Il bollettino della Regione

Coronavirus, nuovo record in Puglia: oggi 350 contagi. Salgono anche i ricoverati

Ben 158 sono in provincia di Bari. Sono stati registrati 2 decessi in provincia di Taranto

Cronaca
Corato sabato 17 ottobre 2020
di La Redazione
Tampone
Tampone © n.c.

Oggi, sabato 17 ottobre, in Puglia sono stati registrati 5.382 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 350 casi positivi: 158 in provincia di Bari, 15 in provincia di Brindisi, 21 in provincia BAT, 89 in provincia di Foggia, 9 in provincia di Lecce, 54 in provincia di Taranto, 4 attribuiti a residenti fuori regione. I ricoverati salgono a quota 401.

Sono stati registrati 2 decessi in provincia di Taranto.

Secondo la mappa allegata al bollettino regione odierno - disponibile cliccando qui - Corato è ancora inserita tra le città con un numero di positivi superiore a 50.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 484.125 test. 5472 sono i pazienti guariti. 4980 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 11.084 , così suddivisi: 4628 nella Provincia di Bari; 1030 nella Provincia di Bat; 852 nella Provincia di Brindisi; 2621 nella Provincia di Foggia; 933 nella Provincia di Lecce; 931 nella Provincia di Taranto; 84 attribuiti a residenti fuori regione; 5 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Prisco rosanna ha scritto il 17 ottobre 2020 alle 17:43 :

    Ora diranno e ma tanto su tot abitanti ....e' poco!anzi dite a chi ha patologie nn uscite perche' la liberta' la vogliono solo chi sta bene chi invece ha patologie nn deve avere la liberta' ..perche' giustamente se tu stai male e muori che me ne frega a me ....ovviamente sono sarcastica Rispondi a Prisco rosanna

  • Maurizio ha scritto il 17 ottobre 2020 alle 17:00 :

    5382 tamponi, 350 casi ( fra essi la maggior parte asintomatica) pari al 6,5%. Ma di che parliamo? Basta terrorismo............ Rispondi a Maurizio

    Gigi Gusto ha scritto il 18 ottobre 2020 alle 05:20 :

    E chissà in quanti ce l'hanno e non lo sanno. E intanto contagiano. Basta ignoranza Rispondi a Gigi Gusto

    M.D ha scritto il 17 ottobre 2020 alle 18:41 :

    Ma infatti.....allora via Iibera a tutto e a tutti ogni uno faccia come meglio crede....chi sa di avere problemi si limiti chi crede nel terrorismo. ...Si goda la libertà! Ho una sola certezza che in caso di eventuali contagi loro saranno i primi e a protestare contro lo stato! Rispondi a M.D

    Maurizio ha scritto il 18 ottobre 2020 alle 07:54 :

    Ma che dice? ...la libertà? Contro lo stato? Negazionismi? È un dato di fatto: è il 6,5% e basta! Stia tranquillo che io andrò a chiedere i danni allo stato dato che sono stato il primo a pagare le tasse a maggio mentre eravamo in lockdown e non sono un dipendente. Lei lo ha fatto?........ a me preoccupa più il lato economico che sanitario ( si informi bene sulla valutazione dei dati che Le dicono) Rispondi a Maurizio

    Prisco rosanna ha scritto il 19 ottobre 2020 alle 19:38 :

    Infatti....con I soldi la vita la puoi comprare ...

    M.D ha scritto il 18 ottobre 2020 alle 13:17 :

    Guardi che io le tasse le pago fino all'ultimo centesimo. ..e proprio per questo sono una partita Iva ....Non abbiamo stipendio statale e per noi ammalarci significa nonnpoterci curare!

    Umberto R ha scritto il 18 ottobre 2020 alle 13:00 :

    Quando saremo sepolti non sapremo cosa farcene dell'economia

    Gigi Gusto ha scritto il 18 ottobre 2020 alle 12:54 :

    E perdete tempo a rispondere ad un personaggio che mette i soldi davanti alla salute?

  • Elena ha scritto il 17 ottobre 2020 alle 16:56 :

    Verooooo Rispondi a Elena

  • Aldo ha scritto il 17 ottobre 2020 alle 13:59 :

    Dall' papà, dall'... Ormai stanno perdendo senso questi bollettini... Sembrano ormai una mostra fotografica a cui il pubblico assiste disinteressato e inerme... Rispondi a Aldo