L'ordinanza

Regione: via libera a corsi, lezioni individuali private e parchi divertimento

​Da domani, 25 maggio è consentita la riapertura delle attività di centri per corsi e lezioni individuali privati e delle attività dei parchi tematici, parchi acquatici, luna-park e attrazioni dello spettacolo viaggiante​

Cronaca
Corato domenica 24 maggio 2020
di La Redazione
Luna park
Luna park © n.c.

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha emanato l’ordinanza numero 243 con l’aggiornamento e l’integrazione delle Linee guida regionali sulle attività economiche e produttive (di cui all’ordinanza del 17 maggio 2020 n. 237) e sulla riapertura delle attività corsistiche e dei parchi divertimento.

Sono approvate, ed immediatamente applicabili nell’ambito dell’intero territorio regionale, le Linee guida regionali contenenti le misure già adottate con le Linee guida regionali di cui all’Ordinanza 17 maggio n.237, debitamente integrate per i settori “Attività turistiche: stabilimenti balneari e spiagge”, “Piscine”, “Strutture ricettive”, “Strutture ricettive all’aria aperta” nonché ulteriori misure di prevenzione e contenimento idonee a consentire la riapertura delle ulteriori attività di cui al successivo articolo 2.

Da domani, 25 maggio, nel rispetto delle indicazioni tecniche operative definite dalle linee guida regionali, è consentita la riapertura delle attività di centri per corsi e lezioni individuali privati (a titolo di esempio lingue straniere, musica, fotografia etc) e delle attività dei parchi tematici, parchi acquatici, luna-park e attrazioni dello spettacolo viaggiante.

Sempre da domani è inoltre consentito, per le attività ancora sospese, l’accesso alle strutture e agli spazi aziendali esclusivamente al personale impegnato in attività di allestimento, manutenzione, ristrutturazione, montaggio, pulizia e sanificazione, nonché a operatori economici ai quali sono commissionate tali attività finalizzate alla predisposizione delle misure di prevenzione e contenimento del contagio propedeutiche a successive disposizioni di apertura.

Nel rispetto delle norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da Covid-19, nel territorio regionale pugliese, restano consentite le attività di pesca nelle acque interne (fiumi, laghi naturali e artificiali) e in mare (sia da imbarcazione che da terra che subacquea); le attività di allenamento e di addestramento di cani e cavalli in maneggi o zone autorizzate per l’addestramento, da parte di proprietari affidatari, allevatori e addestratori; la toelettatura animali; la ricerca e la raccolta di prodotti spontanei della terra (piante non legnose, frutti, funghi epigei e tartufi).

Lascia il tuo commento
commenti