Dopo la scoperta, avvenuta questa mattina intorno alle 8, i resti del gattino sono stati recuperati dalla Polizia locale

Follia nel parco comunale: ritrovata la testa mozzata di un gattino

Appare molto difficile che si tratti dell'azione di un cane o addirittura di una volpe. È invece molto più probabile che dietro questo assurdo gesto si celi la mano dell'uomo

Cronaca
Corato martedì 26 maggio 2020
di La Redazione
Follia nel parco comunale: ritrovata la testa mozzata di un gattino. Il luogo della scoperta
Follia nel parco comunale: ritrovata la testa mozzata di un gattino. Il luogo della scoperta © CoratoLive.it

La fotografia con i resti dell'animale in primo piano scegliamo consapevolmente di non pubblicarla.

Ma, anche senza immagine, suscita indignazione e fa venire i brividi il ritrovamento della testa, staccata di netto, di un gattino lungo un vialetto (nella foto) del parco comunale di via Sant'Elìa.

Appare molto difficile che si tratti dell'azione di un cane o addirittura di una volpe. È invece molto più probabile che dietro questo assurdo gesto si celi la mano dell'uomo.

Un uomo che non è un uomo, ovviamente, che - chissà per quale assurda motivazione - ha compiuto un atto di una crudeltà inaudita.

I resti dell'animale sono stati rinvenuti dalle guardie per l'ambiente questa mattina intorno alle 8.30. Gli operatori zoofili delle guardie ambientali d'Italia, in servizio nel parco, hanno quindi relazionato e segnalato l'accaduto alla polizia locale che ha avviato le indagini. Si spera che le eventuali immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza possano aiutare a chiarire l'accaduto.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Sabino Diaferia ha scritto il 27 maggio 2020 alle 19:53 :

    Non potrebbe essere opera di sette sataniche? Rispondi a Sabino Diaferia

  • Francesca DeRobertis ha scritto il 27 maggio 2020 alle 15:22 :

    Tutte queste cose succedono a corato Rispondi a Francesca DeRobertis

  • Aldo Piccarreta ha scritto il 27 maggio 2020 alle 09:55 :

    Ma qualcuno sa che le mamme mangiano i figli gatti se sono malati e lasciano la testa? Ma c’è un paese in rovina e noi pensiamo ai gatti che si mangiano tra loro e loro. Rispondi a Aldo Piccarreta

  • Sabina Lobascio ha scritto il 27 maggio 2020 alle 08:25 :

    Una volpe sgozza ma non decapita. Con gioia abbiamo adottato una gattina ...una storia diversa Rispondi a Sabina Lobascio

  • Gigi Gusto ha scritto il 26 maggio 2020 alle 22:25 :

    Non escluderei a priori l'ipotesi di una volpe. Nella zona di via Prenestina, di notte, mi è capitato spesso di avvistare delle volpi. L'anno scorso addirittura una volpe ha fatto i cuccioli vicino via traiana. E le volpi sgozzano le loro prede... Rispondi a Gigi Gusto

  • Aldo ferrante ha scritto il 26 maggio 2020 alle 21:13 :

    Non credo sia stata una volpe o un cane se così fosse dovrebbe esserci sangue ovunque invece a giudicare dal a foto non c'è niente Rispondi a Aldo ferrante

  • Tonico ha scritto il 26 maggio 2020 alle 19:10 :

    " E' stata una volpe"! Il solito buonismo che nasconde la realtà. E' sotto gli occhi di tutti che quì a Corato vi è una generazione di ragazzi e ragazzini capaci di tutto. Chiusa la scuola devono pur far qualcosa! Sono gli stessi che vanno in giro senza alcuna protezione (mascherina) e che nessuno si preoccupa di controllare ed educare. Rispondi a Tonico

    carlo mazzilli ha scritto il 27 maggio 2020 alle 11:12 :

    può essere stato una volpe, un cane o addirittura un facciommo. anche gazze e corvi mangiano i vadaveri di gattini, magari morti per cause non violente e la testa non viene quasi mai presa in considerazione. probabile anche un grosso gatto maschio, per marcare il territorio e far tornare in estro una delle gatte locali. non vi allarmate a cavolo! Rispondi a carlo mazzilli

  • P. F. ha scritto il 26 maggio 2020 alle 18:59 :

    io mi chiedo cosa possa fare un gattino da essere ucciso in questo modo a dir poco crudele. Se è stata la mano di un uomo, io gli auguro che gli venga una paresi. Rispondi a P. F.

  • Graziella ha scritto il 26 maggio 2020 alle 17:02 :

    spero tanto sia stata una volpe pensare ad un essere umano che compie un gesto cosi vile e macabro mi fa rabbrividire non avrei dubbi in questo caso su chi sia la bestia Rispondi a Graziella

  • LORENZO BUCCI ha scritto il 26 maggio 2020 alle 15:11 :

    IO NON SO SE E' STATA LA MANO DI QUALCHE BALORDO, PERO' L'IPOTESI DELLA VOLPE NON E' DA SCARTARE. PIU' VOLTE VERSO LE 6:00 DEL MATTINO MI E' CAPITATO DI VEDERE UNA GROSSA VOLPE SULLA STRADA STERRATA CHE COSTEGGIA CASA ALBERTA. Rispondi a LORENZO BUCCI

  • Peppino Lostesso ha scritto il 26 maggio 2020 alle 15:08 :

    E dovevamo uscire "migliori" da 'sta pandemia... Rispondi a Peppino Lostesso

  • francesco de rossi ha scritto il 26 maggio 2020 alle 14:57 :

    La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali Rispondi a francesco de rossi