​Nei giorni scorsi la giovane coratina è stata colta da un malore improvviso

Il gesto d'amore di Federica: stroncata da un malore a vent'anni, dona le cornee

Dopo poche ore i suoi genitori hanno dato il consenso alla donazione. Ma, prima ancora, lei stessa aveva già fornito il consenso quando ha fatto la sua carta di identità

Cronaca
Corato mercoledì 01 luglio 2020
di La Redazione
L'ospedale
L'ospedale "Lorenzo Bonomo" di Andria © AndriaLive

Federica aveva vent'anni. Nei giorni scorsi è stata colta da un malore improvviso e, dopo poche ore, i suoi genitori hanno dato il consenso alla donazione delle cornee. Un consenso che si è aggiunto a quello che Federica, di Corato, aveva già dichiarato quando ha fatto la sua carta di identità.

«Siamo profondamente addolorati - dice Alessandro Delle Donne, Direttore Generale della Asl Bt - ma il gesto di Federica e della sua famiglia è particolarmente significativo per il carico emotivo che la loro storia porta in sé. Oggi più che mai sentiamo la necessità di sottolineare che la donazione degli organi e dei tessuti è un gesto di profondo amore nei confronti della vita che continua, anche nella sofferenza più lacerante».

La donazione delle cornee è stata effettuata nell'ospedale Bonomo di Andria dove solo pochi giorni fa è stata istituzionalizzata la struttura di Coordinamento Trapianti.

«Il consenso alla donazione degli organi e dei tessuti è in continua crescita - aggiunge Delle Donne - ma quello che conta oggi è il messaggio che Federica e la sua famiglia hanno lasciato a tutti noi e ai più giovani in particolare. Nonostante la sua giovane età, Federica aveva già scelto e la sua volontà ha incrociato quella della sua famiglia, unita e compatta nel sostenere un gesto di continuità e di solidarietà».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Vincenzo Caldarola ha scritto il 05 luglio 2020 alle 04:40 :

    Ciao Federica! Eri troppo giovane per morire. Anche per chi fa il medico da 23 anni queste sono notizie che lasciano senza fiato. Mi viene in mente la frase di Virgilio "Stat sua cuique dies": c'è un giorno segnato per ciascuno di noi. Dovremmo riflettere TUTTI più spesso su questo concetto. E forse il mondo sarebbe migliore. Grazie a te e alla tua famiglia per il bel gesto. Che attutira', forse, un dolore straziante e incontenibile. Un abbraccio a chi ti ha voluto davvero bene. Per tutti loro " Non è vano il programma del nostro essere di redenti: la nostra carne risorgerà, la nostra vita sarà eterna !" Riposa in pace. Vincenzo. Rispondi a Vincenzo Caldarola

  • giuseppe.acella ha scritto il 01 luglio 2020 alle 16:59 :

    Un gesto d'amore, un segno indelebile! Rispondi a giuseppe.acella

  • Rosa Mastrorillo ha scritto il 01 luglio 2020 alle 12:44 :

    Un amore così grande hanno dimostrato I genitori di Federica grande quanto il dolore che hanno provato E che provano .Siete persone speciali perché avete dato i proseguimento della vita a Federica “ciao tesoro brilla nel cielo perché la tua luce illuminera’ sentieri bui “ ti ricorderò sempre nel mio cuore 🌠❤️ Rispondi a Rosa Mastrorillo

  • Daniel Mangialardi ha scritto il 01 luglio 2020 alle 12:24 :

    Che gesto nobile. Grazie mille, guerriera. Continua a sorridere da lassù. Rispondi a Daniel Mangialardi

  • Paolo Tota ha scritto il 01 luglio 2020 alle 11:52 :

    Gesto di una ragazza e di una famiglia esemplare, dedita al lavoro, alle ose semplici giornaliere ma di grande umanità. Buon ponte FEDERICA .......... Rispondi a Paolo Tota

  • Francesco Fanelli ha scritto il 01 luglio 2020 alle 11:18 :

    Sei nei miei pensieri .......grande gesto d' amore ❤️❤️❤️ Rispondi a Francesco Fanelli

  • Filomena strelacci ha scritto il 01 luglio 2020 alle 10:50 :

    Un bel gesto d'amore sei e sarai la nostra eroina siete delle persone meravigliose e tu Federica dolce angelo sei ora parte dì tutti noi Nella Vita e per sempre ♥️ Rispondi a Filomena strelacci

  • carlo mazzilli ha scritto il 01 luglio 2020 alle 10:41 :

    Angelo benedetto, dal cielo in cui verrai accolta guarda a noi benevola. tu, che Dio ha voluto con sè per migliorare le sue schiere, tu che già in vita ti sei donata per lenire le sofferenze degli alti, tu ormai nella luce eterna, nell'eterno conforto, abbraccia noi. Rispondi a carlo mazzilli

  • Pasquale abbattista ha scritto il 01 luglio 2020 alle 09:03 :

    R.I.P Rispondi a Pasquale abbattista