Ben 13 i punti all'ordine del giorno di questa seduta straordinaria

Consiglio comunale: novità su scuola, teatro e sanità. Tra 7 giorni si torna in Aula

Il pubblico non è ammesso, ma è assicurata la diretta streaming a cura del Comune, trasmessa anche sulla pagina Facebook di CoratoLive.it. Sul nostro portale anche la diretta testuale

Politica
Corato mercoledì 20 ottobre 2021
di La Redazione
Il consiglio comunale
Il consiglio comunale © CoratoLive.it

Oggi alle 16 si torna nella sala consiliare di Palazzo di città per il consiglio comunale. Ben 13 i temi all'ordine del giorno di questa seduta straordinaria. L'assise si svolge in presenza e il pubblico non è ammesso, ma è assicurata la diretta streaming a cura del Comune, trasmessa anche sulla pagina Facebook di CoratoLive.it. Sul nostro portale anche la diretta testuale.

Questi i punti all'ordine del giorno:

1.    Comunicazione del Sindaco
2.    Comunicazione atti adottati
3.    Nomina della Commissione Comunale  per la formazione e l'aggiornamento degli Albi permanenti dei Giudici Popolari di Corte d'Assise e Corte d'Assise d'Appello.
4.    Integrazione e modifica Art. 18 co. 5 dello Statuto Comunale.
5.    Integrazione e modifica Art. 57 del Regolamento del Consiglio Comunale.
6.    Ratifica deliberazione di G.C. n. 153 del 2.9.2021 ad oggetto: Indirizzi per la ricerca in locazione di immobili da adibire a sede scolastica per l'anno 2021/2022. Adozione variazione in via d'urgenza ai sensi dell'art. 175 commi 4 e 5 D. Lgs. n. 267/2000.
7.    Riutilizzo a fini irrigui delle acque reflue affinate licenziate dal depuratore a servizio dell'abitato di Corato. Approvazione in via definitiva del progetto definitivo costituente approvazione di variante urbanistica al PRG ed apposizione di vincolo preordinato all'esproprio.
8.    Concessione di sottosuolo lungo le strade extraurbane comunali per connessione alla rete idrica rurale del Consorzio "Terre d'Apulia" da parte di privati.
9.    Decreto Legislativo n. 267/2000 - Art. 194 Lett. A) - Riconoscimento di legittimità debito fuori Bilancio in favore di Agenzia Entrate Riscossione corrente in Bari per mancato pagamento cartelle esattoriali. Anni 2011-2019.
10.    Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000 - Art. 194 comma 1 Lett. A)  - Riconoscimento di legittimità debito fuori Bilancio derivante dalla sentenza n. 12/2021 resa dal Giudice di Pace di Corato a conclusione del giudizio civile n. 109/2020 R.G. proposto c/ Comune di Corato.
11.    Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000 - Art. 194 comma 1 Lett. A)  - Riconoscimento di legittimità debito fuori Bilancio derivante dalla sentenza n. 25/2021 resa dal Giudice di Pace di Corato a conclusione del giudizio civile n. 371/2020 R.G. di opposizione a decreto ingiuntivo n. 100/20 - RG 203/20  proposto dal Comune di Corato.
12.    Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000 - Art. 194 comma 1 Lett. A)  - Riconoscimento di legittimità debito fuori Bilancio derivante dalla sentenza n. 147/2021 resa dalla Terza Sezione del TAR Puglia - Bari a conclusione del giudizio amministrativo contrassegnato al n. 1153/2020 R.R.  proposto c/ Comune di Corato.
13.    Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000 - Art. 194 comma 1 Lett. A)  - Riconoscimento di legittimità debito fuori Bilancio derivante dalla sentenza n. 192/2021 resa dal Tribunale di Trani - Sezione Lavoro a conclusione della causa di lavoro contrassegnato al n. 841/2014 R.G.  proposta c/ Comune di Corato.

La diretta video è disponibile cliccando qui.

La diretta testuale

Ore 16.45. Comincia il consiglio comunale che non veniva convocato da oltre due mesi e mezzo. Assente Perrone. 

Ore 16.52. Al via i preliminari. Prende la parola Salerno (Direzione Corato) che legge una nota sulla posizione dell'avvocato De Candia e sulle determine da lui firmate, ritenute nulle per difetto di competenza. Chiede l'intervento del sindaco.

Ore 16.57 Mascoli chiede di poter trattare la questione Regeneration Home (proposta transattiva da parte del Comune) nel prossimo consiglio comunale. 

Ore 17.05. Dopo aver richiamato l'intervento di Mascoli sul tema sanità, Vito Bovino chiede novità su sicurezza, teatro comunale e sulle scuole. 

Ore 17.09. De Benedittis. A Salerno: l'avvocato De Candia aveva inoltrato quegli atti nelle more della proroga che, difatto, non si è determinata per esigenze del Comune di Andria. Quegli atti sono stati integralmente ratificati dal segretario generale. Ho provveduto a sanare i difetti di forma e di sostanza con il segretario. A Mascoli: sul tema sanità stiamo lavorando sulla realtà ospedaliera che presenta delle criticità croniche e che affronteremo d'intesa con gli enti preposti con cui è in corso un'interlocuzione. L'altro versante riguarda i servizi territoriali. La Asl sta cercando una sede piu importante dove inserire questi servizi come la neuropsichiatria infantile o la fisioterapia e per il consultorio familiare. L'idea è quella di trovare una sede unitaria. Per quanto riguarda Regeneration Home, personalmente non ho preso parte a nessuna riunione politica o tecnica sul tema per un supposto e leggero conflitto d'interessi. A Bovino: per le scuole si ravvisa un deficit (soprattutto per Madonna Pellegrina e Fornelli) che fa orientare il Comune verso la necessità di fare delle locazioni per cui abbiamo ottenuto dei fondi. Sul teatro sono in corso dei lavori di manutenzione ordinaria perché il teatro è stato fermo per un po' di tempo. Nei mesi di fermo si erano verificati dei problemi interni. Bisognerà rinnovare le certificazioni degli impianti. Sul piano della gestione è stata rinnovata la convenzione con la Tpp integrandola con una più ampia riflessione. Vorremmo farne un luogo propulsivo per le realtà locali e per le avanguardie.Sulla sicurezza abbiamo duro questi mesi d'intesa con le autorità preposte. Ci sono criticità sul numero di unità che ho già rappresentato al prefetto e che domani ribadiremo con forza. A giugno avevamo chiesto maggiori presidi per le continue risse, fenomeno che grazie al presidio si è placato. Chiederemo interventi permanenti. Al prefetto ho anche scritto del rischio che alcune famiglie della criminalità barese abbiano creato collegamenti con la nostra città. C'è anche un grande problema di spaccio. Noi stiamo facendo il nostro - abbiamo anche incrementato il numero di agenti della polizia locale - ma la città deve reagire, deve denunciare.

Ore 17.40. Sulla questione Regeneration Home interviene l'architetto Vendola del Comune: Non esiste nessuna delibera. Sussiste un contenzioso perché la società aveva chiesto un ampliamento dell'attività. Il Suap aveva diniegato l'ampliamento e c'è stato un ricorso. Si è ragionato se ci potesse essere una possibilità con il ridimensionamento della proposta. Nel momento in cui è arrivata questa apertura ho inoltrato ulteriori precisazioni affinché potesse andare avanti la procedura. Attendiamo il business plan dell'azienda. L'assessore Bucci precisa anche che le interlocuzioni si sono svolte tra gli uffici e i legali delle parti interessate, quindi non ci sono ancora i presupposti per portare la questione in consiglio.

Ore 17.53. L'assessore Marcone torna sull'argomento scuole. In questo periodo gli uffici stanno portando avanti degli interventi per ottenere le certificazioni che in molti casi le scuole coratine non hanno. L'idea alla base è quella di riordinare il sistema scolastico di base, a partire dalla logistica. Abbiamo fatto nostro un bando ministeriale che ci dava la possibilità di fittare nuovi spazi da 126mila euro che saranno utilizzati per fittare le aule in quest'anno scolastico. È partita la procedura per ricercare quelle che potessero essere soluzioni possibili. La procedura che chiuderemo a giorni ci ha permesso di trovare una soluzione soltanto per la Madonna Pellegrina. Per quanto riguarda il Fornelli, nessuna delle 4 proposte arrivate, è compatibile con le esigenze. Nel frattempo ci è giunta una nuova disponibilità. Per quanto riguarda il teatro la sospensione di questi due anni, il teatro, non avendo una gestione che curasse l'ordinario è stato semplicemente chiuso, coi rischi che ne sono derivati. Sono già partite le operazioni di manutenzione ordinaria, abbiamo avviato interlocuzioni con ditte specializzate per altre riparazioni. 

Ore 18.07. Antonella De Benedittis. Intervengo per portare all'attenzione la storia di Tenè Mane anche perché ci interpella sulla vicenda dell'affidamento. È necessario lavorare tutti affinché insieme agli enti una discussione seria sull'affido familiare. Per non lasciare sole le famiglie che si rendono disponibili e quelle d'origine. Anche se non è una questione che compete il Comune, dobbiamo far sentire la nostra voce affinché chi nasce in Italia debba essere riconosciuto italiano.

Ore 18.15. Vito Bovino. Sulle scuole, il vicesindaco ha detto che siamo in netto ritardo. Bisogna accelerare affinché la comunità ne giovi. Sul teatro. Io determine su affidamento di lavori a teatro non ne ho viste. Questione sicurezza, lo dicevo ieri. Avete lavorato male. Il prodotto è quello che vediamo quotidianamente. Inoltre non tutte le 20 unità assunte sono operatori di polizia locale, sono adibite solo a servizio ausiliario della sosta. Se la gente non denuncia, è perché la gente ha paura.

Ore 18.22. L'assessore Addario risponde alla De Benedittis e a Bovino su affidamenti e adozioni. In passato ci sono stati diversi tentativi di strutturare il servizio, abbiamo dovuto attendere del tempo affinché venissero sostituiti i membri dell'equipe di ambito. C'è stato anche un depauperamento delle risorse del consultorio. Oggi le cose sono cambiate e l'equipe è ripartita. Stiamo lavorando sulla condizione necessaria ma non è sufficiente. Nei prossimi mesi ci lavoreremo maggiormente.

Ore 18.33. Antonella De Benedittis. Mi stupisce come non si sia parlato di Sciucuà in tema sicurezza, perché quella è stata un'azione molto importante. Quei ragazzini che fanno paura, sono al centro di queste azioni. Il mio intervento ha sollevato un dibattito anche su questo. È giusto che in consiglio comunale si parli di questo. 

Ore 18.37. Mascoli. È in corso il percorso per arrivare al consiglio monotematico sulla salute affinché la Asl ci dia risposte concrete.

Ore 18.42. Il sindaco esprime vicinanza alla storia di Tenè.

Ore 18.43. La presidente del consiglio, Valeria Mazzone, ricorda con commozione la scomparsa della dipendente comunale Mirella Carriero. Su proposta della consigliera Valente si tiene un minuto di silenzio.

Ore 18.47. Primi due punti all'ordine del giorno. Il sindaco comunica che il 30 settembre sono giunte le dimissioni di Federica Buonsante che ho accettato assumendo l'iterim delle politiche giovanili. Viengono comunicati al consiglio anche gli atti adottati.

Ore 18.54. Salerno. Le somme prelevate dal fondo di riserva (uno degli atti comunicati) per il rinnovo della segnaletica non evidenziano un bilancio di previsione approssimativo? Risponde Muggeo: il bilancio di previsione è operazione abbastanza complessa. Noi abbiamo preso per buono quello che era stato speso l'anno precedente. Nella fattispecie questo problema non c'era perché la segnaletica orizzontale era in ottima salute. La vernice utilizzata non aveva una durata importante per quello abbiamo dovuto intervenire.

Ore 18.58.  Punto 3. Nomina della Commissione Comunale  per la formazione e l'aggiornamento degli Albi permanenti dei Giudici Popolari di Corte d'Assise e Corte d'Assise d'Appello. Al via le votazioni. Eletti D'Imperio (15 preferenze) e Valente (7). Il sindaco ne rientra d'ufficio.

Ore 19.10. Punto 4. Integrazione e modifica Art. 18 co. 5 dello Statuto Comunale. La proposta è stata avanzata dalla quinta commissione che l'ha votata all'unanimità.  Colonna. L'oggetto è l'introduzione della convocazione tramite Pec per adeguarsi alla portata normativa e per evitare di utilizzare un messo solo per eseguire queste notifiche. Di Bartolomeo aggiunge che questa iniziativa va verso il processo di semplificazione. Salerno. Suggerisco la possibilità di creare anche una chat dei consiglieri per anticipare le convocazioni. Punto approvato all'unanimità.

Ore 19.27. Punto 5. Integrazione e modifica Art. 57 del Regolamento del Consiglio Comunale. Punto conseguente al quarto e approvato all'unanimità.

Ore 19.29. Punto 6. Ratifica deliberazione di G.C. n. 153 del 2.9.2021 ad oggetto: Indirizzi per la ricerca in locazione di immobili da adibire a sede scolastica per l'anno 2021/2022. Adozione variazione in via d'urgenza ai sensi dell'art. 175 commi 4 e 5 D. Lgs. n. 267/2000. Muggeo: è stata adottata una variazione in via d'urgenza. L'hanno spiegato prima il sindaco e il vicesindaco. Si tratta del bando per l'assegnazione di fondi (126mila euro) per la locazione di plessi del Fornelli e della Madonna Pellegrina. Punto approvato con 19 voti favorevoli e 3 astenuti (Direzione Corato).

Ore 19.35. Punto 7. Riutilizzo a fini irrigui delle acque reflue affinate licenziate dal depuratore a servizio dell'abitato di Corato. Approvazione in via definitiva del progetto definitivo costituente approvazione di variante urbanistica al PRG ed apposizione di vincolo preordinato all'esproprio. Salerno: Ho letto la relazione e credo che il progetto sia interessante sotto tutto gli effetti. La superficie interessata è piuttosto ampia, di circa 800 ettari. Questi 800 ettari sono interessati da attività di consorziati privati e ha lo stesso potenziale di emungimento di 18 pozzi. Questi 18 pozzi si equiparerebbero alla produttività dell'impianto che riuscirebbe a compensare l'attività di emungimento. Un'opera del genere è fondamentale per il nostro territorio. Vorrei far riflettere sui risvolti economici. Fare un'opera del genere e non riuscirla a sfruttare sarebbe un grosso peccato per il Comune di Corato. Non facciamoci sfuggire questa opportunità. Non deve essere gestita dall'esterno, o data in mano a carrozzoni. Potrebbe essere una delle attività da attribuire all'azienda speciale in capo al Comune che si sta creando. Proposta condivisa anche da Bovino.

D'Introno: Tutto trae origini da una mozione dei consiglieri Pd Bovino, Marcone e Loiodice. Creare dei bacini di accumulo delle acque affinate. Difficilmente le 8 vasche potrebbero soddisfare le esigenze irrigue. Chiedo che venga individuato il sito e preparato il progetto, anche in tempi brevi. Assessore Sinisi: Le sollecitazioni emerse in consiglio sulla gestione verranno affrontate nella fase successiva. Il sindaco si è espresso positivamente ad una interlocuzione tra tutte le forze dell'assise per discutere in futuro della gestione dell'opera. Punto approvato all'unanimità.

Ore 19.58. Punto 8. Concessione di sottosuolo lungo le strade extraurbane comunali per connessione alla rete idrica rurale del Consorzio "Terre d'Apulia" da parte di privati. Punto approvato all'unanimità. 

Ore 20.03. Punto 9. Decreto Legislativo n. 267/2000 - Art. 194 Lett. A) - Riconoscimento di legittimità debito fuori Bilancio in favore di Agenzia Entrate Riscossione corrente in Bari per mancato pagamento cartelle esattoriali. Anni 2011-2019. Assessore Bucci: Principalmente si tratta di un'autovettura di rappresentanza del Comune alla quale sono state elevate delle contravvenzioni mai pagate negli anni passati che hanno generato un debito fuori bilancio. Di BartolomeoColonna e D'Introno chiedono di fare chiarezza sulle responsabilità di questi debiti fuori bilancio. Si apre un dibattito tra Salerno e Colonna sulla "dimensione" della questione. Punto approvato all'unanimità.

Ore 20.26. Punto 10. Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000 - Art. 194 comma 1 Lett. A) - Riconoscimento di legittimità debito fuori Bilancio derivante dalla sentenza n. 12/2021 resa dal Giudice di Pace di Corato a conclusione del giudizio civile n. 109/2020 R.G. proposto c/ Comune di Corato. Punto approvato all'unanimità.

Ore 20.30. Punto 11. Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000 - Art. 194 comma 1 Lett. A) - Riconoscimento di legittimità debito fuori Bilancio derivante dalla sentenza n. 25/2021 resa dal Giudice di Pace di Corato a conclusione del giudizio civile n. 371/2020 R.G. di opposizione a decreto ingiuntivo n. 100/20 - RG 203/20 proposto dal Comune di Corato. Punto approvato all'unanimità.

Ore 20.32. Punto 12. Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000 - Art. 194 comma 1 Lett. A) - Riconoscimento di legittimità debito fuori Bilancio derivante dalla sentenza n. 147/2021 resa dalla Terza Sezione del TAR Puglia - Bari a conclusione del giudizio amministrativo contrassegnato al n. 1153/2020 R.R. proposto c/ Comune di Corato. Punto approvato all'unanimità.

Ore 20.35. Punto 13. Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000 - Art. 194 comma 1 Lett. A) - Riconoscimento di legittimità debito fuori Bilancio derivante dalla sentenza n. 192/2021 resa dal Tribunale di Trani - Sezione Lavoro a conclusione della causa di lavoro contrassegnato al n. 841/2014 R.G. proposta c/ Comune di Corato. Punto approvato all'unanimità.

Ore 20.37. Si conclude il consiglio comunale.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette