In largo Abbazia

La Pro loco porta il mare a Corato

Il 19 e 20 settembre si terrà “AnCorato”, iniziativa dedicata al mare e ai suoi grandi tesori nascosti negli abissi, siano essi patrimonio storico ché sapori unici e speciali.

Cultura
Corato martedì 17 settembre 2019
di La Redazione
Una spugna a forma di calice nel mare di Giovinazzo
Una spugna a forma di calice nel mare di Giovinazzo © Daniele Marzella

Si chiama “AnCorato a Trani” ed è l'iniziativa della Pro loco “Quadratum” dedicata al mare e ai suoi grandi tesori nascosti negli abissi, siano essi patrimonio storico ché sapori unici e speciali.

L’evento - proposto dal socio Antonio Tarricone e organizzato in collaborazione con associazione Acquatica Corato, WWF - Centro Recupero Tartarughe Marine, Poseidon Blu Team, Servizio Nazionale Salvamento Barletta, Ipc “Tandoi” indirizzo alberghiero, AssoPesca, il patrocinio del Comune di Corato e le aziende Nuova Oceanus Orca srl, M3D0 Industries, Gabetti Corato, Caseificio Maldera, Ribatti, Panificio “Il Toscano” - si terrà giovedì 19 e venerdì 20 settembre in largo Abbazia.

“AnCorato” si pone come una manifestazione unica e particolare, perché porta la sapienza navale in una città dell’entroterra come Corato, uno spaccato delle realtà navali e marittime del territorio e della loro missione ecologica e di recupero del patrimonio sommerso.

Il programma:

19 settembre

Ore 19
"Il mare, risorsa da difendere"
Convegno a cura delle associazione "Acquatica Corato", Poseidon Blu Team Molfetta, Assopesca e del Servizio Nazionale Salvamento
Interverrà Dott. Pasquale Trizio - storico

20 settembre

Ore 19
Ritrovamento dell'ancora "Papagno", relitto di una galea veneziana del 1755

Interverranno:
sig. Umberto Papagno - palombaro; società subacquea
dott. Domenico Cotugno - esperto
prof. Luigi Tarricone - Docente Universitario di Agraria
dott. Stefano Del Lungo – CNR

Ore 20
Degustazione a tema - a cura dell'indirizzo alberghiero dell'IPC "Tandoi"

Inoltre, durante le due serate sarà possibile visitare una mostra dedicata in alcuni locali di largo Abbazia.

Lascia il tuo commento
commenti