Il fatto

Strade colabrodo? In via San Giovanni le buche le chiudono i residenti

Succede a ridosso di via Santa Faustina Kowalska, dove "vige" quella stortura amministrativa chiamata "strade private a uso pubblico"

Cronaca
Corato venerdì 24 gennaio 2020
di La Redazione
Strade colabrodo? In via San Giovanni le buche le chiudono i residenti
Strade colabrodo? In via San Giovanni le buche le chiudono i residenti © CoratoLive.it

Non è la prima volta. E, magari, non sarà nemmeno l'ultima.

Siamo in via San Giovanni, a ridosso di via Santa Faustina Kowalska. Per intenderci, la zona in cui ogni sabato si svolge il mercato settimanale.

Si tratta di un altro quartiere della città, come altri, in cui "vige" quella stortura amministrativa chiamata "strade private a uso pubblico".

l risultato? Le strade sono piene di buche e i rattoppo li eseguono direttamente i residenti a loro spese.

È successo questo pomeriggio: sul posto è giunta una betoniera da cui è stato scaricato il materiale necessario per mettere una pezza alla strada "colabrodo".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • carlo mazzilli ha scritto il 25 gennaio 2020 alle 13:09 :

    ma guardate che la vigilanza su questi aspetti e i relativi interventi non siano prerogativa del sindaco o del commissario o della amministrazione comunale. sono compito di impiegati comunali, più precisamente dell'ufficio tecnico, in collaborazione con la polizia locale, che dovrebbero controllare, constatare e intervenire. perchè non lo facciano, non è dato sapere. sorge però il dubbio che magari certi interventi vengano eseguiti solo post eletionem in modo che questo o quel candidato vincente sembri essere attivissimo e produttivissimo e attentissimo sin dalle prime ore di accesso al sacro soglio ... sarà così o sono un malpensante? diceva però andreotti che a pensar male si fa peccato ... ma non ci si sbaglia! Rispondi a carlo mazzilli

    Amedeo Strippoli ha scritto il 25 gennaio 2020 alle 20:04 :

    Esimio Carlo, hai colpito il segno. Difatti, lo stato attuale di sfacelo amministrativo/istituzionale non solo Del Comune di Corato, ma di buona parte dell'Italia è senza ombra di dubbio da attibuire all'immobilismo della dirigenza statale (ministeriale, regionale e comunale). Rispondi a Amedeo Strippoli

  • nerdrum ha scritto il 25 gennaio 2020 alle 10:10 :

    spesso parlando di degrado cittadino si usano accezioni di ordine generale. oggi questa notizia ci dà un esempio concreto di cosa vuol dire abbandono. noi nn possiamo far altro che aver ammirazione x questi cittadini che si sono rimboccati le maniche ed hanno fatto. avranno speso 50/100 € a testa, ma vuoi mettere? ora manca un solo tassello. quando i candidati sindaco si presenteranno nel quartiere a cercare i voti, vi prego ditegli che nn avete tempo da perdere, lasciateli soli con le loro elucubrazioni. Rispondi a nerdrum

  • salvatore di gennaro ha scritto il 25 gennaio 2020 alle 07:38 :

    Una prossima Amministrazione fondata sulla coalizione e sulla mancanza di un sindaco carismatico che la tenga unita causerà, non da subito, la trascuratezza socio-logistica del paese. Nonostante le prodighe promesse di "per il bene della città", frase che io odio con tutte le mie forze per la sua falsità ed ipocrisia, i capricci personali di coloro che, senza essere stati obbligati da qualcuno, si sono fatti eleggere, hanno prevaricato totalmente gli interessi della città stessa. A cominciare dall'anomala elezione di Renato Bucci: non vi è stato nemmeno un misero tentativo di compromesso, di sincera collaborazione: l'intento è stato subito quello di farlo cadere, abbandonando il paese a se stesso. E da allora la pantomima si ripete. Che poi il popolo-pecora se lo meriti, è un'altra cosa. Rispondi a salvatore di gennaro

  • Francesco Capogna ha scritto il 25 gennaio 2020 alle 06:03 :

    É vergognoso!!!! Non aggiungo altro,. Rispondi a Francesco Capogna

  • Costantino ha scritto il 24 gennaio 2020 alle 22:16 :

    Grazie ai nostri politici locali questi sono gli effetti collaterali non se fregano nulla.Andare a votare significa essere solo lecchini a sta gente senza scrupoli. NON SIAMO GLI ITALIANI DI UNA VOLTA. Rispondi a Costantino

  • fc ha scritto il 24 gennaio 2020 alle 21:15 :

    Avvisare tutti: candidati sindaci e candidati in genere, a votare andassero loro. Questa è una vergogna che la città non merita. E' sufficiente vedere in che stato lasciano le strade dopo aver tracciato il percorso per interrare la fibra. E nessuno controlla, nemmeno il Commissario? Possibile? Rispondi a fc

  • Contribuente ha scritto il 24 gennaio 2020 alle 19:57 :

    I residenti di viale E. Fieramosca prendano spunto visto che al mattino presto quel tratto è completamente al buio... Chiamatevi un elettricista. Rispondi a Contribuente

  • Aldo via San vito ha scritto il 24 gennaio 2020 alle 19:32 :

    siamo arrivati addirittura a questo, dove vanno a finire in ns. soldi. qui a corato come in tutta italia siamo un popolo di pecoroni, perche' non creiamo dei comitati di quartieri ed alzare un po la voce,anzi senza po' a non pagare le cartelle esattoriali dove vi e inclusa la tassa sulle manutetenzione stradale e la pubblica illuminazione se tutto cio non avviene presentarsi in massa al comune e fare veramente casino. siamo nelle mani degli ESTOTORI AUTORIZZATI. Rispondi a Aldo via San vito