L'evento

Fiero del libro: stavolta il desiderio è la folgorazione della scrittura

Domani alle 19.30 in piazza Marconi

Cultura
Corato giovedì 09 settembre 2021
di La Redazione
Fiero del libro
Fiero del libro © n.c.

Sta per arrivare il 10 settembre e con lui un altro venerdì di desideri firmato Fiero del libro, il festival letterario di Corato organizzato dall'associazione Culturale Fos, ideato dalla Secop edizioni e promosso dall'amministrazione comunale nell'ambito dell'estate coratina. Tantissimi gli ospiti e tantissimi i libri che finora sono stati protagonisti in Piazza Marconi, nell'incantevole "conchiglia" che racchiude il teatro comunale.Gli ospiti, tra giornalisti, scrittori, poeti, professori, amministratori locali, attori, promotori culturali, a cui sono stati affidati i prologhi e gli epiloghi delle varie serate in un crescendo rossiniano, hanno entusiasmato il pubblico facendolo riflettere, commuovere, divertire, mentre i libri letti, commentati, premiati e suggeriti da attori/lettori, da autori/lettori da lettori/lettori hanno fatto da filo conduttore tematico unico, coinvolgente e interessante, attraverso ogni forma di scrittura.

Ed è proprio fatto di scrittura il desiderio di cui si parlerà domani alle 19.30. Questa volta sarà una giovanissima ragazza, studentessa del quinto ginnasio del liceo Oriani di Corato, Maria Elena Varesano, baciata dal talento della scrittura, ad aprire l'incontro, che sarà chiuso dalla giornalista ed esperta in strategie di comunicazione, responsabile dell’ufficio stampa di PugliaPromozione e scrittrice per l'infanzia, Bianca Maria Tricarico.

I libri protagonisti, interpreti di un desiderio di scrittura saranno: "Stressbook" di Cosimo Scarpello e "Declinazione di un colore" a cura di Maria Teresa Gallo, con la partecipazione straordinaria della poetessa e scrittrice Angela De Leo. Del Gruppo Arca di Corato a leggere estratti dei libri i coinvolgenti lettori: Antonietta Di Bisceglie e Alfonso De Feo. Raffaella Leone, che conduce il festival, aspetterà tutti con la curiosità di ascoltare i desideri di scrittura del pubblico, convinta com'è che scrivere sia come «camminare dentro un'idea, una necessità, una folgorazione!».

Lascia il tuo commento
commenti