È accaduto questa mattina intorno alle 12

Malore su viale IV Novembre: interviene la polizia locale, ma le ambulanze sono tutte impegnate

Un chiaro segnale di quanto sia ormai saturo il sistema sanitario di emergenza-urgenza

Cronaca
Corato giovedì 19 novembre 2020
di La Redazione
Malore su viale IV novembre: interviene la polizia locale ma mancano le ambulanze
Malore su viale IV novembre: interviene la polizia locale ma mancano le ambulanze © CoratoLive.it

Si è accasciato nei pressi di un fruttivendolo su viale IV Novembre vicino a via Ruvo, colpito da un malore. È accaduto questa mattina intorno a mezzogiorno a una persona di circa 65 anni. L'uomo è stato inizialmente soccorso dai passanti che hanno subito allertato la polizia locale.

Giunti sul posto, gli agenti hanno assistito il 65enne e hanno contattato il 118 che però non è riuscito ad intervenire per la difficoltà di reperire un'ambulanza libera a causa dei numerosi interventi legati soprattutto al Covid. Un chiaro segnale, questo, di quanto sia ormai saturo il sistema sanitario di emergenza-urgenza.

La polizia locale ha poi contattato la famiglia dell'uomo: quest'ultimo, nel frattempo, ha ripreso conoscenza e ed è stato trasportato in ospedale con l'auto di servizio dei vigili.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Cittadina di Corato ha scritto il 19 novembre 2020 alle 18:18 :

    Dai passanti non è stato assistito perché nessuno sapeva come aiutarlo...hanno solo tolto la mascherina per consentirgli di respirare. Sono stata lì per tre quarti d'ora in cui non è arrivato nessuno...era lì esamine a terra in cui tutti noi che eravamo di passaggio, cercavamo di chiamare invano soccorso. Non è intervenuto neanche un infermiere di un centro di recupero lì vicino.Solo dopo tre quarti d'ora sono arrivati i vigili che hanno aspettato altro tempo prima di decidere di portarlo in ospedale. È stata una bruttissima mattinata, vedere una persona stare così male e non poter fare nulla. Le auguro una pronta guarigione,mi dispiace di non aver potuto fare nulla oltre a chiamare soccorso 🙏, ma non essendo né infermiera e né dottoressa non sapevo cosa fare. Rispondi a Cittadina di Corato

    Casalinga ha scritto il 19 novembre 2020 alle 19:16 :

    Brava cittadina di Corato.. Ai già fatto tanto... Nel chiamare i soccorsi. Rispondi a Casalinga

    Benedetta Testino ha scritto il 20 novembre 2020 alle 20:31 :

    Brava e grazie per la solidarietà ed umanità dimostrata! Sono aspetti un po' desueti oggi, purtroppo! Brava! Rispondi a Benedetta Testino

  • Sveva ha scritto il 19 novembre 2020 alle 16:58 :

    Ma chi deve fare i controlli che proprio i vigili sono positivi ? Vogliamo la responsabilità dai giovani che nn devono uscire e poi gli adulti fanno di peggio!!!! Devono per forza mandarci l' esercito a farci rispettare le regole ??? Penso che se ogniuno facesse la propria parte con " la testa" la situazione ora nn sarebbe drammatica! Rispondi a Sveva

  • Michy ha scritto il 19 novembre 2020 alle 13:25 :

    Chiachr. Lo metti in macchina è lo porti in ospedale. Tutti precisi siamo diventati 118 - 118 ogni cosa. Auguro una buona guarigione al sig. Che è stato colto dal malore. Rispondi a Michy

    Daniela Manzitti ha scritto il 19 novembre 2020 alle 13:50 :

    Giusto. Bravo! Rispondi a Daniela Manzitti

  • Un cittadino ha scritto il 19 novembre 2020 alle 13:03 :

    Mi spiace per l’accaduto. Purtroppo mi risulta che le ambulanze abbiano spostamenti di persone con COVID negli ospedali COVID..almeno la pattuglia è arrivata e spero che le pattuglie ci siano anche per i controlli delle attività da chiudere alle ore 19..dice bene il proverbio fare l’orecchio da mercanti..stanno sottovalutando la salute per restare aperti anche solo un ora in più e che non serve a nulla visto che la gente non gira..fate piangere..non entrerò mai più in queste attività..hanno perso la mia stima.. Rispondi a Un cittadino

    cloe ha scritto il 19 novembre 2020 alle 14:10 :

    Lei forse non si rende conto della disperazione in cui versano tante attività, costrette a chiudere prima del solito orario, MA A PAGARE LE TASSE PRECISAMENTE IN TEMPO, diversamente quando tutto sarà finito, e ce lo auguriamo quanto prima, saranno le cartelle esattoriali dell'Agenzia delle Entrate a far morire la gente, non più il Covid-19. Ops per Vostra informazione in Cina hanno già sperimentato sulla popolazione ben 5 vaccini, e la popolazione ora ha ripreso alla grande la vita normale. Noi dobbiamo aspettare sempre la burocrazia, che prima o poi farà la più grande strage degli innocenti, COMPRESO NOI !!!! Rispondi a cloe

    Un cittadino ha scritto il 19 novembre 2020 alle 14:39 :

    Guardi io personalmente ho un’attività che deve chiudere alle 19 e pago le tasse puntualmente eppure in questo momento sto facendo sacrifici sia economici perché le spese non le copri e sia morali perché capisce bene che moralmente ti tira giù ma le garantisco che prima osserviamo le regole, prima ci togliamo questo virus e prima ricominciamo la nostra vita normale..se i politici non sono di polso e non controllano e noi ce ne freghiamo dei divieti ecc allora mi spiace dirlo ma ce la stiamo proprio cercando..se bisogna rispettare le regole, il distanziamento, la mascherina e gli orari allora diamine che cosa ci costa?? Facciamolo e sanzioniamo chi non rispetta! Rispondi a Un cittadino