Dopo le bottiglie di spumante in piazza Sedile, base logistica del comitato elettorale di D’Introno, sono arrivati anche in fuochi di artificio e i “trenini” a ritmo di Samba

D'Introno dopo l'elezione: «La mia Giunta sarà strumento di unione»

Il neo sindaco ha immaginato cosa farà domani: «andrò al Comune, saluterò le persone che ci lavorano. Inizierò a programmare gli appuntamenti per la nostra azione amministrativa»

Politica
Corato lunedì 10 giugno 2019
di La Redazione
Pasquale D'Introno
Pasquale D'Introno © CoratoLive.it

«È indescrivibile la sensazione che provo, l’emozione». Ha esordito così Pasquale D’Introno, il candidato che gli elettori coratini hanno scelto come nuovo sindaco di Corato, quando il risultato delle urne lo ha visto vincitore.

Con 8.614 voti (57.1%) D’Introno ha battuto Claudio Amorese, fermo a 6.472 voti (42.9%). Il dato definitivo sull'affluenza, lo ricordiamo, mette però in luce il fatto che a votare sia stato solo il 38.6% degli aventi diritto, pari a 16.705 elettori (8.680 uomini e 8.025 donne).

Quando ormai dalle sezioni arrivavano notizie che non lasciavano spazi a dubbi, D’Introno ha iniziato a immaginare cosa fare domani: «andrò al Comune, saluterò le persone che ci lavorano. Poi inizierò a programmare gli appuntamenti per la nostra azione amministrativa».

Dopo le bottiglie di spumante in piazza Sedile, base logistica del comitato elettorale di D’Introno, sono arrivati anche in fuochi di artificio e i “trenini” a ritmo di Samba.

«Un bel momento per Corato - ha aggiunto il neo sindaco - finalmente ha un nuovo sindaco e un nuovo consiglio comunale che ora deve mettersi subito a lavorare in maniera importante e concreta. Puntiamo ad un ritorno alla normalità, alla speranza, a credere nel futuro. Toccherà a noi, cittadini scelti come sindaco e consiglieri, impegnarci con la nostra professionalità e il nostro buon senso a favore del territorio che merita tanto. Domani comincerò a verificare la tempistica per la costituzione del nuovo governo comunale. Le priorità sono l’ambiente, la pulizia, il verde, la sicurezza e il maggior presidio delle forze dell’ordine del territorio e le strade».

D’Introno ha concluso pensando alla squadra di governo: «bisognerà tener conto di una Giunta che sia non solo competente ma abbia anche a cuore le sorti dei vari assessorati e della città, che sia strumento di unione con tutte le forze di governo presenti all’interno del consiglio comunale».

I video in diretta da piazza Sedile


Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Sav lab ha scritto il 10 giugno 2019 alle 11:32 :

    Auguri sindaco, spero che sia il faro della legalità, a tal proposito una questione molto cuore a tutti i Coratini, Palazzo gioia a cui la vecchia amministrazione deve far fronte personalmente e di tasca propria anche nel momento in cui si trovi un accordo con il privato. Grazie Rispondi a Sav lab

  • luigi ha scritto il 10 giugno 2019 alle 07:17 :

    Auguri Pasquale, ti hanno dato la bicicletta.......... luigi Rispondi a luigi

    Maurizio ha scritto il 10 giugno 2019 alle 12:33 :

    Speriamo che la guida lui! Rispondi a Maurizio

    carlo mazzilli ha scritto il 10 giugno 2019 alle 11:40 :

    più che una bicicletta, gli hanno dato un tram... auguri per lui e noi tutti! Rispondi a carlo mazzilli