La conferma dell'avvenuto contagio è giunta questo pomeriggio dal commissario straordinario, Schettini

​Primo caso di Coronavirus a Corato: 50enne positivo al tampone

Nella giornata di ieri​ l'uomo è stato trasportato in ambulanza all'ospedale Vittorio Emanuele II di Bisceglie, uno dei centri di riferimento per la gestione dei pazienti positivi o con sospetto di positività al Coronavirus

Cronaca
Corato lunedì 16 marzo 2020
di La Redazione
Coronavirus
Coronavirus © CoratoLive.it

È stato riscontrato il primo caso di Coronavirus a Corato.

Si tratta di un uomo di circa 50 anni che, dopo essere stato sottoposto al test del tampone, è risultato positivo al Covid-19.

Nella giornata di ieri il paziente è stato trasportato in ambulanza all'ospedale Vittorio Emanuele II di Bisceglie, uno dei centri di riferimento per la gestione dei pazienti positivi o con sospetto di positività al Coronavirus, dove è tuttora ricoverato.

I familiari più stretti sono già stati posti in quarantena.

La conferma dell'avvenuto contagio è giunta questo pomeriggio dal commissario straordinario.

«Cari cittadini, purtroppo è ufficiale, anche a Corato si è registrata una prima positività al Coronavirus» ha affermato la dott.ssa Schettini. «La Asl sta quindi procedendo ad effettuare tutti gli accertamenti previsti, volti all’individuazione dei contatti stretti che il soggetto ha avuto. Alla persona, che è in regime di ricovero ed è costantemente monitorata dal personale sanitario, va tutta la nostra vicinanza ed alla sua famiglia un caloroso abbraccio di incoraggiamento. In questo momento occorre la collaborazione di tutti quanti e Vi chiedo ancora di restare a casa, di uscire solo per estrema necessità, usando ogni cautela, rispettando le regole che ormai tutti conosciamo bene.

Il Centro Operativo Comunale è permanentemente attivo e segue con attenzione l’evolversi della situazione. Ogni decisione che sarà presa sarà comunicata attraverso il sito del Comune di Corato e, pertanto, Vi invito ad assumere notizie solo ed esclusivamente dai siti istituzionali. Cittadini, ora più che mai, insieme dobbiamo avere senso di responsabilità e dimostrare che siamo capaci di essere uniti per il bene comune. Insieme dobbiamo farcela».

Da stigmatizzare con forza l'odiosa "caccia all'untore" che anche a Corato - come purtroppo già successo nelle altre città in cui si sono verificati i contagi - è avvenuta sui social, ledendo la privacy di numerose persone.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Cataldo Caterino ha scritto il 17 marzo 2020 alle 13:37 :

    Buongiorno a tutti. Io vivo nella provincia di Brescia, dove sapete che è uno dei focolai del corona virus. Dovevo partire per Corato il 7 marzo per incontrare la mia famiglia. Non l ho fatto. State a casa e non partite invadendo la nostra città . Incoscienza può causare molte vittime Rispondi a Cataldo Caterino

  • Marco ha scritto il 17 marzo 2020 alle 12:11 :

    Se sento ancora qualcuno cantare dal balcone di sotto "siam pronti alla morte" gli tiro una secchiata d'acqua. Rispondi a Marco

  • Nico Caiati ha scritto il 17 marzo 2020 alle 10:35 :

    Spero abbiamo le strutture ospedaliere adatte per far fronte a questa emergenza non decadenti e obsolete. Rispondi a Nico Caiati

  • Michele72 ha scritto il 17 marzo 2020 alle 10:19 :

    Intanto un grande augurio di pronta guarigione al nostro concittadino, ne lui ne nessuno di noi credo voglia contrarre il virus figuriamoci contagiare parenti ed amici. Per questo chiedo di evitare in qualsiasi modo il pubblicizzare tramite i social messaggi, audio e foto. dobbiamo essere tutti uniti contro questa piaga non giudici penali verso chi sta affrontando questa battaglia. #stiamoacasa #siamosolidali Rispondi a Michele72

    Tony ha scritto il 17 marzo 2020 alle 15:50 :

    Bravo michele ......sono d'accordo con te. Qua tutti polemizzano su tutto.... Rispondi a Tony

  • Maria P. ha scritto il 17 marzo 2020 alle 10:00 :

    Basta con questa storia della caccia all'untore, ogni cittadino ha pienamente diritto a tutelare la sua persona dai contagiati e a tenersene a distanza. Rispondi a Maria P.

    Vincenzo Arbore ha scritto il 24 marzo 2020 alle 10:45 :

    Giusto!! Rispondi a Vincenzo Arbore

  • Luigi ha scritto il 17 marzo 2020 alle 07:44 :

    Per chi non lo sapesse ancora o fa finta dico finta di non sapere le mascherine protettive possiamo anche crearcele da soli basta seguire i tutorial su youtube . Rispondi a Luigi

    Cantatore Sara ha scritto il 17 marzo 2020 alle 13:40 :

    Le mascherine funzionano solo se sono quelle a norma di legge, sapientone. Rispondi a Cantatore Sara

  • #aCASAda10GG# ha scritto il 17 marzo 2020 alle 07:36 :

    Gentilissimo commissario, Potrebbe comunicare a una settimana dal decreto RESTO A CASA i numeri dei controlli effettuati? Le denunce penali invece a quante ammontano? Mi dispiace davvero ma i controlli non sono stati fatti e continuano a non essere fatti. Persone e attività commerciali sono totalmente anarchiche e le regole che ormai tutti conosciamo rimane un Suo pensiero.se vuole la posso accompagnare io per le vie del paese (dovesse non esserci personale libero!!!)si renderà conto dei cittadini che girano dalla mattina alla sera creando addirittura traffico. Mascherine su mascherine. Non è normale. Vi prego fate seriamente qualcosa (i pullman dal nord ogni ora arrivano?) Rispondi a #aCASAda10GG#

    Tina Quatela ha scritto il 17 marzo 2020 alle 08:58 :

    È necessario chiudere i distributori automatici di qualsiasi tipo perché è un concentrato di batteri! Rispondi a Tina Quatela

  • Luigi De Benedittis ha scritto il 16 marzo 2020 alle 22:08 :

    Carissimi amici coratini io vivo in provincia di Verona il mio consiglio è restate a casa sia per voi sia per il rispetto verso gli altri un abbraccio (virtuale) a voi Luigi Rispondi a Luigi De Benedittis

    Pino ha scritto il 17 marzo 2020 alle 15:55 :

    La maggiorparte dei cittadini ....la stragrande maggioranza dei CORATINI sta rispettando le regole, sta in casa, ...per le strade c è poco traffico ....fidati....luigi e cmq grazie....speriamo questa emergenza finisca prestissimo......io sono uno dei tanti che se non esce di casa non mangia.... Rispondi a Pino

  • Vincenzo Olivieri ha scritto il 16 marzo 2020 alle 21:18 :

    Forza c'è la farai siamo tutti con te Rispondi a Vincenzo Olivieri

  • Rossana De Palma ha scritto il 16 marzo 2020 alle 21:11 :

    Preghiamo x te e x la tua famiglia in questo momento così delicato e...forza...andrà tutto bene... Rispondi a Rossana De Palma

  • Francesco Maldera ha scritto il 16 marzo 2020 alle 18:42 :

    Alla base di tutto c'è molta ignoranza... vedo molta gente girovagare senza mascherina senza aver rispetto di chi da giorni è chiuso in casa e senza pensare alle ripercussioni economiche che può avere il nostro paese in caso di blocco totale! Pensate ai bambini, alle donne in gravidanza, agli anziani e alle persone che non possono combattere il virus. Rispondi a Francesco Maldera

    Eric PIARULLI ha scritto il 02 aprile 2020 alle 06:14 :

    Buona fortuna a tutti voi Coratini. Qui a Bordeaux siamo confinati e di cuore con voi. Saluti! Rispondi a Eric PIARULLI

    Cantatore Sara ha scritto il 16 marzo 2020 alle 21:08 :

    Forse lei mon sa che le mascherine non si trovano, se me la fornisce lei la utilizzo volentieri Rispondi a Cantatore Sara

    Stefano Vicentelli ha scritto il 17 marzo 2020 alle 08:24 :

    Se vai su Youtube ti insegna come farle a casa Rispondi a Stefano Vicentelli

  • CATALDO ha scritto il 16 marzo 2020 alle 18:26 :

    forza,coraggio,grinta...andrà tutto bene,vedrai...sei anche giovane! tutta corato è con te.. p.s. ai coratini...restate a casa,per voi stessi,gli anziani,i bambini.. Rispondi a CATALDO

  • Aldo Sciscioli ha scritto il 16 marzo 2020 alle 18:21 :

    Non ci sono solo ragazzini per strada, ci sono anche nulla facenti ai quali i vigili urbani hanno fatto chiudere il club, purtroppo questa mattina li ho rivisti nello stesso luogo. Se le forze dell'ordine gli applicano la sanzione prevista, presumo non facciano più i "galletti" di quartiere. Rispondi a Aldo Sciscioli

    Maurizio ha scritto il 16 marzo 2020 alle 21:28 :

    Pienamente d’accordo. La cosa che fa rabbia è: sono un libero professionista costretto a non lavorare e a stare a casa con una misera tantum di 500 euro, invece i nullafacenti da reddito di cittadinanza girano liberamente fregandosene...........invito le forze dell’ordine a denuciarli penalmente. Rispondi a Maurizio

  • carlo mazzilli ha scritto il 16 marzo 2020 alle 18:19 :

    UN ABBRACCIO PIENO DI CALORE FRATERNO A TE E A TUTTI I TUOI FAMILIARI CHE TI SARANNO VICINI. SEI UN UOMO RESPONSABILE E DIGNITOSO, SONO SICURO CHE SARAI TU IL PRIMO AD IMPARTIRE E A FAR RISPETTARE REGOLE DI PRUDENZA E SICUREZZA!!! ADDA' PASSA' STA' NUTTATA!!! CI VEDIAMO PRESTO!!! Rispondi a carlo mazzilli

  • Angela c. ha scritto il 16 marzo 2020 alle 18:05 :

    Ma che aspettano a sanificazione le strade Rispondi a Angela c.

    carlo mazzilli ha scritto il 16 marzo 2020 alle 18:24 :

    e mo che sanifichi le strade e la gente continua a tenere comportamenti irresponsabili, che hai risolto??? se lavi il pavimento di casa tua e magari a casa tua entra ed esce gente che proviene da ogni dove, vi abbracciate, baciate e mangiate tutti dalla stessa forchetta o bevete dallo stesso bicchiere, che avrai risolto??? il problema della sanificazione delle strade è un palliativo che serve solo per dare un'impressione di pulizia, ma in realtà serve a nulla se non si fa attenzione tra di noi, ai contatti interpersonali! ... e che diamine, mo proprio l'ha finito di dire il capo dell Istituto Superiore della Sanità! Rispondi a carlo mazzilli

  • Liguori Salvatore Tommaso ha scritto il 16 marzo 2020 alle 18:05 :

    Una pronta guarigione al nostro concittadino.. anche se io mi chiedo quanto possa a oggi essere negativa la legge sulla privacy... Io spero che il nostro concittadino decida di dire di esser ammalato...ma nn per sottoporre lui alla gogna mediatica ma per lo meno così forse riusciamo a capire chi possa esser entrato in qualche modo con lui e con la sua cerchia più ristretta.. Cmq tanti cari auguri di una pronta guarigione... Rispondi a Liguori Salvatore Tommaso

  • Maria Cristina Martelli ha scritto il 16 marzo 2020 alle 17:51 :

    Vivo da più di40 anni in veneto e vedo numerosi studenti universitari pugliesi al nord:coratini non invogliate i vostri figli a ritornare giù, possono da asintomatici infettarvi. Questo non è il momento dei sentimentalismi, ma della razionalità! Rispondi a Maria Cristina Martelli

  • Filippo Piarulli Treviso ha scritto il 16 marzo 2020 alle 17:04 :

    State a casa: è la migliore prevenzione! Rispondi a Filippo Piarulli Treviso

    Eric PIARULLI ha scritto il 02 aprile 2020 alle 06:19 :

    Qui a Bordeaux siamo anche a casa. Buon coraggio e forza Corato ! Rispondi a Eric PIARULLI

  • Maurizio ha scritto il 16 marzo 2020 alle 16:57 :

    Buona guarigione. Forza! Rispondi a Maurizio

  • Felice Gataleta ha scritto il 16 marzo 2020 alle 16:49 :

    Buona guarigione, siamo con te! Ricorda che non è colpa tua e che tutto il paese prega per te. un abbraccio! Rispondi a Felice Gataleta

  • Ettore miscioscia ha scritto il 16 marzo 2020 alle 16:47 :

    Forse ora i coratini capiranno che devono stare a casa Rispondi a Ettore miscioscia

    rosa ha scritto il 16 marzo 2020 alle 23:13 :

    Non credo....vige l'anarchia oltre alla grande ignoranza....capiranno solo quando ci saranno purtroppo tanti contagi e a quel punto non si potrà fare più nulla. Rispondi a rosa

  • Aldo Tatoli ha scritto il 16 marzo 2020 alle 16:46 :

    Intanto sembra che al cimitero continuano a riesumare le salme,mi chiedo cosa aspetta il commissario a fare interrompere questa attività Rispondi a Aldo Tatoli

  • Aldo da milano ha scritto il 16 marzo 2020 alle 16:15 :

    Auguri di buona guarigione. Restate a casa. Rispondi a Aldo da milano

  • Salvatore PASANISI ha scritto il 16 marzo 2020 alle 16:13 :

    Buona guarigione chiunque tu sia 💪 Rispondi a Salvatore PASANISI

  • Luisa Martinelli ha scritto il 16 marzo 2020 alle 16:06 :

    Dovete sanificare gli istituti scolastici superiori anche se di pertinenza della Provincia. Rispondi a Luisa Martinelli

  • Cittadiin ha scritto il 16 marzo 2020 alle 16:04 :

    Vicini a lui e alla sua famiglia. Mi auguro solo il contagio non sia dovuto ad una sorta di leggerezza che sinceramente vedo ancora dilagante nel paese. Io personalmente ho visto 4 persone in una sola auto di ritorno da una corsetta senza il minimo di protezione. Rispondi a Cittadiin

  • Ctarricone ha scritto il 16 marzo 2020 alle 16:03 :

    Possibile che a Corato non si riesca a fare una disinfestazione cittadina???! Rispondi a Ctarricone

  • Giuseppe quercia ha scritto il 16 marzo 2020 alle 16:02 :

    Un abbraccio alla famiglia e preghiamo per il bene di tutti Rispondi a Giuseppe quercia

  • Domenico ha scritto il 16 marzo 2020 alle 15:57 :

    Ci vogliono controlli! e' di questa mattina che nei pressi del comune tre minorenni giravano come in una allegra scampagnata e ancora questo pomeriggio verso le 15 nei pressi stazione carabinieri due altri minorenni se ne andavano a zonzo!! In questi giorni non ho visto in giro nessuna pattuglia della polizia locale a controllare il territorio va bene che ci hanno detto di stare tutti a casa, ma le forze di polizia non dovrebbero @stareacasa! Rispondi a Domenico

  • Alex ha scritto il 16 marzo 2020 alle 15:56 :

    DISPONETE LA DISINFEZIONE E SANIFICAZIONE DELLE STRADE!!!!! Cosa aspetta il COMMISSARIO PREFETTIZIO........ Non comprendo...... La indecisione provoca un ritardo nell'intervento ingiustificato. Rispondi a Alex

    Luigi mazzilli ha scritto il 16 marzo 2020 alle 18:25 :

    In questo momento penso che Tutta la cittadinanza di corato è solidale della persona che è affetta da covid-19 e penso anche ai propri parenti. Si chide un intervento di sanificazione dell'intera città oltre a rimanere in casa e seguire tutti i messaggi che vi dicono di fare, non e affatto semplice il problema ancora di più ci saranno i controlli che le forze deıı'ordine effettueranno. Che dire spera o quanto prima Pass questa piaga. Buona serata a tutti. Rispondi a Luigi mazzilli

    Stefania ha scritto il 16 marzo 2020 alle 22:29 :

    un’augurio di pronta guarigione A questo signore.Comunque per le mascherine davvero c’è Tanta ignoranza.Le vedo indossare da gente in macchina,le vedo posate sulla testa,le vedo essere toccate neanche fossero maschere di carnevale!Ma invece di stare sui social a vedere stronzate,chiamate il servizio preposto al covid’e chiedete quale È il modo corretto di utilizzo.Non dovete farvi vanto che Le indossate’.Quindi finitela di fare i pagliacci e comportatevi bene perché ‘la situazione è davvero seria. Rispondi a Stefania

    Cantatore Sara ha scritto il 17 marzo 2020 alle 13:43 :

    Condivido pienamente

    Franco ha scritto il 17 marzo 2020 alle 12:28 :

    Hai perfettamente ragione.