La storia

L'orologio del Comune torna a scandire il tempo di una storia ultracentenaria

Ieri pomeriggio è stato riacceso il quadrante e sono state rimesse in moto le lancette. Ne ha dato notizia il neo sindaco De Benedittis

Cronaca
Corato giovedì 15 ottobre 2020
di Francesco De Marinis
Il quadrante dell'orologio acceso che segna l'ora esatta
Il quadrante dell'orologio acceso che segna l'ora esatta © CoratoLive.it

Le lancette dell'orologio di Palazzo di Città tornano a scandire la vita dei cittadini. Da alcuni anni erano ferme alle 6 e 12, oggi sono state rimesse in moto. Lo ha annunciato il neo sindaco Corrado De Benedittis con un post su Facebook che mostra il quadrante illuminato e l'orologio tarato sull'ora esatta, accompagnato da una manciata di parole: «Il tempo torna a scorrere».

Una storia lunga più di un secolo quella dell'orologio pubblico che campeggia sul Palazzo di Città. Secondo le ricerche condotte da Cristoforo Scarnera è stato inaugurato nel 1877 e progettato dall'architetto bitontino Luigi Castellucci, padre del palazzo Jatta a Ruvo. La meccanica originale, che muoveva originariamente le lancette, è custodita all'interno degli uffici comunali in via Gravina.

Grazie ad una fotografia datata 1948 e conservata nella collezione privata di Scarnera, si scopre che il primo “regolatore dell’orologio del palazzo di Città” si chiamava Giuseppe Introno.

Stando ad una ipotesi dagli storici Molinini e Grossi, l’orologio storico potrebbe essere quello in origine posizionato sopra l’ex palazzo della pretura, a piazza Sedile. Da quell’orologio, con annesso campanile e “suoneria alla francese”, avrebbe preso nome anche l’attuale vicolo Papagno, all’epoca detto “dell’orologio”.

La presenza di un orologio in piazza Sedile la conferma Pasquale Tandoi. «Ce n'era uno sul palazzo del governatore. Nel bilancio comunale del 1627 si fa riferimento alla decurtazione della retribuzione al regolatore dell'orologio. Fu uno dei primi orologi meccanici in zona».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Grammal ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 18:39 :

    Che bello. Ricordi di bambino: ogni quarto d'ora din, don. Sono contento della notizia Rispondi a Grammal

  • carlo mazzilli ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 16:47 :

    non vedevo l'ora ... Rispondi a carlo mazzilli

  • Cittadina stufa ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 14:54 :

    Caro U SPLAT, e cosa aspetta il Filosofo ad insediarsi come Sindaco????? Forse deve ancora metabolizzare che lo è diventato ??????? Rispondi a Cittadina stufa

    U SPLAT ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 16:39 :

    Cara cittadina stufa non è che uno si alza la mattina e si proclama sindaco. Evidentemente ci sono delle prassi e procedure da seguire che non dipendono dal Filosofo ma dalla burocrazia italiana. Questo il TUO dovrebbe saperlo bene, chiedi a LUI che metabolizza facilmente. Rispondi a U SPLAT

    M.D ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 15:42 :

    Cara cittadina stufata.....volevo sapere. ..se ti sei stufata ad aspettare questi ultimi 10 giorni o stai stufata da già da 3/4 anni già?? Rispondi a M.D

  • U SPLAT ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 12:56 :

    Fare commenti stupidi per una bella notizia mi sembra molto puerile se non addirittura infantile. Se c'è un orologio è normale che funzioni altrimenti non ha senso averlo. Certo ci sono tante cose da fare ma tutto il marcio che si è creato non dipende da Corrado ma da chi sanno tutti i coratini. Bisogna poi spiegare a qualcuno che il sindaco deve ancora insediarsi ufficialmente e che i marciapiedi dove inciampano anziani e bambini si potevano anche aggiustare prima se" LUI", lo avesse consentito. Tra l'altro il tizio che si lamenta poteva dirlo anche al commissario. Piaccia o non piaccia ora è ripartito l'orologio poi pian piano ripartirà la città. E forse il tempo non passerà cosi velocemente......... Rispondi a U SPLAT

    BELLA CIAO ! ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 14:25 :

    E' visto che funziona perche' non iniziare a lavorare per il bene della Citta' ? Rispondi a BELLA CIAO !

  • BELLA CIAO! ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 12:22 :

    CI SONO ALTRE LANCETTE PIU' IMPORTANTI DA FAR RIPARTIRE (L'OROGIO DELLE STRADE-GIARDINI-SPORCIZIA-ED ALTRO ) AD ANDRIA GIA' SI LAVORA FORSE CORATO E' ANCORA IN SMART WORKING......... Rispondi a BELLA CIAO!

  • Roberto Colonna ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 11:24 :

    Non sono uno storico ma ricordo cosa mi raccontava alcuni anni fa il mio elettrauto,il signor Gammariello, che aveva la sua officina difronte all’ Edificio Fornelli.. Gli chiedevo come mai fossevuoto sulla facciatadelFornelli lo spazio Destinato ad ospitare le lancette di un orologio. Mi rispose che quell’orologio si trovava sulla facciata del Palazzo di Città’. La cosa gli dispiaceva perché era stato acquistato con una sottoscrizione volontaria dei nostri concittadini. Non so oggi che questa storia fosse vera. Ma non ho motivo di dubitare di chi me la raccontava. Una gran brava persona! Rispondi a Roberto Colonna

  • elettore coratino ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 11:02 :

    così il tempo passa velocemente......... a buon intenditor poche parole Rispondi a elettore coratino

    A Mazzilli ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 11:15 :

    Ecco perchè chi stava prima non lo aggiustava, per non far passare mai il tempo e farci rimanere nel passato. Rispondi a A Mazzilli

  • Coratina stufa ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 10:28 :

    Caro Sindaco, oltre all’orologio, quando ti decidi a far ripartire Corato???? Hai avuto i “consigli” giusti ??? Rispondi a Coratina stufa

    Pier Luigi ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 12:52 :

    Chi vota a destra, d'ora in avanti diventerà magicamente impaziente. Rispondi a Pier Luigi

    A Mazzilli ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 11:16 :

    assurdo, NON si e' ancora insediato e già trovate difetti Rispondi a A Mazzilli

  • Angelo R. ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 10:25 :

    Che grande notizia......incredibile......sensazionale Un atto veramente simbolico sarebbe stato ripristinare i marciapiedi onde evitare che anziani e bambini in primis, evitino di cadere Rispondi a Angelo R.

    Pino Picca ha scritto il 18 ottobre 2020 alle 14:46 :

    A me sinceramente queste osservazioni tutte mirate al massacro di un Sindaco neo eletto, peraltro nuovo sia amministrativamente che politicamente, sembrano a dir poco fuori luogo, quando c'è qualcuno che qualcosa la fa! Io di certo non sono mai stato un elettore di sinistra, ma ritengo che le critiche non costruttive siano solo sterili ed inutili esternazioni fatte per imbrattare una chat e per avvelenare senza ragione un clima che deve partire con il massimo garbo e con la pacatezza istituzionale dovuta. Piuttosto dobbiamo augurarci che la Città possa finalmente ripartire, perché per tante ragioni ascrivibili al proprio credo politico è rimasta paralizzata. Buon lavoro Corrado! Rispondi a Pino Picca

    M.D ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 14:21 :

    I marciapiedi,il verde e tutto il macello che abbiamo in città non si può sistemare con un cambio ""diciamo di pile"suvvia non dite spropositi! Rispondi a M.D

  • Uno Qualunque ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 09:44 :

    Pile scariche Rispondi a Uno Qualunque

  • Mario 62 ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 09:10 :

    Tanto che rientrava nella normalità che da decenni nessun altro ha fatto la manutenzione. Ma era concepibile chi coratino alzava la testa per guardare l’orologio se funzionasse l’importante era tenere la testa giù. Rispondi a Mario 62

    fc ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 11:05 :

    Riportare il tutto in una inesistente disputa politica di dx e sx è assolutamente inutile se non dannosa per la città. Anche perchè, caro signore, chi aveva la testa in giù ha votato sia a dx che a sx, e, forse sono gli stessi che da decenni non hanno fatto manutenzione. Rispondi a fc

  • fc ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 08:01 :

    Le riparazioni e/o la manutenzione rientrano nella normalità. Cosi giusto per precisare. Rispondi a fc

    A Mazzilli ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 11:14 :

    E pensare che alcuni non sono riusciti nemmeno a fare le cose normali. Rispondi a A Mazzilli

  • arch.vincenzo.sinisi ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 07:29 :

    Un atto simbolico molto importante Rispondi a arch.vincenzo.sinisi

  • Michele C ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 06:31 :

    Rimettiamo in moto la città... Rispondi a Michele C

  • nerdrum ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 06:13 :

    apposto. è incominciato il rinnovamento. Rispondi a nerdrum

  • M.D ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 05:35 :

    Finalmente! !! Ma si sa perché non funzionava? Rispondi a M.D

    Io ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 07:16 :

    Era rotto Rispondi a Io

    M.D ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 11:48 :

    E quantunque rotto non ci voleva tanto per rimetterlo in movimento. ....forse non lo si voleva rimettere in movimento. ..diciamo che è un buon segno...una piccola cosa ma di grande impatto....è bello poter vedere l'orologio in funzione. .lo guardavano noi ragazzi ..bei lontani ma indimenticabili anni"80....per ritornare a casa in orario! Rispondi a M.D