La sentenza

"​Giustizia svenduta", l'ex pm Savasta condannato a 10 anni. Quattro anni a Scimè

L'ex magistrato era accusato di avere fatto parte di un'associazione a delinquere finalizzata alla corruzione in atti giudiziari, che avrebbe gestito insieme all'ex giudice Michele Nardi

Cronaca
Corato giovedì 09 luglio 2020
di La Redazione
Savasta
Savasta © n.c.

L'ex pm di Trani, Antonio Savasta, è stato condannato a 10 anni di carcere dal gup di Lecce, Cinzia Vergine, nell'ambito del processo sulla "Giustizia svenduta".

L'ex magistrato era accusato di avere fatto parte di un'associazione a delinquere finalizzata alla corruzione in atti giudiziari, che avrebbe gestito insieme all'ex giudice Michele Nardi, imputato nel processo in corso con rito ordinario insieme ad altre cinque persone.

Oltre a Savasta (difeso dall'avvocato Massimo Manfreda), nel rito abbreviato erano imputati il sostituto procuratore Luigi Scimè (all'epoca dei fatti in servizio a Trani e oggi a Salerno), che è stato condannato a 4 anni; gli avvocati Ruggiero Sfrecola e Giacomo Ragno (entrambi del foro di Trani), condannati rispettivamente a 4 anni e 4 mesi e 2 anni e 8 mesi; l'immobiliarista barlettano Luigi D'Agostino, condannato a 4 anni.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Artù ha scritto il 09 luglio 2020 alle 14:28 :

    È proprio vero la legge..... Per alcuni si applica e per altri...... Si interpreta w l'Italia pare che hanno vinto il processo..................................................... Rispondi a Artù

  • Nunzi ha scritto il 09 luglio 2020 alle 14:25 :

    Si danno troppe arie ecco poi la fine che fanno! Rispondi a Nunzi

Le più commentate
Le più lette