Ieri la consegna formale

“Corri, Colora, Vinci” arriva al traguardo: donata una nuova giostra ai bimbi della Casa Famiglia

Gran parte del ricavato della manifestazione organizzata dal Cral Asipu e Atletica Amatori Corato è stata destinata alla struttura ludica

Cronaca
Corato sabato 06 ottobre 2018
di La Redazione
Le immagini della consegna formale
Le immagini della consegna formale © CoratoLive.it

Una struttura ludica, una "giostra" nuova di zecca per i bimbi della Casa Famiglia. A consegnarla alla Casa Famiglia della Mamma, struttura gestita dall'associazione che si occupa di ragazze madri e minori a rischio, il Cral Asipu con i soldi raccolti dalle iscrizioni alla Corri Colora Vinci.

La manifestazione podistica, organizzata dal Cral Asipu e dall'Atletica Amatori Corato e dedicata a Vincenzo Lops, agente di polizia scomparso nel 2017 a causa di un incidente stradale, aveva come fine ultimo quello di sensibilizzare i cittadini sul tema della sicurezza stradale e raccogliere fondi da destinare alla Casa Famiglia della Mamma.

«Un cerchio chiuso oggi - ha spiegato Nicola D'Introno, presidente del Cral Asipu - con la consegna formale della struttura, acquistata con gran parte del ricavato delle iscrizioni. Sono felice che la manifestazione dedicata a Vincenzo abbia centrato l'obiettivo, sia a giugno con la grande partecipazione, sia oggi con questo gesto di solidarietà. L'intenzione è quella di ripeterla il prossimo anno».


Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • aurelio.tortosa ha scritto il 07 ottobre 2018 alle 09:45 :

    Speri che duri e non subisca il vandalismo dei ribusciati che tanto popolano i nostri quartieri. Rispondi a aurelio.tortosa

  • Cataldo Ferrara ha scritto il 06 ottobre 2018 alle 12:21 :

    Quando viene a mancare un giovane ragazzo è una tragedia, se poi il giovane ragazzo lo si conosce la tragedia e da moltiplicare per 10. Ebbene questa iniziativa voluta dal CRAL ASIPU e Atletica Amatori è una di quelle manifestazioni d'affetto verso non solo per chi non c'è più ma anche per confortare chi a fatica deve ogni giorno vivere situazioni di disagio. Riconoscere a Nicola D'introno e Sabino Castrigno un grandissimo grazie e bravi per l'impegno profuso per organizzare la manifestazione e successivamente elargire il ricavato in beneficenza è il minimo che si possa fare. Congratulazioni e complimenti per la lodevole iniziativa. Rispondi a Cataldo Ferrara