non mi è mai piaciuta, ma per dare una svolta alla Città di Corato, mi sembra l'unica soluzione. Rispondi a Amedeo Strippoli

    Amedeo Strippoli ha scritto il 16 gennaio 2020 alle 16:40 :

    Magari due soli candidati: uno per il centrosinistra e l'altro per il centrodestra. E' troppo sperarlo? Rispondi a Amedeo Strippoli