Ben 10 i punti all'ordine del giorno

Il Consiglio comunale approva il bilancio consolidato

L'assise si svolge in presenza e, dopo tanto tempo, è prevista anche la partecipazione dei cittadini: sono presenti i primi 25 in possesso di green pass che si sono prenotati tramite email

Politica
Corato martedì 23 novembre 2021
di La Redazione
Il consiglio comunale
Il consiglio comunale © CoratoLive.it

Oggi alle 17 si torna nella sala consiliare di Palazzo di città per il consiglio comunale. Ben 10 i punti all'ordine del giorno, a cominciare dall'approvazione del bilancio consolidato per l'esercizio 2020. L'assise si svolge in presenza e, dopo tanto tempo, è prevista anche la partecipazione dei cittadini: sono presenti i primi 25 in possesso di green pass che si sono prenotati tramite email. La seduta è comunque trasmessa via streaming dal Comune anche sulla pagina Facebook di CoratoLive.it. Sul nostro portale anche la diretta testuale.

Questi i punti all'ordine del giorno

1.   Approvazione del bilancio consolidato per l'esercizio 2020 (art. 11 bis del D.Lgs. n. 118/2011)

2.   Variante Urbanistica puntuale al P.I.P. in zona D1/B approvato con delibera di C.C. n. 533 del 27 novembre 1987, tesa a ridisegnare la maglia "M" attraverso uno scambio tra aree per "verde pubblico" e aree per "lotti edificabili", con permuta di aree di proprietà comunale, nonchè al completamento delle previsioni di Piano. Approvazione.

3.   Lavori di somma urgenza di messa in sicurezza del cornicione dell'edificio scolastico "N. Fornelli".

4.   Decreto Legislativo n. 50/2016 - Seconda modifica del Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2021-2023 ed elenco annuale 2021.

5.   Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000, art. 194 comma 1 lett. a). Riconoscimento di legittimità debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 45/2021 resa dal Giudice di Pace di Corato a conclusione del giudizio civile n. 41/2020 R.G. proposto c/ Comune di Corato.

6.   Ratifica deliberazione di G.C. n. 176 del 11/10/2021 ad oggetto: "Piano del fabbisogno del personale 2021/2023: Annualità 2021. Rimodulazione spesa conseguente stato attuazione per proroga contratti Agenti a tempo determinato a tutto il 31/12/2021, a seguito della proroga dello stato di emergenza Covid-19 alla medesima data".

7.   Ratifica deliberazione di Giunta Comunale n. 193 del 28/10/2021 avente ad oggetto: "Variazioni in via d'urgenza al Bilancio di Previsione 2021-2022-2023 ex art. 42 co. 4 e art. 175 co. 4 D. Lgs. 267/2000. Approvazione."

8.   Bilancio di Previsione 2021/2023 annualità 2021 - Variazione di Bilancio ai sensi dell'art. 175 del D. Lgs. n. 267/2000.

9.   Programma Comunale per il Diritto allo Studio (L.R. 31/2009) - Anno 2022.

10.  Approvazione del Regolamento per la concessione della cittadinanza onoraria, civica benemerenza ed encomi.

La diretta video è disponibile cliccando qui

La diretta testuale

Ore 17.38. Al via il consiglio comunale. Assenti Perrone, Carminetti, Bovino Michele, Valente, D'Introno. Il consiglio si riapre al pubblico. Sono sei su 25 posti disponibili i cittadini che hanno scelto di assistere in presenza. Prima dell'avvio dei lavori è stato osservato un minuto di silenzio dedicato ad Antonio Molinini, il giovane musicista coratino recentemente scomparso.mere 

Ore 17.42. Salerno: esprimiamo solidarietà al sindaco De Benedittis per i gravi atti intimidatori ricevuti. Non vogliamo strumentalizzare ma abbiamo chiesto a più riprese concretezza. Qualcosa è stato fatto ma bisogna accelerare e noi siamo pronti a collaborare. Inoltre segnalo che in via Faustina Kowalska da 10 giorni le luci sono spente.

Ore 17.44. Bovino: anche io voglio esprimere solidarietà. Al contrario di Salerno dico che non ci sono miglioramenti. C'è forta preoccupazione. Lei come sindaco ha poteri molto importanti, mi auguro che gli eserciti nei luoghi opportuni. Mi auguro che per il Natale coratino si facciano ruotare i fornitori locali, nel rispetto delle norme. 

Ore 17.48. Mascoli: esprimo anche io solidarietà. Posso garantire che è stato fatto tutto il possibile per attenzionare questo fenomeno. Inoltre ricordo che con Strade per Strade è stato assegnato un milione di euro. La scadenza è a febbraio. Chiedo al sindaco se ci si stia occupando di questa cosa e qual è lo stato dell'arte. Inoltre voglio sottolineare l'importanza di un supporto per l'olio coratino.

Ore 17.50. Tarantini: il problema sicurezza nasce anche dalle carenze del personale della forza pubblica che lavora già alacremente per la nostra sicurezza. Me ne sono reso conto personalmente. Qui c'è una microcriminalità (giovanile) che sta prendendo il sopravvento. Il problema è molto seria. Consiglio pattugliamento in borghese e l'impiego dell'esercito. 

Ore 17.54. Malcangi: anche da parte nostra solidarietà al sindaco. Di Bartolomeo esprime la vicinanza di tutta la maggioranza.

Ore 17.57. Arsale: In piazza Almirante qualche mese fa sono state collocate delle giostrine. Queste giostrine sono state transennate. Successivamente nella stessa zona sono state collocate alcune attrezzature sportive. Anche in questo caso l'operazione non è stata ultimata. Inoltre è stata lasciata una montagnola di terriccio che non è stata rimossa. Attraverso le sollecitazioni che mi sono state fatte, chiedo come mai non si riesca a completare l'installazione di questi strumenti.

Ore 18.02. Antonella De Benedittis: Sulla sicurezza credo che sia importante avere chiaro che non possiamo semplificare un discorso complesso. Non possiamo generalizzare. In città abbiamo assistito a più situazioni violente. Le risse dei ragazzi di quest'estate sono figlie anche di questo periodo (di pandemia). Infatti non è capitato solo tra soliti noti ma anche tra bravi ragazzi. Poi c'è la violenza legata allo spaccio, oggi in maniera più significativa. C'è una violenza di gruppi più pericolosi. C'è una violenza da parte di gruppi criminali che guardano a Corato come terra di nessuno, dove poter affermare la loro presenza. E questa è la più pericolosa. Il sindaco ha fatto notizia di reato, non si tratta di selfie o altro ma di un atto molto forte, una presa di responsabilità molto forte su un tema complessa. Quell'atto forte potrebbe aver scatenato un atto intimidatorio e come consigliera e non solo, sono molto preoccupata. 

Ore 18.08. Tambone: Si chiede a gran voce la sicurezza. Io vorrei sostituire a sicurezza, chiedo la ricerca di Corato che la società sembra aver smarrito. Cercare la pace significa non avere la sicurezza come obiettivo, perché non c'è guerra. Oggi cerchiamo la sicurezza attraverso la militarizzazione della città, città piena di ragazzi sbandanti, vittime della tracotanza dei più ricchi che propongono modelli sbagliati. Sono vittime della mancanza di lavoro, della schiavizzazione dei lavoratori. Faccio questa riflessione affinché si guardi in modo diverso a questi ragazzi. Ne ho conosciuti diversi e loro mi hanno detto che se avessero avuto modelli diversi non avrebbero spacciato.

Ore 18.12. Palmieri: credo sia il momento di essere forti tutti insieme. La parte buona di questo paese deve far sentire la sua voce. Dimostrino che tutti sono dalla stessa parte. Che non hanno paura di reagire a questi fenomeni. Grazie alle denunce si possono risolvere questi problemi. Quando il sindaco ha parlato di fiaccolata, voleva con l'amministrazione farsi sentire vicino alla cittadinanza e sentire la vicinanza dei cittadini. Noi, caro sindaco, ci siamo. Facciamola questa dimostrazione.

Ore 18.17. De Benedittis: Grazie a tutti per la vicinanza. Sul tema sicurezza si sta facendo un lavoro profondo, chirurgico e politico. Devo attestare in quest'aula il forte impegno della prefettura e delle forze dell'ordine. Si sta facendo un lavoro nel segno della collaborazione tra tutte le istituzioni, incluso il Comune. Domattina alle 10 avremo un nuovo comitato provinciale sulla sicurezza pubblica proprio su richiesta del prefetto Bellomo. L'attenzione su Corato è forte e che abbiamo ottenuto anche questa attenzione. Nessuno ha mai sminuito la complessità del problema. Dire la situazione è sotto controllo è la garanzia che ci danno le fdo, la sintesi del comitato. Io dal primo momento ho sollevato la complessità di questa situazione da ridurre a episodi. Se la si vuole realmente affrontare va esaminata in tutte le sue parti. L'amministrazione vuole rompere la cultura del silenzio, dire a chiare lettere quali sono i problemi della nostra città. Sulla morte di Victor, il ragazzo albanese ucciso in largo Abbazia, cadde il silenzio e rimasi perplesso del fatto che in quella piazza, il giorno dopo, c'era un evento dell'estate coratina. Mi aspettavo un giorno di lutto cittadino, il funerale, la sospensione dell'evento. Non accadde nulla. Rompere la cultura del silenzio significa anche decidere di non convivere con la paura di denunciare. Girando per la città vengo a sapere che i negozianti (di cui mai si era detto) subiscono intimidazioni e non da oggi ma nel tempo. Scopro che anche cantieri, imprese edili subiscono ricatti. I problemi non escono dal nulla ma da un humus che gli ha partoriti. Siamo davanti anche ad un fenomeno giovanile, di ragazzi che compiono anche atti gravi. In questo caso ha ragione Tambone: vanno messe in campo forme sociali importanti e vanno fatte analisi  precise. Noi queste politiche di rigenerazione sociale le abbiamo cominciate a fare con Sciucuà. Quindi, a problemi complessi si risponde con risposte complesse. Ho portato di persona, con una relazione, la notifica di reato. Io ho fatto parzialmente la mia parte. Bisogna denunciare! Non bisogna militarizzare la città ma bisogna lavorare diversamente. Ricordo anche che l'Esercito non ha funzione di ordine pubblico. Noi stiamo chiedendo di rafforzare l'organico delle forze dell'ordine. Con delibera di giunta abbiamo deciso di aderire (e siamo stati ammessi) ad Avviso Pubblico, associazione di amministratori pubblici per la tutela della legalità. Inoltre siamo disponibili ad una collaborazione con gli istituti di vigilanza privata e abbiamo investito risorse importanti nella polizia locale. Ieri sono stato dal procuratore generale Nitti per fare il punto della situazione. Concludo raccogliendo l'appello di Palmieri: una grande manifestazione pubblica per la legalità va fatta, magari per sabato prossimo con una parola d'ordine: denunciare, senza paura!

Ore 18.45. De Benedittis ad Arsale. Sulle giostrine, i lavori sono in corso ma io vorrei sottolineare l'aspetto positivo. Stiamo riempendo le piazze di giostrine. Ci sono oggettivi problemi di forniture delle giostrine ma la cosa sta andando avanti. Sull'illuminazione pubblica: ci sono gravi problemi. La luce va via quando piove e la causa sono impianti obsoleti. Inoltre c'è qualcuno che va a manomettere l'illuminazione e provvederò a fare denuncia. Su via Trani stiamo facendo affidamento per la sostituzione dei cavi. Va rimodernato però l'intero impianto. A Mascoli sul milione di euro per Strade per Strade. L'ingegner Di Bari sta per affidare la progettazione che sarà conclusa a dicembre e a gennaio sarà presentato il progetto. 

Ore 18.54. Marcone alla richiesta di Bovino sul Natale 2021. Il 16 novembre è stato pubblicato un avviso pubblico. La garanzia che avvenga una rotazione dei fornitori è quello che ci auspichiamo anche noi. È un avviso pubblico che tende a fissare dei paletti: le proposte saranno esaminate da una commissione di nomina dirigenziale e sarà resa nota una graduatoria.

Ore 19.00. Varesano sulle giostrine. Abbiamo voluto dare un'impulso a questo settore, finora carente. Abbiamo dato un'indirizzo molto forte: dotare le piazze di strumenti per bambini, anziani e fragili. I tempi si sono prolungati per ritardi degli ordini. Adesso sono state tutte montate ma per quanto riguarda piazza Almirante, l'area maggiormente attrezzata, l'area per i bambini più piccoli che necessitava di una sistemazione del terreno, abbiamo previsto in seguito una pavimentazione drenante.

Ore 19.05.Primo punto all'ordine del giorno: approvazione del bilancio consolidato per l'esercizio 2020 (art. 11 bis del D.Lgs. n. 118/2011). Muggeo: il bilancio consolidato è un documento consuntivo di esercizio che analizza il bilancio del comune e delle partecipate. Il bilancio consolidato pone dei vincoli, ad esempio sul tema delle assunzioni. Con l'approvazione del bilancio consolidato potremo definire altre operazioni di assunzione.

Ore 19.10. Salerno: Il voto di direzione consolidato non può che essere non favorevole, coerente con il nostro voto del consuntivo 2020. Sindaco e assessore Muggeo, cogliamo l'occasione per chiedere che fine ha fatto una nostra richiesta di accesso agli atti fatta a giugno. Risponde la dottoressa Leone. La richiesta di accesso agli atti di Direzione Corato, all'epoca fu chiesto di ottenere tutti gli accertamenti, le reversali e vi fu risposto che erano in corso gli accertamenti. All'esito di quella interlocuzione la SiXt ha portato una reportistica molto corposa, difficile da condividere. Abbiamo anche fatto richiesta di un parere al soggetto che ci cura la normativa privacy perché in quella reportistica sono indicati anche dati sensibili. Quei dati non sono tutti ostensibili e comunque all'epoca feci una relazione che riepilogava i contenuti dei dati che mi sono stati forniti. Se volete ve la posso inviare. Dall'esame dei dati della SiXt è emerso che i crediti di dubbia e difficile esazione, ammontano a 16 milioni di euro (e non 3 milioni e 300). Quei dati alla fine mi hanno dato ragione. Io non so quanti di quei crediti potranno trasformarsi in entrate vere e proprie. Salerno: Questa è una cosa importantissima. Io ricordo che si è dato un voto di approvazione al consuntivo e all'azione effettuata in quel frangente dove lo stesso collegio dei revisori dei conti aveva espresso un parere che aveva sottolineato una mancata analisi. Lo stesso collegio aveva chiesto di approfondire. La Leone: Ho mandato anche al collegio dei revisori dei conti la relazione. Salerno: attendiamo anche noi allora questa relazione. Noi abbiamo dato tutto il tempo per fornire questa documentazione senza dire nulla.

Ore 19.20. Bovino: Anche alla luce di quello che il consiglio di stato ha decretato, credo che questa questione debba essere oggetto della prossima commissione bilancio. De Benedittis: Sono contento che sia stata sollevata la questione. Evidentemente si sta facendo sui conti pubblici del nostro Comune un lavoro di trasparenza. Non ci avete lasciato un paradiso terrestre, quanto un purgatorio. Ricordo che aver tolto da bilancio quei 3 milioni non significa averci rinunciato. Salerno: Sindaco lei ha la capacità di portare a sé tutto quello che è oggetto di discussione come se fosse un colpevolizzare le amministrazioni precedenti. Lo ripeto: la SiXt ha espletato tutti i passaggi dovuti per arrivare in possesso di queste somme. Che responsabilità può avere la SiXt o l'amministrazione allora in carica se il cittadino di disagi e crisi economica si ritrova a non poter pagare? Mascoli: Chiedo, sono state espedite tutte quelle procedure per poter riscuotere queste somme? Colonna a Salerno: senza colpevolizzare nessuno, i crediti se sono di dubbie esazione probabilmente mancano documenti specifici. Quindi se dovevano esserci controlli atti a queste verifiche, vuol dire che la tesi della dirigente dell'ufficio era fondata. De Benedittis: Nessuno giudica l'operato della SiXt. È importante appurare se queste somme sono o no nella disponibilità del Comune. La cosa importante è stata ripulire il bilancio di soldi solo nominali. Dentro quelle somme c'è chi suo malgrado difficoltà economiche ma ci sarà anche qualcuno che ha fatto evasione fiscale. Pisicchio: due domande: a quali anni si riferiscono i crediti non esigibili? Risponde la Leone: gli anni precisi non li saprei. Una cosa è certa, è un controllo mai fatto da parte del Comune alla SiXt.

Votazione: 15 voti favorevoli, 4 contrari (Direzione Corato e Bovino), 1 astenuto (Mastrodonato). Bilancio approvato

Ore 19.48. Punto due. Variante Urbanistica puntuale al P.I.P. in zona D1/B approvato con delibera di C.C. n. 533 del 27 novembre 1987, tesa a ridisegnare la maglia "M" attraverso uno scambio tra aree per "verde pubblico" e aree per "lotti edificabili", con permuta di aree di proprietà comunale, nonchè al completamento delle previsioni di Piano. Approvazione.

Votazione: 19 voti favorevoli, punto approvato all'unanimità.

Ore 19.51. Punto tre. Lavori di somma urgenza di messa in sicurezza del cornicione dell'edificio scolastico "N. Fornelli". Sinisi: Qualche mese fa era caduto un pezzo di intonaco con una parte di tufo. Per evitare danni maggiori, si è provveduto ad un intervento d'urgenza. 

Salerno: Chiedo un emendamento al titolo della proposta di delibera. Non credo sia opportuno che l'oggetto sia lavori di somma urgenza ma approvazione di debito fuori bilancio.

Votazione: Emendamento votato all'unanimità con 20 voti favorevoli. Punto approvato con 20 voti favorevoli.

Ore 20.04. Punto quattro. Decreto Legislativo n. 50/2016 - Seconda modifica del Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2021-2023 ed elenco annuale 2021.Sinisi: Si tratta di una serie di operazioni legate all'edilizia scolastica. Il rifacimento del solaio di tre aule alla Santarella, la candidatura e l'ottenimento della messa in sicurezza su Battisti, Fornelli e Piccarreta per un importo di 200mila euro. Il rifacimento complessivo del cornicione del Fornelli e l'anticipo nel piano 20-22 della messa in sicurezza della palestra del Fornelli.

Tarantini chiede se su questi edifici sono o saranno installati dei pannelli per il risparmio energico. Risponde Sinisi: la strategia prevede la messa in sicurezza e l'efficientamento energetico. Sul Fornelli ci sono già i pannelli e noi continueremo a lavorarci. Bisogna ricordare che efficientemente energetico significa anche una coibentazione delle strutture, il rinnovo delle finestre ad esempio. L'idea è quella di intercettare finanziamenti e lavorare verso questa direzione. Stiamo già lavorando su un finanziamento per il palaLosito.

De Benedittis: il tema scuola è al centro della nostra attenzione, sia sul versante sicurezza degli edifici (produzione di certificazioni, ad esempio), sia per l'efficientamentrgetico. Abbiamo vinto un bando per la riqualificazione delle palestre di Fornelli e Piccarreta.

Salerno. Lungi da noi non riconoscere l'importanza di questi interventi. In virtù della nostra posizione precedente sul bilancio, noi non parteciperemo alla votazione.

Votazione: 17 voti favorevoli. Punto approvato all'unanimità.

Ore 20.17. Punto cinque.  Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000, art. 194 comma 1 lett. a). Riconoscimento di legittimità debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 45/2021 resa dal Giudice di Pace di Corato a conclusione del giudizio civile n. 41/2020 R.G. proposto c/ Comune di Corato. Bucci: Si tratta di una sentenza legata a un risarcimento danni. L'importo è di circa 4mila euro. 

Votazione: 19 voti favorevoli. Punto approvato all'unanimità.

Ore 20.20. Punto 6. Ratifica deliberazione di G.C. n. 176 del 11/10/2021 ad oggetto: "Piano del fabbisogno del personale 2021/2023: Annualità 2021. Rimodulazione spesa conseguente stato attuazione per proroga contratti Agenti a tempo determinato a tutto il 31/12/2021, a seguito della proroga dello stato di emergenza Covid-19 alla medesima data". Muggeo: si tratta della proroga dei contratti degli agenti a tempo determinato fino al 31 dicembre. 

Votazione: Alla votazione non ha partecipato Direzione Corato. 17 voti favorevoli. Punto approvato all'unanimità.

Ore 20.25. Punto 7. Ratifica deliberazione di Giunta Comunale n. 193 del 28/10/2021 avente ad oggetto: "Variazioni in via d'urgenza al Bilancio di Previsione 2021-2022-2023 ex art. 42 co. 4 e art. 175 co. 4 D. Lgs. 267/2000. Approvazione." Muggeo: Si tratta di un finanziamento del Gal per l'inserimento di nuove videocamere. La scadenza era il 30 novembre, per questo motivo abbiamo fatto questa variazione in extremis per evitare di perdere il finanziamento. 

Votazione: Alla votazione non ha partecipato Direzione Corato. 17 voti favorevoli. Punto approvato all'unanimità.

Ore 20.28. Punto 8.  Bilancio di Previsione 2021/2023 annualità 2021 - Variazione di Bilancio ai sensi dell'art. 175 del D. Lgs. n. 267/2000. Muggeo: Il bilancio di previsioni può subire delle variazioni. Sono tutti interventi di una certa importanza: parliamo della messa a norma del servizio antincendio della scuola Fornelli, la messa in sicurezza della palestra del Fornelli, ad esempio. Ci sono anche variazioni di minor entità.

Votazione: Alla votazione non ha partecipato Direzione Corato. 17 voti favorevoli. Punto approvato all'unanimità.

Ore 20.44. Punto 9. Programma Comunale per il Diritto allo Studio (L.R. 31/2009) - Anno 2022. Marcone: questo piano che abbiamo elaborato risente come lo scorso anno dell'emergenza sanitaria. Abbiamo ritenuto che questo piano non dovesse perdere l'obiettivo: ovvero assicurare al mondo scolastico una corretta attenzione. Il piano ovviamente prevede tutti i servizi dedicati ai 4-4.500 studenti di Corato. Dal prossimo anno pensiamo di assicurare un servizio di mediazione linguistico-culturale per l'iscrizione sempre più importante di bambini immigrati, così come pensiamo ad un servizio di supporto psico-pedagogico (sportello comunale). Il servizio baby sitting per gli studenti adulti.

Salerno chiede un chiarimento sugli importi dei vari servizi e progetti. Marcone: si tratta di importi indicativi. De Benedittis: Evidenzio che siamo in anticipo rispetto alle scadenze (era il 30 novembre, prorogato al 15 dicembre). Noi siamo perfettamente in tempo. Lo dico per l'attenzione al tema ma anche per ringraziare l'assessore Marcone, i consiglieri-docenti e voglio sottolineare lo spirito di riforma di questo piano ovvero il tentativo di rispondere ai bisogni del mondo della scuola. Questi servizi li finanzieremo con fondi comunali e regionali. Antonella De Benedittis: Ritengo che questo piano sia una novità importante per una scuola in continua emergenza e che si sente lasciata sola. È un piano che mette al centro le vulnerabilità. Aldo Addario: Questi strumenti sono importanti perché hanno ricadute importanti sul nostro tessuto economico. Noi investiamo 5mila euro, sul territorio ritornano 450mila euro.

Votazione: 20 voti favorevoli. Punto approvato all'unanimità.

Ore 21.18. Punto 10. Approvazione del Regolamento per la concessione della cittadinanza onoraria, civica benemerenza ed encomi. Colonna. con questo regolamento si vuole attribuire la cittadinanza a chi si è distinto in ambito nazionale e sovranazionale ma anche nei confronti della nostra cittadina. A Corato - a parte Mussolini da parte del podestà-  non è mai stata riconosciuta a nessuno la cittadinanza onoraria. De Benedittis: la prima cittadinanza onoraria che proporremo sarà per il milite ignoto, come proposta dell'Anci nazionale. Salerno chiede che la consulta della cultura (ne sollecita la pronta formazione) possa dare un parere o una valutazione sui nomi da proporre, chiedendo l'emendamento del punto 5. Colonna non è d'accordo, dicendo che la partecipazione alla discussione sui nomi è già garantita. Si apre un ampio dibattito sul tema che porta alla votazione all'emendamento proposto da Salerno. Sull'istituzione delle consulte, il sindaco comunica che l'iter è quasi concluso e si comincerà a breve. Emandamento approvato.

Votazione: 19 voti favorevoli. Punto approvato all'unanimità.

Ore 22.20 La seduta è terminata.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Aldo ha scritto il 24 novembre 2021 alle 22:16 :

    Salerno ci fai capire cosa vuoi dalla vita? Rispondi a Aldo

  • Pier Luigi ha scritto il 24 novembre 2021 alle 08:12 :

    "Assente Perrone". Rispondi a Pier Luigi

    Sacc ha scritto il 24 novembre 2021 alle 09:32 :

    Si dimettesse almeno, a che serve restare come un fantasma? Rispondi a Sacc

  • Vito Zitoli ha scritto il 23 novembre 2021 alle 17:43 :

    Bravo tambone Rispondi a Vito Zitoli

Le più commentate
Le più lette