Una coratina trapiantata ad Isernia

Francesca Capozza presenta "Giorni di ordinaria follia", storie vere di vite avvolte nelle tenebre

La serata, organizzata dalla Fidapa di Corato in collaborazione con le sezioni di Trani, Andria, Bisceglie e Terlizzi, si terrà sabato 3 ottobre alle 17.30 presso Corte Bianchi a Trani

Cultura
Corato giovedì 01 ottobre 2020
di La Redazione
Francesca Capozza
Francesca Capozza © n.c.

Sabato 3 ottobre alle 17.30 presso Corte Bianchi, la Fidapa di Corato - in collaborazione con le sezioni di Trani, Andria, Bisceglie e Terlizzi - ospita Francesca Capozza, psicologa, psicoterapeuta, criminologa, che presenterà il libro "Giorni di ordinaria follia". Dialogherà con l'autrice Lucia De Mari.

Il libro narra 21 storie nere, storie vere di vite quotidiane avvolte nelle tenebre della ferocia, raccontate con gli occhi di una criminologa. Troviamo l’uomo che uccide gli anziani genitori per non elaborare l’ormai tardiva necessità del distacco, la donna che inietta veleno nella bottiglietta d’acqua del collega, il muss murderer, le baby gang, ecc. Una lettura avvincente, fluida e accattivante, un’analisi competente sulle dinamiche, spesso familiari, nocive e deleterie dove a soccombere è sempre il più debole. L’autrice narra storie realmente accadute con gli occhi della criminologa per fornire chiavi di lettura efficaci e riflessioni nonché linee guida per prevenire devianza e delinquenza.

Francesca Capozza, coratina trapiantata ad Isernia e presidente della Fidapa della città molisana, è perito, Ctu per il Tribunale di Isernia, ausiliario di polizia giudiziaria per l’audizione di minori. Lavora come Funzionario Giuridico Pedagogico presso il Carcere di Isernia, collabora per docenze ed incontri formativi (Questura, Carabinieri, Scuola di Formazione della Polizia Penitenziaria, ecc.) in materia di prevenzione e fronteggiamento del crimine, così come di rieducazione trattamentale degli autori di reato. Autrice di numerosi articoli di Criminologia e Psicologia, nonché di interviste tele giornalistiche locali. Socia della Società Italiana di Criminologia.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • roberto colonna ha scritto il 02 ottobre 2020 alle 10:51 :

    Complimenti. Ricordo una francesca Capozza piccolissima, ne è passato di tempo.... Rispondi a roberto colonna

Le più commentate
Le più lette