​I contagi irrompono nella residenza socio sanitaria assistenziale per anziani

Focolaio Covid a Casa Alberta, decine di positivi: ​«Contagiata la maggior parte degli ospiti»

Non ci sono ancora numeri ufficiali ma, come conferma il direttore della struttura, Giulio Mennoia, «la maggioranza degli ospiti è positiva, tutti prevalentemente asintomatici. Negativi 6 o 7 pazienti»​

Cronaca
Corato mercoledì 11 novembre 2020
di La Redazione
Casa Alberta
Casa Alberta © n.c.

«La maggior parte degli ospiti è positiva, risultano negativi 6 o 7 pazienti». I contagi irrompono nella residenza socio sanitaria assistenziale per anziani "Casa Alberta". Nella struttura si registra un vasto focolaio Covid con decine di casi positivi accertati tra operatori e ospiti.

Non ci sono ancora numeri ufficiali ma - come conferma il direttore della struttura, Giulio Mennoia - «la maggioranza degli ospiti è positiva (la rssa, a regime, può accoglierne circa cento, ndr), tutti prevalentemente asintomatici. Uno sparuto gruppo, circa 5 persone, ha sintomi spesso aggravati da patologie pregresse, mentre 6 o 7 pazienti risultano negativi. I numeri sono soggetti a variazioni e comunque siamo in attesa ancora di qualche esito».

«Purtroppo - prosegue il direttore - in una fase così drammatica che ha travolto tutti i sistemi di sicurezza, controllo e gestione del nostro territorio non potevamo, malgrado i nostri sforzi, pensare di essere immuni. La situazione è complessa, ma la stiamo gestendo egregiamente evitando anche ricoveri ospedalieri. Il personale rimasto e quello che faticosamente stiamo cercando di reclutare in queste ore convulse sta dimostrando una abnegazione commovente. Medici, infermieri, operatori non si stanno risparmiando. Non possiamo non ringraziare questi eroi che si stanno adoperando ben oltre le straordinarie necessità. Grande supporto lo stiamo ottenendo dalle inappuntabili strutture Asl.

«I nostri medici hanno comunicato a tutti i familiari l'entità della situazione. La proprietà nella persona di Fabio D’Introno, ha provveduto a dotare il personale dei DPI necessari. Tutti gli abili in questo momento sono sulla barricata - conclude Mennoia - e quelli che non lo sono non vedono l'ora di portare il loro sostegno».

Sul fronte della situazione cittadina, intanto, si attende un aggiornamento che manca ormai da venerdì 6 novembre, quando i positivi in città erano 132. Stavolta il numero rischia di essere ancora più alto.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Cassandro Giuseppe ha scritto il 11 novembre 2020 alle 14:43 :

    Ad integrazione di quanto già poc'anzi commentato, il ringraziamento per la di loro dimostrata abnegazione veramente oltre l' immaginabile va a tutto lo staff nessuno escluso, al direttore Giulio dott. Mennoia, al dott. Gabriele Sfregola, agli infermieri, agli oss. Davvero grazie per la vs. Incessante opera come se, per voi fosse una missione non un semplice lavoro Rispondi a Cassandro Giuseppe

  • Cassandro Giuseppe ha scritto il 11 novembre 2020 alle 14:26 :

    Conosco personalmente uno ad uno tutto lo staff compreso i medici e il direttore dott. Mennoia cui va a loro, tutta la mia vicinanza e solidarietà ben conscio che nessuno ribadisco proprio nessuno si è mai risparmiato, anzi!!! Tantè, che molti di loro risulta è stato contagiato, e benché per questo motivo il personale ridotto all'osso, continuano imperterriti a prestare la loro opera. Ciò detto, in virtù di avere la propria madre 97enne, colà ricoverata. Ritengo sia inutile e fuori luogo far da "caccia alle streghe" su come sia entrato nella struttura il covid-19; chiunque a propria insaputa può essere stato escludendo i familiari posto che, è stato loro interdetto l'ingresso nella struttura. Certo che chiunque esso sia stato, lo ha fatto in assoluta buona fede Rispondi a Cassandro Giuseppe

  • Marco ha scritto il 11 novembre 2020 alle 13:51 :

    Lo dice anche la Società di Psichiatria: "la paura (del Covid) sta generando pericolosi sentimenti di rivalsa". Poi dovremo curare gli sceriffi del Covid. Rispondi a Marco

  • Michy ha scritto il 11 novembre 2020 alle 13:43 :

    Il virus lo preso io 500€ al meccanico. Rispondi a Michy

  • Michy ha scritto il 11 novembre 2020 alle 13:40 :

    È sii .il sindaco , ora la scusa è il covid. Ma per piacere . le strade da Sistemare. Che le ambulanze i pazienti li uccidono prima del covid. C'è schif. Pandemia pandemia pandemia. Solo Questo sappiamo dire. Ma i fatti dove stanno. Rispondi a Michy

  • Franco ha scritto il 11 novembre 2020 alle 13:39 :

    La paura non serve a nessuno, genera solo psicosi e richieste di lockdown che, come in questo caso, non sarebbero di nessuna utilità. Rispondi a Franco

  • franco ha scritto il 11 novembre 2020 alle 13:03 :

    non me ne frega niente di chi la colpa o di chi deve o non deve comunicare(sindaco?asl?) l'importante è solo darsi da fare a CORATO e per corato..e non dimentichiamoci di altre strutture che esistono..... Rispondi a franco

  • GINO ha scritto il 11 novembre 2020 alle 13:02 :

    Poveri anziani ,gente senza colpa . Non penso proprio che sono usciti sabato sera. Rispondi a GINO

  • carlo mazzilli ha scritto il 11 novembre 2020 alle 12:45 :

    appost! buonanotte! la mia solidarietà e i mio abbraccio a quegli operatori che si trovano i questa situazione. siate forti. non potendo fare altro, faccio il tifo per voi, come per tutti coloro che a torto o a dritto, in un modo o in un altro, fanno del servizio all'altro la propria professione. Rispondi a carlo mazzilli

  • Maria P. ha scritto il 11 novembre 2020 alle 12:17 :

    Calma, occorre leggere bene i dati, sono quasi tutti asintomatici, non serve a nulla drammatizzare, lasciate fare ai medici. La paura genera solo psicosi. Rispondi a Maria P.

  • ida ha scritto il 11 novembre 2020 alle 11:48 :

    Vorrei potervi abbracciare per dirvi GRAZIE, vorrei potervi guardare in volto per vedere gli occhi di assiste mia nonna in questi giorni (che a breve sarebbe tornata a casa, invece…), ma non posso, e l’unica cosa che posso fare è farvi arrivare il mio messaggio e quello dei miei cari. Rispetto a marzo sento solo sfiducia intorno a noi, tanta stanchezza, eppure voi siete là ugualmente, e non vi servono a niente le polemiche inutili tra chi si accapiglia per decidere di chi è la responsabilità, se di Conte o di Emiliano, salvo mai mettersi una mano sulla coscienza. Questo è un altro discorso, a voi non interessa, perché avete altro a cui pensare, ogni mattina dovete alzarvi, indossare quella maledetta tuta che tutti abbiamo imparato a conoscere e affrontare il pericolo, senza arrendervi. Rispondi a ida

  • PIPPO ha scritto il 11 novembre 2020 alle 11:40 :

    ...cosa cambia sapere il numero dei contagi? Non è che sapendo il numero , il virus lo eviti! Il virus c'è, e se si continua a seguire i media andremo tutti in neurologia. VIVI AL VITA , CON LE DOVUTE PRECAUZIONI, E NON SEGUIRE I NUMERI.. STARAI SICURAMENTE MEGLIO... Rispondi a PIPPO

  • gia l ha scritto il 11 novembre 2020 alle 10:07 :

    la cosa impressionante è che del sindaco nemmeno l'ombra! possibile che non si abbia una situazione chiara giornalmente sul numero dei positivi a corato? ma il sindaco cosa sta facendo nel frattempo? Rispondi a gia l

    Gg ha scritto il 11 novembre 2020 alle 12:40 :

    A quanto pare bisogna fare un po' di chiarezza. Il Sindaco sta aggiornando tempestivamente i cittadini. Se l'ultimo aggiornamento è del 6 novembre, non chiedetevi cosa stia facendo il Sindaco ora, ma riflettete! I numeri ufficiali arrivano dall'asl che è attualmente così piena di lavoro che non riesce ad accertare tutti i casi di positività che vengono segnalati dai laboratori privati. Invece di fare polemiche, rimanete a casa e, perché no, informatevi prima di diffondere cattiverie! Rispondi a Gg

  • Er ha scritto il 11 novembre 2020 alle 08:19 :

    Caro sindaco allora tutto apposto a Corato? Facciamo scappare qualche altro morto? Grazie per la rivelazione quotidiana dei contagi a Corato, così come fanno gli altri sindaci che aggiornano quotidianamente i propri cittadini..ecco l’inesperienza di saper gestire..mi rammarico di aver creduto in lei..la salute al primo posto.. Rispondi a Er

    Gg ha scritto il 11 novembre 2020 alle 09:10 :

    Quindi i contagi sarebbero legati all'elezione del Sindaco De Benedittis? Mi faccia capire, è interessante! Rispondi a Gg

    Er ha scritto il 11 novembre 2020 alle 10:37 :

    Intanto ci hanno fatto votare è molti candidati sono risultati positivi..il sindaco ha colpe x mancati controlli e mancata osservanza delle norme (5 contagiati) e questo legato all’assenteismo sarà solo l’antipasto. C’è assenza, manca l’esperienza gestionale dell’emergenza..io non saprei gestire e di fatti resto un semplice cittadino, ma chi fa questo deve saperlo fare e affiancarsi a gente che deve saperlo fare Rispondi a Er

    fc ha scritto il 11 novembre 2020 alle 09:10 :

    Mi sa tanto che il Sindaco è peggio del Commissario, per il momento si occupa solo della scuola (crede di essere più un dirigente scolastico che un Sindaco) oltre niente. Rispondi a fc

    Senza parole ha scritto il 11 novembre 2020 alle 09:00 :

    Che commento di cattivo gusto.. Lei sarebbe stato sicuramente più comunicativo ed efficiente!! Povera Corato in che mani stiamo! Sono ironica ovviamente ER Rispondi a Senza parole

    Er ha scritto il 11 novembre 2020 alle 10:34 :

    Notò una setta che blinda il sindaco..e di questo me ne dispiace..come detto io stesso sono stato un elettore di Corrado, ma, al momento noto tutta l’inesperienza nella gestione..non ci sono provvedimenti locali (vedo quello che hanno fatto a Trani e cioè chiusura alle 18) in modo da evitare l’inutile circolazione serale. Così come noto che gli aggiornamenti quotidiani sui contagi mancano totalmente e la comunicazione di questo dato avviene costantemente in tutti i comuni..non dipendere un comportamento e spaesamento indifendibile..ci saranno ancora morti a Corato perché non ci sono controlli e lo si nota dai 5 agenti positivi..cari sveglia..di chi è la colpa oltre che devi vigili che in primis non hanno rispettato le norme??? Del caro sindaco che è assente in tutti i campi. Rispondi a Er

  • Caterina dell’olio ha scritto il 11 novembre 2020 alle 07:11 :

    Dopo i contagi fornite i dpi, non sarebbe stato meglio darli prima ? Prevenire è meglio che curare Rispondi a Caterina dell’olio

  • Maria ha scritto il 11 novembre 2020 alle 06:13 :

    Non si fa parola stranamente di qualche paziente risultato positivo e già passato ad altra vita.... Rispondi a Maria

  • Aldo ha scritto il 11 novembre 2020 alle 06:01 :

    E tanto tuonò che piovve... Rispondi a Aldo

    vdv.14 ha scritto il 11 novembre 2020 alle 07:50 :

    Ma ha tuonato per parecchi giorni. ma la A.S.L non è dovuta subito a dover informare le testate giornalistiche in maniera preventiva? un po mi .......... Rispondi a vdv.14