La conversazione sarà moderata da Rosa Siciliano, direttore editoriale della rivista “Mosaico di Pace”, membro del Movimento Pax Christi nonché dell’Ufficio Diocesano per i problemi sociali e del lavoro

I giovani della parrocchia Sacra Famiglia interrogano i candidati sindaco

Questa sera alle 20.30 nel salone della Parrocchia Sacra Famiglia​ (in via Palermo, 7) è in programma un nuovo confronto tra i nove candidati sindaco intitolato "La città che sogna

Politica
Corato lunedì 13 maggio 2019
di La Redazione
L'ingresso del salone della Parrocchia Sacra Famiglia
L'ingresso del salone della Parrocchia Sacra Famiglia © n.c.

Dopo quello con l'Aic - associazione imprenditori coratini - questa sera alle 20.30 nel salone della Parrocchia Sacra Famiglia (in via Palermo, 7) è in programma un nuovo confronto tra i nove candidati sindaco, intitolato "La città che sogna".

Ad organizzarlo sono i giovani della stessa Parrocchia che, dallo scorso mese di ottobre, sono impegnati in un percorso di formazione socio-politica, organizzato dalla comunità parrocchiale con la collaborazione dell’associazione “Cercasi un fine” di Cassano Murge.

«La finalità che intendiamo perseguire con questo appuntamento - spiega il parroco don Fabrizio Colamartino - è quella di una conoscenza concreta dei diversi programmi e delle motivazioni che stanno alla base dell'impegno dei candidati sindaco per la comunità cittadina: non siamo interessati a espressioni che possano indirizzarsi verso la polemica o sterili contrapposizioni. Ricerchiamo un momento di formazione e approfondimento che possa aiutarci a compiere liberamente e coscientemente le nostre scelte, secondo lo spirito che anima tutto il percorso di formazione».

La conversazione sarà moderata da Rosa Siciliano, direttore editoriale della rivista “Mosaico di Pace”, membro del Movimento Pax Christi nonché dell’Ufficio Diocesano per i problemi sociali, del lavoro, giustizia, pace e custodia del creato.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • un cittadino ha scritto il 13 maggio 2019 alle 16:51 :

    Il ricamo, la cucina, lo scambio di coppia non hanno fatto al Sud quello che gli spagnoli, i bizantini e la Chiesa hanno fatto. Rispondi a un cittadino

  • Gaetano Bucci ha scritto il 13 maggio 2019 alle 07:04 :

    Prima reciteranno tutti il rosario... poi tutti i salmi finiranno in Gloria. E in chiusura tutti alla sagra del l'ostia al cioccolato e del vin brulè. Altri dovrebbero essere i luoghi e i modi del confronto politico, che è dialettica aperta e franca e non una specie di "notte in cui tutte le vacche sono nere"... o non si vedono affatto. Rispondi a Gaetano Bucci

    fortuna.piarulli ha scritto il 14 maggio 2019 alle 06:42 :

    Gentilissimo Professore è stato scelto un luogo sacro per la benedizione e la distribuzioni dei santini è l'atto finale a conclusione di una santa giornata Rispondi a fortuna.piarulli

    carlo mazzilli ha scritto il 13 maggio 2019 alle 11:52 :

    ma scusa nino, non ti dispiace se ti chiamo nino, vero? dicevo che problema c'è se un gruppo di persone religiosamente orientate, si vuole informare e fare qualche domanda ai candidati? se ci fosse un gruppo di satanisti a corato e volesse fare la stessa cosa, non ci vedrei nulla di male... ormai le piazze, i comizi e le agorà come luogo fisico del confronto hanno fatto il loro tempo, sostituite da piazze elettroniche o da luoghi frequentati da gruppi con un interesse in comune, che potrebbe esserela preghiera, il ricamo, la cucina, lo scambio di coppie, et similia. pecchè no? Rispondi a carlo mazzilli