Dopo poco meno di 10 anni di ininterrotta amministrazione, oggi Luigi Perrone si è dimesso dalla carica di sindaco di Corato

Perrone lascia Palazzo di Città. «Spero che il mio impegno per Corato continui in Parlamento»

A quattro mesi dalla scadenza naturale del suo mandato, Perrone lascia: nelle elezioni politiche del prossimo 24 febbraio proverà a conquistare uno scranno in Parlamento

Politica
Corato sabato 29 dicembre 2012
di Giuseppe Cantatore
Il sindaco Luigi Perrone annuncia le sue dimissioni per candidarsi al Parlamento
Il sindaco Luigi Perrone annuncia le sue dimissioni per candidarsi al Parlamento © CoratoLive.it

Dopo quasi 10 anni di ininterrotta amministrazione, oggi Luigi Perrone si è dimesso dalla carica di sindaco di Corato.

La decisione era nell'aria da alcuni giorni, ma l'annuncio ufficiale è arrivato solo questo pomeriggio in un'apposita conferenza stampa convocata nella Sala Verde di Palazzo San Cataldo, al culmine di una giornata di incontri con le forze politiche cittadine, i capigruppo in Consiglio comunale e l'ultima riunione di Giunta.

A quattro mesi dalla scadenza naturale del suo mandato, quindi, Perrone lascia: nelle elezioni politiche del prossimo 24 febbraio proverà a conquistare uno scranno in Parlamento.

«Il mio è un atto dovuto e necessario per poter proseguire questo percorso politico - ha esordito il sindaco, commosso come in occasione del suo insediamento - ed è, oltre che un'ambizione, una richiesta del mio partito che premia la mia persona ed il lavoro svolto sinora.

Di recente - ha continuato - la situazione politica nazionale è precipitata, il Parlamento è stato sciolto in anticipo ed è stata prevista la possibilità per i sindaci di partecipare alle prossime consultazioni elettorali dimettendosi, però, dalla carica entro 7 giorni dallo scioglimento delle Camere, avvenuto lo scorso 22 dicembre. Così, dopo una valutazione ponderata e sofferta, ho deciso di dimettermi.

Concorrendo alle elezioni per il rinnovo del Parlamento, ho la possibilità di mettere a frutto l’esperienza maturata. Non abbandono la mia città alla quale ho dedicato, oltre che un’intera vita politica, dieci intensissimi anni di duro lavoro di sindaco e di impegno senza soste. Per questo ringrazio gli Assessori Comunali, i Consiglieri comunali, i partiti che hanno sostenuto l’Amministrazione, gli uffici ed il personale comunale con cui  ho condiviso il mio lavoro».

Perrone, che ha comunque 20 giorni di tempo per ritirare le dimissioni, lascia aperto uno spiraglio.

«Non ho certezze. Non mi sono ancora confrontato con i vertici romani e baresi e in questi 20 giorni verificheremo se ci sono le condizioni per poter correre in Parlamento. La situazione politica è confusa e tutto appare molto difficile. Ma le sfide difficili mi piacciono».

Per avere concrete possibilità di elezione, Perrone dovrebbe essere inserito nei primi posti della lista che consegnerà il Pdl, partito cui giura fedeltà. «Non salto da una parte all'altra», dice.

Di dimissioni, in ogni caso, si era parlato già a fine ottobre,180 giorni prima della scadenza naturale della legislatura.

«Ma in quel caso la città sarebbe stata certamente guidata dal Commissario Prefettizio e non avremmo potuto approvare il bilancio in Consiglio comunale. Oggi la situazione è diversa e c'è ancora un dubbio da sciogliere su chi guiderà la città, se un commissario o la stessa Giunta attualmente in carica guidata dal vice sindaco Beniamino Nocca».

Perrone è stato eletto la prima volta nel giugno 2003 e poi riconfermato nell'aprile 2008 con il 75% delle preferenze. Almeno fino a maggio (la naturale scadenza del mandato di sindaco, ndr) resterà in piedi anche la carica di presidente dell'Anci Puglia.

«Lascio una città in buone condizioni, con 20 milioni di euro di attivo nelle casse comunali ed evidentemente cresciuta sotto ogni profilo. Corato oggi è una realtà importante nell’intera Regione, un modello cui si guarda con molta attenzione. Questo mio gesto deve essere letto come un ulteriore atto d’amore per la mia città, che vuole progredire e che merita di avere un suo rappresentante in Parlamento per sostenere più vigorosamente le proprie ragioni», ha aggiunto Perrone, ricordando le figure dei due parlamentari coratini, il senatore Pasquale Lops e l'onorevole Gaetano Olivieri.

Domanda finale su chi raccoglierà il testimone nel centrodestra per la prossima campagna elettorale. La risposta è ermetica: «Oggi siamo qui per altro. Stiamo facendo le nostre valutazioni».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • pasquale di caterina ha scritto il 08 gennaio 2013 alle 16:44 :

    Leggo che la maggior parte dei commenti negativi sul Sindaco uscente riguardano le numerose buche che si trovano lungo le strade Coratine. Mahhh?!?! Mi chiedo come mai lo sguardo delle stesse persone non cada sulle innumerevoli cose belle che Corato adesso, dopo questi ultimi 10 anni, ha da mostrare. Io personalmente torno a Corato di tanto in tanto e forse per questo motivo, così come capita quando si vede una bambina dopo un po di tempo, mi rendo conto ogni volta di più di quanto sia cresciuta a differenza di chi magari la vede ogni giorno. Ma a me resta comunque impossibile non rendersi conto di tutto questo. E’ del tutto evidente che questi sguardi sono di parte. Basterebbe che gli stessi guardassero un po’ più in la per rendersi conto che altre amministrazioni oltre alle buche per le strade ci sono grosse falle finanziarie da colmare. INGRATI!!! DA PARTE MIA UN IN BOCCA A LUPO PER IL SUO NUOVO IMPEGNO PER IL NOSTRO TERRITORIO Rispondi a pasquale di caterina

  • Attilio De Palma ha scritto il 03 gennaio 2013 alle 13:37 :

    congratulazioni al Sindaco per aver preso una decisione molto importante , leggo che lascia il comune in attivo di 20 milioni ,ma mi spiega come mai la città e una groviera a cielo aperto ? non c’è strada che non abbia delle buche una vergogna per chi lascia la città in questa situazione complimenti Sindaco Rispondi a Attilio De Palma

  • franco dacorato ha scritto il 01 gennaio 2013 alle 19:13 :

    come per l’uscita di scena del Cavaliere,adesso non abbiamo più con chi prendercela-ciò nonostante abbiamo,forse,chiuso un’era politica decennale- ma abbiamo anche il dovere di poter pensare al futuro della città senza che nessuno cii imponga scelte "prese a maggioranza bulgara". Dovremo scegliere altra amministrazione, quindi, noi tutti dobbiamo,questo lo dobbiamo fare, imporci alla politica affinchè porti alle prossime elezioni cittadine trasparenza- competenza- democrazia - cultura - rispetto per l’ambiente- senza trascurare la solidarietà tra i cittadini,che ha sempre caratterizzato la nostra municipalità,nei momenti come quelli difficili che viviamo,non certo per colpa nostra- Rispondi a franco dacorato

  • Francesco Tarricone ha scritto il 01 gennaio 2013 alle 18:03 :

    Ma ex sindaco, possibile che in questi lunghi 10 anni non si è mai accorto delle periferie di Corato. Lei parla di miglioramento della città. Ma a quale parte di città si rivolge? Mi auguro che nessuno si sogni di darle il voto per mandarla al "Palamendo", come lo chiama lei. Ad oggi non abbiamo ancora capito, ad esempio, che fine hanno fatto i soldi del rione Belvedere. Ma si vergogni lei e tutti i suoi servi schiocchi. Rispondi a Francesco Tarricone

  • Forza Gino ha scritto il 01 gennaio 2013 alle 02:36 :

    GINO SEI UN GRANDE !!! SIAMO TUTTI CON TE !!! Corato avrà un parlamentare sicuramente. Rispondi a Forza Gino

  • miky inaff ha scritto il 31 dicembre 2012 alle 10:35 :

    leggetevi l’articolo di stamattina prima di parlare a vanvera Rispondi a miky inaff

  • viale friuli ha scritto il 31 dicembre 2012 alle 08:12 :

    Caro Sindaco, la prego di lasciare sulla sua scrivania un post-it per il prossimo occupante. l’impegno è molto semplice e dice: Ricordarsi della messa in sicurezza delle scale della Lottizzazione Friuli.(per ricordarle quelle che portano tanta gente al Mercato settimanale.) Se poi Lei dall’alto dello scranno Parlamentare riuscirà a vederle meglio e a realizzarle...meglio ancora. Rispondi a viale friuli

  • Sindaco Nuovo ha scritto il 31 dicembre 2012 alle 07:51 :

    Auguri di Buon Anno a tutti e di Buon Sindaco Nuovo a tutti.... Rispondi a Sindaco Nuovo

  • Luigi patruno ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 21:40 :

    Su, gino non demoralizzarti!Sei tutti noi, con la tua caratura tecnico-politica potrai fare cose egregie, come si fa a remare contro un coratino con tal pedigree? Certamente farai grandi discorsi che faranno conoscere alla nazione tutta che il dialetto coratino, tradotto nella nobile lingua del sommo poeta( per tua opportuna conoscenza Dante Alighieri) non ha nulla da invidiare al fiorentino DOC. Nelle nobili aule dove legiferarono i padri costituenti finalmente gino il coratino con la sua consolidata esperienza dimostrerà che anche noi abbiamo rappresentanti di alto profilo, capaci di dare un contributo importante al progresso della Patria. Ah! dimenticavo, anche con il bollino rosso certificato dal Presidente Vendola, il top, gino. Rispondi a Luigi patruno

  • cataldo Sciscioli Sciscioli ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 20:47 :

    Che sia una nuova Corato! Ce lo auguriamo. Bravo Arturo! È proprio vero che da qualche ’altare prestigioso’ si strizza l’occhio alla politica cittadina ! Ne sono rattristato. A ogni modo auguriamoci il meglio per la nostra città al di là delle piazze che si sono rifatte il trucco e di un teatro che viene restituito alla città proprio alla vigilia della tornata elettorale. Ma guarda che coincidenze! Non saranno forse le preghiere della chiesa? Rispondi a cataldo Sciscioli Sciscioli

  • Aldo Bari ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 19:37 :

    X non parlare del p.i.p piano insediamenti produttivi in via Bisceglie dicendo di espropriare i terreni... io non capisco cosa ha in mente di fare boooo la maggior parte dei proprietari hanno i figli carrozzieri meccanici e non possono costruire un mezzo capannone.... Xche? Devono assolutamente sbloccare i terreni su via Bisceglie altrimenti succede il casino. Rispondi a Aldo Bari

  • Tommaso Nuzzi ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 18:48 :

    Mi sono commosso pure io......ma poi penso alle mie lacrime quando vedo le buche nelle nostre strade e abbiamo 20 MILIONI dico 20 MILIONI di attivo e non si riescono a sistemare le strade......qualcuno mi sa dare una spiegazione? GRAZIE Rispondi a Tommaso Nuzzi

  • Peppin un grillon ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 18:27 :

    vedrete le sorprese e le delusioni per chi ha portato l’Italia allo sfascio morale e materiale........ persone che vivono di inciuci a vita passando sui "cadaveri delle persone (che hanno una dignità)" che hanno una "bella caratteristica" " l’arroganza e la presunzione con l’aggiunta dell’ignoranza "........ basta basta è ora di rinnovare tutto......... evviva questa vampata di rinnovamento:sinistra, ingroia, grasso, grillini, idv, ecc... Rispondi a Peppin un grillon

  • Arturo Castaldi ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 18:20 :

    Mi auguro che sorga una nuova luce per Corato. Rappresentanza di Corato in Parlamento? E a che pro! I 20milioni in cassa mi fanno ridere! Il comune non è un’azienda! Non deve avere utili e le entrate devono essere investite in opere di pubblica utilità: strade, scuole, edilizia popolare, sanità, servizi sociali, dignitosa accoglienza per gli stranieri. C’è tutto questo? Che cosa è stato fatto per tutto questo? Apriamo gli occhi e ricordiamocene, nel giorno del voto e occhio agli occhiolini strizzati da qualche altare di chiesa. Rispondi a Arturo Castaldi

  • aldo caputo ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 17:17 :

    E’ una vergogna come ha amministrato questo paese lasciato al degrado, vedi le strade, l’illuminazione pubblica, la pista ciclabile, su piove il paese e inagibile, vediamo solo su tutti gli appalti la tua presenza perrone idraullica forse un caso, figuriamoci al parlamento non saresti il primo ma basta Rispondi a aldo caputo

  • daniela zeta ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 15:20 :

    Forse c’e’anche un’altra accusa da attribuire al signor sindaco ed ai suoi portaborse: l’aver permesso l’apertura di troppi centri scommesse e sale-gioco. A momenti sono piu’ dei panifici!!!! Come avete potuto dare tutte queste autorizzazioni sapendo che le famiglie sono sul lastrico e i giovani si danno alla delinquenza e spaccio per andarci a giocare??? Siete stati molto superficiali, SIETE RESPONSABILI DEGLI ULTIMI FATTI DI CRONACA. Volete andare a Roma per spartire la torta piu’ grande, a Corato le ’fette’sono molto sottili!!! A rappresentare Corato,a Roma, in mezzo a tutti quei ladri, ci dovrebbe andare una donna, una casalinga, lei si che saprebbe amministrare quei 2 soldi che sono rimasti, con parsimonia ed equilibrio... Rispondi a daniela zeta

  • Giorgio Gabetti ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 14:40 :

    Mi sento davvero mortificato leggendo gli sterili commenti lasciati dai cittadini. Siete solo degli ingrati ed estremisti, perché solo questo può giustificare una spiccata vena critica nei confronti di colui che nel corso degli anni della sua legislatura quantomeno ha "fatto"!!! Forse bene , forse male ma ha preso delle posizioni e sono convinto che solo chi si espone e decide di "fare" diventa facile bersaglio di chi per sue incapacità resta indietro!!! Personalmente non ho una connotazione politica ma ho imparato negli anni che bisogna essere obiettivi ed oggettivi e non lasciarsi trasportare dalle proprie tendenze politiche perché si rischia seriamente di distorcere la realtà. Il sindaco Perrone, perché per me resterà per sempre l’unico Sindaco, ha fatto molto bene e come al solito , come tanti pecoroni, siamo bravi solo a sottolineare ciò che di poco irrisolto e’ rimasto!!! Complimenti Gino per il lavoro svolto e sarò tra i primi a sostenere la tua candidatura al Parlamento! Rispondi a Giorgio Gabetti

  • Plinio Ilvecchio ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 13:25 :

    Sarebbe un bel duo comico assieme a brunetta! Ma per il bene del paese,spero vivamente che non venga eletto.o meglio nominato,visto che qui preferenze non ce ne saranno,caro gino avrei preferito i conti in pareggio o in leggero debito,piuttosto di dover fare salti mortali quando piove per evitare pozzanghere e di essere investito da onde oceaniche di auto in transito.dare servizi alla gente!a questo servono le tasse,non serve tenere i soldi nel forziere!ci sono buche di dimensioni apocalittiche nelle quali tu ci entreresti in piedi e da fuori non ti si verrebbe,se amo la tua gente e la tua città queste cose,girando,avresti dovuto notarle.mi dispiace ma non avrai il mio voto,e come me spero quello di molti concittadini con la testa sulle spalle e la schiena dritta! Rispondi a Plinio Ilvecchio

  • Giacomo De Lillo ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 12:20 :

    Pino, la tua fin troppo ostentata vena ironica non è di piana e generale comprensione. Tu militi nella parte opposta a quella di Gino? Hai per caso aderito al partito di Storace? Rispondi a Giacomo De Lillo

  • aldo d’introno ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 12:08 :

    speriamo che tra 20 gg, quando si renderà conto che il parlamento non lo vuole, non ritorni a fare il sindaco il rischio è GROSSISSIMOOOOOOOOOO Rispondi a aldo d’introno

  • Pino Picca ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 11:06 :

    Ma come fanno i coratini a non comprendere che un rappresentante della nostra città sia fondamentale in Parlamento? Come si può remare contro qualcuno che potrebbe avere serie possibilità di raggiungere quell’ambito scranno? Certamente, ognuno ha il suo punto di vista e bisogna accettarlo, ma io personalmente non lo condivido, anche se Perrone non é di certo della mia sponda politica. Si può, anzi si deve avere un dialogo ed un confronto anche con chi milita dalla parte opposta. Sono convinto che il PDL non abbia nessuna chance di farcela a livello nazionale e che si prefigura una legislatura di centro-sinistra, ma sono altrettanto convinto, che sia pur all’opposizione un uomo di consolidata esperienza politica come lui, potrebbe essere di sicuro utile per noi coratini. L’esperienza all’ANCI Puglia ha ampiamente dimostrato quanto la sua caratura tecnico-politica abbia trovato apprezzamento, anche nelle frange del centro e della sinistra, con elogi dello stesso Presidente Vendola. Rispondi a Pino Picca

  • Billy Corato ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 09:02 :

    ...ma quale "modello" !!! E’ tutto approssimativo (es. piste ciclabili), è tutta apparenza (es. la periferia è lasciata a se stessa, piena di buche) e con tantissimo altro da fare... e con ben 20 MILIONI DI EURO DI ATTIVO ??? Non ci sono parole... AUGURI... Rispondi a Billy Corato

  • meno male ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 09:01 :

    si,splende il sole, ma purtroppo anche i nostri giovani hanno conosciuto quello che è un duce. Rispondi a meno male

  • capacità e partecpazione ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 09:01 :

    autoritario e incapace... Il bilancio deve essere in pareggio, la città ha bisogno di servizi ed interventi straordinari, nulla hai fatto contro l’inquinamento, per i disabili, per gli anziani, le strade sono un colabrodo, mezzi pubblici assenti e inefficienti e poi... cultura da circo, cemento fin sul ciglio delle strade (questi erano proprio i tuoi assessorati, quelli che ti contraddistinguono). Agricoltura abbandonata a se stessa, zona industriale dimenticata se non con qualche strada asfaltata per gli amici, devo continuare? Grazie per le mattonelle in centro (con cantieri disagevoli durati anni solo per far coincidere la riapertura con il tuo saluto finale), le panchine. Non ricordo altro. Il terzo anello e il Belvedere sono sulla carta. Il Teatro? Buono per il circo. Rispondi a capacità e partecpazione

  • aldo jak ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 08:21 :

    Finalmente,oggi splende il sole Rispondi a aldo jak

  • aldo bari ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 06:49 :

    GRAZIE GIGI IL CIELO è AZZURRO SU CORATO ....!!!!!! Rispondi a aldo bari

  • Angelo Mazzilli ha scritto il 30 dicembre 2012 alle 00:35 :

    Con un attivo pari a € 20.000.000 (venti milioni di euro!!!) non si è capaci di rattoppare i venti milioni di buche delle NOSTRE strade! ...vallo a raccontare alle pecore! Rispondi a Angelo Mazzilli

  • aldo d’introno ha scritto il 29 dicembre 2012 alle 21:04 :

    grazie Sindaco hai hai fatto risparmiare alla popolazione 4 mesi della Sua presenza.sperando che non sia una mossa per restare nella nostra Corato!!!! Rispondi a aldo d’introno