Gesti inaspettati e spontanei che rendono l’idea di quanto il problema Covid-19 sia sentito tra la popolazione

La generosità dei coratini: mascherine e generi alimentari donati a ospedale e protezione civile

In tanti stanno offrendo aiuto a chi sta lavorando in prima linea per contenere il Coronavirus: tra loro gli allievi del liceo artistico “Federico II - Stupor mundi”, ma anche privati cittadini, una farmacia​ e i volontari Gadit

Cronaca
Corato venerdì 03 aprile 2020
di La Redazione
Mascherine donate
Mascherine donate © n.c.

Sono giorni difficili questi dell’emergenza sanitaria per il Covid-19. E mentre il premier Conte annuncia che le misure restrittive saranno prorogate fino (almeno) al 13 aprile e in Puglia si registra il dato più alto sui decessi, ci sono anche le notizie positive, quelle che rallegrano il cuore.

Diversi cittadini, ognuno in proporzione a proprie possibilità e disponibilità, stanno offrendo un aiuto diretto o un sostegno morale a chi sta lavorando in prima linea per contenere il Coronavirus. Una ondata di generosità che coinvolge anche i più giovani.

Gli allievi del liceo artistico “Federico II Stupor Mundi”, nei giorni scorsi, hanno donato numerose mascherine al Pronto soccorso dell'ospedale Umberto I di Corato. Nei giorni precedenti la stessa struttura sanitaria aveva ricevuto anche altri doni. Un uomo, che ha chiesto di restare anonimo, ha consegnato 1.000 mascherine. Un altro ancora ha contribuito con una fornitura di altri beni necessari alla vita ospedaliera in tempi di emergenza.

«In questi giorni siamo travolti da uno spirito di generosità che sta spingendo tante persone, giovani o adulti, singoli o in gruppi, delle più varie estrazioni sociali e culturali, a partecipare a questa impresa nella quale tutti siamo coinvolti, per quanto costretti dalla necessità e spinti a fare la nostra parte» racconta un operatore sanitario dell’ospedale di Corato.

È, nel senso primigenio della parola, una partecipazione commovente, ovvero muove collettivamente. E commovente anche nel senso emozionale, che quindi trascinandoci con passione e sentimento, muove le risorse migliori delle nostre comunità. Questo ringraziamento - conclude - le persone se lo meritano, gli spetta, ci contano. Gli si deve».

Un impeto di solidarietà che coinvolge indistintamente tuta la città. In questo momento di particolare emergenza, anche la Farmacia Apulia ha voluto dare un suo contributo alla nostra città donando 500 mascherine da distribuire a tutti gli operatori che quotidianamente lavorano in prima linea e generi alimentari per chi sta attraversando una fase di difficoltà.

Tutto il materiale è stato consegnato alla Protezione civile.

«È un momento difficile per tutti - commentano dalla farmacia - e ora più che mai occorre collaborare gli uni con gli altri. Insieme ce la faremo».

Solo qualche giorno fa riportavamo la notizia del bel gesto degli imprenditori olivicoli, che avevano regalato ventilatori polmonari agli ospedali pugliesi, tra cui l'Umberto I. Gesti inaspettati, generosi, spontanei che rendono l’idea di quanto il problema Covid-19 sia sentito tra la popolazione.

In prima linea anche i volontari Gadit, Guardie ambientali d'Italia: già da alcuni giorni, autofinanziandosi e grazie alle donazioni in denaro ricevute, hanno acquistato generi alimentari di prima necessità che sono stati poi distribuiti alle Caritas parrocchiali. «Andremo avanti fino a quando questa emergenza lo richiederà - fanno sapere - Siamo grati a chi ci sostiene e speriamo di poter offrire un po' di sollievo alle famiglie in difficoltà».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • carlo mazzilli ha scritto il 03 aprile 2020 alle 10:19 :

    non per niente sullo stemma c'è un cuore enorme ... i coratini ... se non ci fossero bisognerebbe inventarli! Rispondi a carlo mazzilli

  • Daniele Mangano ha scritto il 03 aprile 2020 alle 08:02 :

    Buongiorno a tutti questo messaggio è rivolto a tutti gli imprenditori Coratini, in particolar modo a quelli che in questi mesi hanno potuto raccontare su questo sito le esperienze di successo delle proprie attività. La cittadinanza spera come me che in questa situazione di totale emergenza gli stessi imprenditori Coratini possano dimostrare la loro vicinanza attraverso l’acquisto di alcune attrezzature e DPI monouso per i medici e l'ospedale della città di Corato, al fine di poter fronteggiare l’emergenza Covid nel miglior modo possibile Rispondi a Daniele Mangano

  • Sara ha scritto il 03 aprile 2020 alle 06:20 :

    Bello vedere gente che in momenti di crisi donano ausili a tutto il personale ospedaliero ( per nn elencare)...ricordiamocelo sempre II loro impegno anche quando finirà tutto ciò ,perché molto spesso si dimentica che il loro lavoro lo sanno fare bene e sempre. Il loro lavoro e di grande responsabilità a volte c' e in gioco la vita di persone (giovani ,bambini, anziani)...eproprio in quel momento che dedicano il meglio delle loro capacità...a volte anche rischiando ...quindi rispettiamoli sempre se lo meritano!!! Rispondi a Sara