Dati definitivi

Comunali: l’affluenza si ferma al 65.8%, oltre 2 punti sotto il 2014. Europee al 70.9%

Lo scrutinio per le europee è iniziato già alle 23, poco dopo la chiusura dei seggi. Lo spoglio per le comunali inizierà invece domani alle 14

Politica
Corato domenica 26 maggio 2019
di La Redazione
Elezioni comunali
Elezioni comunali © CoratoLive.it

Sono stati chiusi alle 23 i seggi per questa tornata elettorale che mira ad eleggere la nuova amministrazione cittadina e i membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia.

L'affluenza finale è del 65.8% per le elezioni comunali e del 70.9% per le europee. Entrambi i dati sono al di sotto delle percentuali del 2014, quando a votare andò il 68.3% degli aventi diritto per le amministrative e il 73.9% per le europee.

Nel dettaglio, per le comunali 2019 hanno votato in 28.486, di cui 14.171 uomini (49.7%) e 14.315 donne (50.3%). Per le europee, invece, hanno votato 28.480 coratini, di cui 14.165 uomini (49.7%) e 14.315 donne (50.3%).

Alle 19 la percentuale era stata del 48.5% per le comunali e del 52.3% per le europee.

Lo scrutinio per le europee è iniziato già alle 23, poco dopo la chiusura dei seggi. Lo spoglio per le comunali inizierà invece domani alle 14.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • salvatore di gennaro ha scritto il 27 maggio 2019 alle 04:24 :

    Dai primi dati emergono alcune realtà: 1) i partiti che non governano, se emanazioni di ideologie (PD) e non espressioni personali di singoli individui non più attendibili (Forza Italia), anche se non hanno fatto alcunché di concreto, vengono "sempre" premiati, come speranze alternative; 2) gli italiani, notoriamente impreparati in politica, votano in generale col cuore, mai colla testa; 3) le proposte dei 5 stelle vengono "usate" e poi gettato tutto il resto, come cosa inutile o senza interesse; 4) ancor più divisa è l'Italia, con Roma, suo emblema fatiscente, che ha preso il posto del vecchio Stato della Chiesa, e cioè una barriera sempre più impenetrabile, che separa il nord dal sud. Salvini e Di Maio, sanguigni, narcisisti ed impreparati, sono ormai quello che "passa il convento". Rispondi a salvatore di gennaro