A darne notizia - dopo la riunione di venerdì scorso - è proprio la coalizione di centrodestra che lo ha sostenuto durante la scorsa campagna elettorale

Giunta D'Introno: ci saranno ​Direzione Italia, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Idea e Lega

Secondo quando affermato dalla coalizione, il Sindaco ha riferito che «le scelte che si andranno a fare nei prossimi giorni definiscono un quadro amministrativo forte e compatto che garantisce stabilità al governo cittadino»

Politica
Corato domenica 14 luglio 2019
di La Redazione
Una immagine delle primarie tra Luigi Menduni e Pasquale D'Introno
Una immagine delle primarie tra Luigi Menduni e Pasquale D'Introno © Coratolive.it

Direzione Italia, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Idea e Lega Salvini Puglia: sono questi i partiti che dovranno essere rappresentati nella Giunta del sindaco D’Introno. A darne notizia - dopo la riunione di venerdì scorso - è proprio la coalizione di centrodestra che lo ha sostenuto durante la scorsa campagna elettorale.

«Venerdì 12 luglio - scrivono - si è svolto un incontro tra le forze politiche della coalizione di centrodestra. Vi hanno partecipato le delegazioni dei partiti Direzione Italia, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Idea e Lega Salvini Puglia, rappresentata dall'avv. Giovanni Riviello, vice segretario regionale del partito. All'unanimità è stato deliberato che tutte le forze politiche della coalizione di centro destra, comprese quelle non presenti in consiglio comunale, dovranno essere rappresentate nella Giunta di imminente nomina».

Secondo quando affermato dalla coalizione, il Sindaco ha partecipato all'incontro, ha espresso la sua soddisfazione e ha riferito che «le scelte che si andranno a fare nei prossimi giorni definiscono un quadro amministrativo forte e compatto che garantisce stabilità al governo cittadino».
Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • un cittadino ha scritto il 15 luglio 2019 alle 04:35 :

    ...sentiremo la mancanza di cotanta classe... Rispondi a un cittadino

  • salvatore di gennaro ha scritto il 14 luglio 2019 alle 13:02 :

    Dino ha notato la difficoltà attuale nel trovare lo spazio riservato ai commenti: gli consiglio di far arrivare subito il cursore alla fine, e di risalire poi. Tornando a noi, sarà dura far convivere tante idee. In Italia, mancando il "senso dello Stato" (molte volte ne ho spiegato i motivi), vi è la "nucleizzazione" delle idee e delle esigenze. Ricordiamoci sempre che in settant'anni di repubblica abbiamo avuto ben 65 governi centrali, monocolori compresi, a fronte dei 14 normali. Il dissidio è sempre in agguato, complice della totale mancanza dell'interesse collettivo. Ribadisco che mi sarebbe piaciuto vedere spesso girare per lo stradone, attenti a ciò che succede loro intorno, il sindaco e il comandante dei vigili urbani: penso che pochi conoscano i loro volti. Rispondi a salvatore di gennaro

  • Dino Mangano ha scritto il 14 luglio 2019 alle 07:52 :

    Com'è che ci sono rappresentanti di forza Italia e lega in quanto estromessi dalle votazioni? Da ignorante qualcuno può spiegare .(PS cara Corato live pubblicatela e non cestonate questa volta per poter scrivere sta sciocchezza ho dovuto giocare su avanti e indietro stranamente e nn come altre volte su altre informazioni Rispondi a Dino Mangano

    carlo mazzilli ha scritto il 14 luglio 2019 alle 12:21 :

    all aboard!!! avrebbe cantato ozzy osbourne! old style, tutti dentro per non scontentare nessuno! bellissimo, stabilità x tuuuuuutta la durata della legislatura, della amministrazione o come c***o si chiama!!! a proposito, redazione, togliete stà menata delle pubblicità prima dei commenti altrimenti non commenterò più! e non leggerò più i commenti degli altri! e poichè non potrò leggere i commenti non leggerò nemmeno le notizie! e quindi non visiterò più il giornale! Rispondi a carlo mazzilli