L'aggiornamento

Covid, i contagi dilagano in città: 565 positivi e 14 deceduti

Sono i numeri della Prefettura di Bari, diffusi questa sera dal sindaco De Benedittis, sull'emergenza Covid a Corato. Dati pesantissimi​, più che raddoppiati rispetto all'ultimo aggiornamento

Cronaca
Corato sabato 21 novembre 2020
di La Redazione
Il sindaco Corrado De Benedittis
Il sindaco Corrado De Benedittis © CoratoLive.it

Le persone attualmente positive sono 565, cui si aggiungono nelle ultime settimane 14 deceduti e 50 guariti. Sono i numeri della Prefettura di Bari, diffusi questa sera dal sindaco De Benedittis, sull'emergenza Covid a Corato. Dati pesantissimi, più che raddoppiati rispetto all'ultimo aggiornamento.

«Sono numeri che rispecchiano, in modo sempre più evidente, la diffusione del virus in città» afferma il sindaco. Chiedo a tutti e tutte di essere ancora più responsabili. All'interno delle proprie abitazioni è opportuno non ricevere parenti non conviventi e amici. Facciamo in modo che la curva dei contagi cominci a scendere». Nessun aggiornamento specifico è stato fornito in merito ai focolai nelle Rssa cittadine.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • benincasafranco@gmail.com ha scritto il 23 novembre 2020 alle 10:52 :

    Nessuno vuole colpevolizzare il SINDACO appena insediato, anzi va aiutato e supportato. Mi permetto di dare dei consigli a mio modesto parere : prendere esempio.. Bolzano con tamponi per tutti ! Assumere del personale ausiliario a tempo determinato e fare controlli a tappeto che verranno stipendiati con il ricavato delle multe. Voglio vedere poi se questi incoscienti continueranno a gironzolare senza osservare le disposizioni in atto. tutto questo a beneficio della comunità. Rispondi a benincasafranco@gmail.com

  • cloe ha scritto il 23 novembre 2020 alle 07:54 :

    Buongiorno a tutti, la situazione è sempre stata grave, già prima delle votazioni. Stiamo pagando lo scotto dell'apertura indiscriminata dell'estate, e delle scuole, ma non perchè le scuole non siano sicure, ma perchè ciò ha portato ad uno spostamento per le vie d'Italia di ben 23 milioni di persone, e questo non doveva accadere. Ora colpevolizzare l'amministrazione, anche se a tutt'oggi inesistente, credo sia irragionevole. Cerchiamo invece di comportarci secondo le regole, e non andare in giro senza mascherina credendo di essere "gli invincibili del momento", non facciamo feste e festini con parenti ed amici, perchè è li che si diventa superdiffusori del virus.Per dirvela tutta non vedo mia figlia da oltre 1 mese e lei abita a Bari. E allora cosa vogliamo fare? Rispondi a cloe

  • Salvo ha scritto il 23 novembre 2020 alle 07:38 :

    Mi è capitato di passare davanti al liceo Federico Ii di Svevia. Gli studenti erano in strada. Pochi avevano la mascherina. La distanza minima.... mancò a parlarne.incoscienti! Rispondi a Salvo

  • Isa ha scritto il 23 novembre 2020 alle 06:11 :

    Scusate ma i genitori di questi ragazzi dove sono? Un minimo di controllo su cosa fanno o dovrebbero fare i figli ce la hanno? Nei tempi passati si lamentavano perché i figli erano diventati un tuttuno con il loro telefonino o computer e ora, quando è diventato di vitale importanza rimanere a casa, li fanno uscire ad orari assurdi sapendo che poi non ci sono limitazioni che tengano. Ognuno si prenda le proprie responsabilità e non le si subordini a quelle degli altri!! Rispondi a Isa

  • Luisa Marinelli ha scritto il 22 novembre 2020 alle 22:40 :

    Una incapacità assoluta da parte di tutti gli enti, compreso il Comune, nel gestire questa emergenza sanitaria! Si svegli Sindaco e prenda seri provvedimenti... Ormai per i medici di famiglia esiste solo il covid e ci sono serie difficoltà nel gestire anche le altre situazioni a livello sanitario... È inconcepibile!!! Rispondi a Luisa Marinelli

  • Mest Catal ha scritto il 22 novembre 2020 alle 19:19 :

    Come sempre quando si danno i numeri si scatenano tanti commenti diversi e opposti e ovviamente secondo alcuni la colpa è del sindaco che non chiude tutto e non fa i controlli. Certo il sindaco non va in giro a spargere il virus e non può mettere guardie a tutte le strade e locali privati anche perchè tante guardie non ci sono. Si capisce quindi che la responsabilità è sempre degli imbecilli che hanno comportamenti inadeguati. Bisogna dire poi che gli interessi personali sono diversi e non si possono accontentare tutti. Quanto ai paragoni con Andria prima di farli bisogna conoscere la situazione che, con le dovute proporzioni, è sicuramente più drammatica della nostra (1500 circa) e tra l'altro ad Andria c'è già un'amministrazione che qua ancora manca e non per colpa del sindaco. Rispondi a Mest Catal

  • Quand è guerr è guerr ha scritto il 22 novembre 2020 alle 13:23 :

    Non facciamo sempre polemiche sul sindaco. Caro La trippa se ha tanta nostalgia di Perrone trasferisviti da lui. Chi poi dice che potrebbe piovere acqua santa... Povr a nui.. Vorrei proprio vedervi. Il signor Perrone miracoli non ne ha mai fatti e i tempi erano diversi.. Quindi forza Corrado Rispondi a Quand è guerr è guerr

    LIBERO ha scritto il 22 novembre 2020 alle 18:31 :

    L'IGNORANZA NON HA LIMITI L'EPIDEMIA E' MONDIALE ANZICHE' POLEMIZZARE DIAMO UN AIUTO CON CONSIGLI GIUSTI, AIUTANDO AMMINISTRAZIONE E NOI TUTTI.....................PER IL BENE DI TUTTI..................POVERO SINDACO.. Rispondi a LIBERO

  • Mamma Lavoratrice ha scritto il 22 novembre 2020 alle 13:13 :

    Signor Sindaco, La prego, chiuda le scuole! E per chi parla di "danno psicologico ", mi deve pur spiegare: che scuola è questa? Come fa un bambino a stare 5 ore con la mascherina? Che socialità abbiamo ricomposto con 3 bambini a scuola e 10 a casa? E a tutti gli insegnanti, non li pensa nessuno? Anche a me, che lavoro, avrebbe fatto piacere e comodità lasciare i bambini a scuola...non l' ho fatto. Vedo che nei messaggi si cerca sempre il colpevole, cerchiamo piuttosto di scegliere TUTTI la soluzione migliore e il male minore. Come prima, per il momento, non potrà essere! Siamo nelle Sue mani, Signor Sindaco e nel nostro buon senso! Rispondi a Mamma Lavoratrice

  • Giovanni Strippoli ha scritto il 22 novembre 2020 alle 13:00 :

    Se a Corato dilaga il contagio è grazie in gran parte ai giovani irresponsabili, che pensano solo a divertirsi, ignorando le restrizioni e riempiendo le piazze con assembramenti e senza distanza di sicurezza e molti senza mascherine. Ciò è reso possibile anche dalla mancanza di controlli. Oggi, domenica 22 novembre Piazza Sedile era piena e neanche un vigile a controllare. Alla faccia di chi segue le regole e si sforza di rendere il paese vivibile. Altro problema: la sporcizia per le strade. E non si dia la colpa all'Amministrazione o all'Asipu, sono i cittadini che buttano di tutto per strada, e i giovani fanno onorevolmente la loro parte per rendere Corato sozza. Rispondi a Giovanni Strippoli

    M.D ha scritto il 22 novembre 2020 alle 17:41 :

    Chiudere per 15 giorni almeno sarebbe consigliabile. ..ma c'è sempre alla base di tutto la mancanza di buon senso....giovani chiusi nei locali privati...famiglie che si incontrano e festeggiano come se nulla fosse!Non è che si può mandare un carabiniere in ogni casa a controllare. ..quindi che cosa pretendiamo dal sindaco! Rispondi a M.D

  • Qualcuno ha scritto il 22 novembre 2020 alle 12:15 :

    E il sindaco dorme,fatti un giro x Corato e vedi bar pieni di gente e senza mascherina Rispondi a Qualcuno

  • giuseppe gargano ha scritto il 22 novembre 2020 alle 12:11 :

    Unica soluzione: Tampone a Tutti e circoscriviamo il diffondersi dell'epidemia Rispondi a giuseppe gargano

  • Cittadino ha scritto il 22 novembre 2020 alle 12:08 :

    Andate a multare i ragazzini che stavano in piazza sedile stamattina senza mascherina ed in assembramento ma purtroppo in giro non ho visto una, dico una, pattuglia di polizia locale o altro. E poi sig. Sindaco le raccomandazioni vanno fatte rispettare nel rispetto degli altri. Rispondi a Cittadino

  • benincasafranco@gmail.com ha scritto il 22 novembre 2020 alle 11:29 :

    Purtroppo, con mia grande consapevolezza, continuo a vedere persone che comunque girano per la strada e nei negozi senza indossare mascherine fregandosene altamente di loro e degli altri. persone che negano l'evidenza dei fatti, addossando che è soltanto una questione politica. ( poveri imbecilli ) Però purtroppo non vedo in giro controlli che facciano da deterrente a queste persone che forse con pesanti sanzioni si potrebbero ravvedere in quanto se fossero colpite nel portafoglio magari???. Nei supermercati non esiste distanziamento, si dovrebbe entrare a scaglioni. Quindi :Controlli e multe salate e più educazione e rispetto del prossimo. Troppa tolleranza .Agisca sig. Sindaco altrimenti saremo tutti infettati. Rispondi a benincasafranco@gmail.com

  • franco ha scritto il 22 novembre 2020 alle 11:11 :

    disinfestazione dei luoghi-tutti-a più non posso e chiusura (non m'importa dell'orario) ma chiusura totale della città- ad iniziare dai "nostri" supermercati che invitano i cittadini ad uscire di casa per la "spesa" ed arricchiscono ancor di più coloro che sappiamo! Rispondi a franco

  • Antonio la trippa ha scritto il 22 novembre 2020 alle 10:45 :

    Forse non ci rendiamo conto che questo sindaco non ascolta i cittadini. Non basta solo l, uso della mascherina e il distanziamento, se poi non sanificano tutto. CHIUDIAMO tutto. E PERRONNNN..... Rispondi a Antonio la trippa

  • Antonio la trippa ha scritto il 22 novembre 2020 alle 09:06 :

    Secondo me un mini locdawn di 2 settimane aggiusterebbe qualcosa. Rispondi a Antonio la trippa

  • Ss ha scritto il 22 novembre 2020 alle 08:18 :

    È assurdo.Bisogna prendere provvedimenti drastici.Tra l’altro non si può’morire di covid a41 annicome nel caso di quella ragazza tranese che viveva nel nostro paese.Questa è una grande sconfitta.Io non posso minimamente essere felice in questo periodo,ho davvero tanta paura e malinconia per chi in questo momento soffre.L’iunico modo è chiudere tutto e intensificare controlli e sanzioni,se non vogliamo sentire di tante morti. Rispondi a Ss

  • Antonio57 ha scritto il 22 novembre 2020 alle 07:58 :

    Come volevasi dimostrare!!! Le persone che continuano ad ignorare le più basilari norme anti contagio sono presenti in tutti gli angoli della città e...nei negozi ed in quei luoghi dove per un motivo o per l'altro ci si deve forzatamente recare. " ho la mascherina " ..in tasca o sotto il mento, ma l'ho con me...tanto è una farsa...non è vero nulla.... continuiamo così...con i ragazzi che pur di stare insieme si riuniscono nei garage o altri locali senza responsabilità alcuna...grazie... Rispondi a Antonio57

  • Fc ha scritto il 22 novembre 2020 alle 07:07 :

    Dalla Asl al Comune, Incapaci e impreparati a gestire la situazione. Mentre in giro si continua a vedere persone irrispettose delle norme e dei divieti. Complimenti. #tuttizitti #tuttimuti Rispondi a Fc

    Maurizio ha scritto il 22 novembre 2020 alle 10:25 :

    Non è giusto dire così: il comune e la asl hanno preso provvedimenti: da domani tutti i dipendenti pubblici a casa con stipendi e Tredicesima e i liberi professionisti si possono scegliere l albero per ....,..:. Rispondi a Maurizio

  • Leonardo Mazzilli ha scritto il 22 novembre 2020 alle 00:37 :

    Caro signor Sindaco le scuole le ha chiuse, ha colpevolizzato i genitori che per lavoro o per assistenza sociosanitaria hanno dovuto mandare i figli a scuola, lei che non conosce la genorialita ed invece non sorveglia nell'uso della mascherina e negli assembramenti che è l'unica cosa che può fare e non fa. Rifletta sui numeri e sulle colpe di tutti noi lei compreso Rispondi a Leonardo Mazzilli

  • Numeri da pazzi ha scritto il 21 novembre 2020 alle 22:40 :

    Sono dati non veritieri..565 sono quelli conosciuti dall’asl ma almeno il doppio è in attesa di chiamata dall’asl che ricordo ormai non c’è la fa più neanche a tracciare i contatti, inoltre ci sono un sacco di asintomatici scoperti solo con il tampone privato! Caro sindaco ormai i contagi registrati sono più del doppio in una sola settimana. Se continua così, senza chiudere tutto o almeno chiudere tutto entro le 19 come fa la sua collega neo eletta di Andria tra una settimana ancora sono convinto che sfonderemo quota 1000 positivi registrati il che vuol dire che reali saranno il doppio!! È un numero notevole e che merita non buonismo ma sanzioni e regole rigide con controlli serrati!! Tutto questo non è ammissibile! Se vuol gestire Corato prenda provvedimenti altrimenti si faccia da parte Rispondi a Numeri da pazzi

  • Liliana L. ha scritto il 21 novembre 2020 alle 22:24 :

    Caro Sindaco emanare una ordinanza di chiusura di tutto sulle 18 con relativo coprifuoco NO??? Aspetto il prossimo bollettino di domenica prossima con i contagi oltre i 1000 casi. Svegliamoci ! Rispondi a Liliana L.

  • Umberto R ha scritto il 21 novembre 2020 alle 21:40 :

    Ho percorso mezza estramurale questa mattina ho notato una diffusa noncuranza delle più elementari norme di distanziamento e protezione individuale: gente assembrata e non in fila a distanza di almeno un metro fuori dagli esercizi commerciali, mascherine portate senza coprire integralmente naso e bocca, sono dell'opinione che siamo dei miracolati ad avere un numero così basso di contagi. Senza senso civico e di responsabilità di ognuno di noi, la comunità cittadina è destinata a soccombere in poco tempo. Rispondi a Umberto R

  • Antonio ha scritto il 21 novembre 2020 alle 21:39 :

    Sig. SINDACO cosa aspetta ad ordinare una disinfezione per le strade per i luoghi di accesso ai servizi comuni alla cittadinanza etc etc etc........... Non vedo alcuna azione che vada in questa direzione........ Forse aspetta l'acqua santa dal cielo che disinfetta le strade? Rispondi a Antonio