Ieri è stato svelato il totem

Svelato il 43esimo defibrillatore in largo Plebiscito: «Imbriani ci aiuterà a segnalarlo»

A finanziare il totem, che renderà Corato ancora più cardioprotetta, sono stati privati cittadini e titolari di attività

Cronaca
Corato sabato 01 agosto 2020
di La Redazione
Svelato il 43esimo defibrillatore in largo Plebiscito: «Imbriani ci aiuterà a segnalarlo»
Svelato il 43esimo defibrillatore in largo Plebiscito: «Imbriani ci aiuterà a segnalarlo» © CoratoLive.it

Sotto gli occhi di Matteo Renato Imbriani èm stato svelato ieri sera il quarantatreesimo defibrillatore presente in città, questa volta in largo Plebiscito.

L'iniziativa è nata dall'associazione “Due Mani Per La Vita Corato”, fondata tre anni fa da un gruppo di infermieri coratini (Salvatore Cocuzza, Luigi Faretra, Giovanni Papagno, Giuseppe Cialdella e Vincenzo Leone). «Da marzo attendiamo questo momento. - dichiara Giovanni Papagno - «Questo strumento così importante si trova proprio qui, sotto la statua di Matteo Renato Imbriani che ci aiuterà a segnalarlo»

A finanziare il totem, che renderà Corato ancora più cardioprotetta, sono stati privati cittadini e titolari di attività come Autotrasporti Merra, Cattolica Assicurazioni, Farmacia Samarelli, Gabriele Diaferia e il MaPerò. «Li ringrazio tutti - continua Papagno - e aggiungo anche Gaetano Nesta, il geometra Modesti che si è occupato delle planimetrie, il vicecomandante della polizia locale, Giuseppe Loiodice, il commissario straordinario Schettini e il segretario D'Introno».

Immancabile l'apporto di Domenico Varesano, referente di CdF Irc "Gifes". Con quello inaugurato ieri sono 43 in tutto i defibrillatori in città, molti dei quali in strada, altri privati, tutti censiti e connessi al 118. Intanto i dipendenti del Maperò e quelli della farmacia Samarelli sono stati tutti correttamente formati, pronti ad intervenire in caso di bisogno.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 01 agosto 2020 alle 22:14 :

    Tra un po' potremo scrivere sul cartello di ingresso: la città dei defibrillatori. Rispondi a Franco

  • Modī ha scritto il 01 agosto 2020 alle 08:00 :

    Bravissimi, questa è la dimostrazione di come la brava gente è capace di fare solo cose belle, che vanno amate e rispettate! Conosco bene il team di 2 mani per la vita e devo dire che danno l'anima e credono fortemente in quello che fanno! Bravi loro, bravi tutti quelli che si sono impegnati in questa donazione! Magari verrà fuori qualcuno che dirà....ma con tutto quello che serve a Corato.....NON TOCCA A LORO! Chi deve....prenda esempio! Rispondi a Modī