Il bollettino della Regione

Coronavirus, boom dei contagi: in Puglia sono 315. Ben 169 nel Barese con 2 decessi

Dei 169 casi, ben 71 sono relativi ad una Rsa di Alberobello

Cronaca
Corato mercoledì 14 ottobre 2020
di La Redazione
Coronavirus
Coronavirus © n.c.

Oggi, mercoledì 14 ottobre, in Puglia sono stati registrati 5.844 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 315 casi positivi: 169 in provincia di Bari, 13 in provincia di Brindisi, 28 nella provincia BAT, 55 in provincia di Foggia, 11 in provincia di Lecce, 37 in provincia di Taranto, 2 residenti fuori regione.

Sono stati registrati 2 decessi: 1 in provincia di Bari e 1 in provincia di Foggia.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 467.815 test. 5317 sono i pazienti guariti. 4229 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 10.164, così suddivisi: 4164 nella Provincia di Bari; 942 nella Provincia di Bat; 817 nella Provincia di Brindisi; 2462 nella Provincia di Foggia; 911 nella Provincia di Lecce; 785 nella Provincia di Taranto; 79 attribuiti a residenti fuori regione; 4 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia odierno è disponibile cliccando qui.

Dichiarazione DG ASL Bari, Antonio Sanguedolce: Nella giornata odierna il Dipartimento di Prevenzione ha registrato 169 casi di positività al Sars-Cov 2. Questo dato, oltre a tener conto dei numerosi contatti stretti di casi noti già sottoposti a sorveglianza epidemiologica, ricomprende 71 casi rilevati in una Casa di riposo. L’attività di tracciamento e tamponamento messa in campo tempestivamente dal Dipartimento di Prevenzione della ASL Bari ha individuato 59 positività tra gli ospiti e 12 tra gli operatori. In considerazione del quadro epidemiologico complessivo, è stato dato incarico al direttore del Distretto socio sanitario competente di supportare la struttura per le eventuali necessità di tipo sanitario».



Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • ernesta.maldera ha scritto il 16 ottobre 2020 alle 15:17 :

    Il mio pensiero è uno e non mi lascia sin da quando hanno deciso di riaprire le scuole. Va bene che un bambino ha bisogno della presenza dell' insegnante, che i bambini a casa limitano l 'uscita a lavoro dei genitori. Quindi , perche non lasciare a casa con la didattica e sostanze i ragazzi di scuola superiore che sono un vettore del contagio visto che provengono da comuni diversi e utilizzano i mezzi pubblici che vengono utilizzati da persone provenienti da qualsiasi altro comune. Perché non si vuole vedere le condizioni in cui viaggiano i ragazzi per andare a scuola. Lasciate in presenza solo le scuole elementari e medie , infondo i ragazzi sono di uno stesso comune e quindi la situazione è più controllabile . Gestite le scuole superiori con la didattica a distanza . Rispondi a ernesta.maldera

  • Grammal ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 17:53 :

    I due decessi sono morti di Covid o anche di Covid. Come al solito : " cadut, muert" Rispondi a Grammal

  • Cataldo ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 17:37 :

    Possibile che dopo questi numeri di contagi la gente si ostina ancora ad andare in giro senza mascherina o sotto al mento. Ma i controlli si fanno o no Rispondi a Cataldo

  • Terry ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 16:48 :

    Tanto se nn ci chiudono nuovamente in casa e buttano la chiave ci ammaleremo tutti! Rispondi a Terry

  • Luisa ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 16:46 :

    Il grosso problema e che i bambini della scuola elementare nn hanno le malizie di nn toccarsi gli occhi , comunque fanno ricreazione quindi manine in bocca, toccano gli scorrimano . I maniglie delle porte bagni ...perciò serve una DAD!!! Rispondi a Luisa

  • Gigi Gusto ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 15:31 :

    Ma tanto ci sono i cretini che urlano contro le "restrizioni". Per colpa di quella gente non torneremo mai alla normalità Rispondi a Gigi Gusto

  • Nunzia ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 15:20 :

    Dopo mesi di lockdown dovevamo uscirne migliori....invece siamo diventati imbecilli !!!! Stiamo messi malissimo e c' e un totale menefreghismo !!! Più diamo la colpa a Conte che ci farà chiudere tutto ...ma ce lo meritiamo proprio !!!! Rispondi a Nunzia

  • il salmone ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 15:10 :

    Gesù diceva : "L'amore caccia via la paura" . Oggi non c'è più amore è quindi si ha sempre più PAURA, arma eccezionale per chi è al potere. con questo terrore sparato a dalla tv e dai media h24 ogni uomo è facilmente gestibile. Rispondi a il salmone

    Grammal ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 17:55 :

    Adesso gigi gusto ti dirà:"negazionista, incosciente" Rispondi a Grammal

    il salmone ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 10:57 :

    purtroppo la Tv ha cotto i cervelli di tante persone, e se esprimi perplessità nei confronti di tutta sta storia sei negazionista e non - essere pensante e libero - io voglio stare nella seconda parte sono un salmone e voglio nuotare contro corrente, e quindi datemi il beneficio del dubbio. Ovvio rispetto gli altri e metto la mascherina e rispetto le regole purtroppo anti democratiche. Rispondi a il salmone

  • Aldo ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 13:56 :

    Ma sti contatti stretti perché si ostinano ad essere così stretti ai positivi...? Qualche esperto che me mo spieghi please... Rispondi a Aldo

    Fabio ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 14:50 :

    Perché molte volte non tutti i parenti dei positivi hanno una seconda casa dove andare a stare e comunque nonostante 1000 precauzioni si infettano lo stesso. Successo a 2 amici miei Rispondi a Fabio

  • Simo ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 13:41 :

    Per me la situazione sta andando fuori controllo ....prendessero misure restrittive...... Rispondi a Simo

    Grammal ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 18:11 :

    Simo, Anziché pensare che siamo noi il problema, che siamo noi che infrangiamo i consigli del governo, chiediti perché non migliorano i trasporti urbani ed inerurbani che sono inefficienti e assolutamente insufficienti e realmente fonte di possibili contagi. Impedire ad un bar dopo le 21 di vendere con l'asporto a chi giova? E così tante altre soluzioni geniali Rispondi a Grammal

    Grammal ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 17:57 :

    Chiuditi in casa e non uscite più, quando vi sentirete sicuri, uscite e vi accorgerete che il mondo sarà morto Rispondi a Grammal

    M.D ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 14:31 :

    Gentile Simo....ma ha sentito i vari tg? Tutti contro Conte. ..per le regole consigliate dal nuovo dpcm! Allora di che stiamo a parlare! Chi ha cervello si.limita..gli altri facessero che vogliono! Rispondi a M.D

    Grammal ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 18:05 :

    Ognuno di noi ha il diritto di dire la sua. Vorrei comunque sottolineare che vi sembra plausibile che debbano dire: " non fate feste a casa vostra, ma comunque non vi mandiamo la polizia"? Vi rendete conto della gravità della cosa. Il domicilio è inviolabile non che "io non ti mando" Ricordate i primi dpcm? "vi consentiamo, vi permettiamo..." questo che viene rimproverato. E a molti questa limitazione di libertà sta iniziando a piacere per avere un senso di sicurezza. Il Covid non lo faranno morire mai e la colpa sarà sempre del popolo. È una mia opinione Rispondi a Grammal

    C B ha scritto il 15 ottobre 2020 alle 09:20 :

    Sono d'accordissimo con tutto ciò che dici.... Purtroppo quando si sveglieranno sarà troppo tardi..... Non saremo morti di "covid" ma di fame..... Lasciamogli credere ciò che vogliono... Non riescono a capire che sono "DPCM" illegali... La vera legge è la COSTITUZIONE ITALIANA ma evidentemente non sanno nemmeno che cos'è.... Invece di insultare la gente del tipo cretini, imbecilli (parlo del signor Gigi Gusto e company) studiate e informatevi che l'ignoranza regna sovrana!

  • Tina ha scritto il 14 ottobre 2020 alle 13:40 :

    Perché nn ci danno i dati aggiornati di Corato? Rispondi a Tina