I dipendenti di un istituto di vigilanza le condividevano e le commentavano su un gruppo Whatsapp

Foto con i defunti nell'obitorio, la Procura apre un'inchiesta

Nella denuncia è scritto che alcune guardie giurate, «approfittando dei compiti di sorveglianza del cimitero di Ruvo, si introducevano clandestinamente all'interno dell'obitorio, facendosi ritrarre in posa con alcuni defunti»

Cronaca
Corato giovedì 16 marzo 2017
di La Redazione
Una delle immagini allegate alla denuncia
Una delle immagini allegate alla denuncia © CoratoLive.it

La Procura della Repubblica di Trani ha aperto un'inchiesta (al momento a carico di ignoti) in seguito all'esposto anonimo presentato lo scorso 6 marzo nei confronti di un istituto di vigilanza privata operante a Ruvo. Le circostanze a cui si fa riferimento si sarebbero verificate nell'estate del 2015 e nel gennaio 2016.

Nella denuncia è scritto che alcune guardie giurate, «approfittando dei compiti di sorveglianza del cimitero cittadino affidatigli dal Comune di Ruvo, si introducevano clandestinamente all'interno dell'edificio destinato a obitorio, facendosi ritrarre in posa con alcuni defunti che purtroppo stazionavano per la notte prima del rito funebre».

Nell'esposto si precisa che «tra le mansioni dei vigilanti non è compreso anche il controllo all'interno dell'obitorio, il quale invece deve essere chiuso per la notte a chiunque e partanti tali accessi avvenivano in maniera abusiva».

Le immagini, di cui è stata inviata documentazione in Procura (che vi mostriamo in parte a corredo dell'articolo), «dopo essere state scattate con il cellulare venivano condivise in un gruppo whatsapp» (in cui sono presenti numerosi dipendenti dell'istituto di vigilanza, ma anche i vertici aziendali coratini), suscitando «il macabro divertimento dei partecipanti che si concretizzava con commenti di ilarità», come si legge nel testo. 

Nell'istanza si chiede di «valutare la sussistenza di eventuali responsabilità penali a carico dei soggetti coinvolti».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Rossella Balducci ha scritto il 17 marzo 2017 alle 10:12 :

    Atteggiamento irrispettoso ed ingiustificabile...altro che goliardia...vergogna! Rispondi a Rossella Balducci

  • salvatore di gennaro ha scritto il 17 marzo 2017 alle 07:27 :

    Immaturità, un male che ci attanaglia giornalmente. E se nessuno la inculca, non si può acquistare al supermercato. Rispondi a salvatore di gennaro

  • Marino Pesce ha scritto il 16 marzo 2017 alle 15:48 :

    Goliardata che infanga un Egregio Istituto di Vigilanza. I politici invece si fanno i selfie con il popolo e nessuno parla dei cervelli "morti" che li votano. Rispondi a Marino Pesce

  • Aurelio Tortosa ha scritto il 16 marzo 2017 alle 11:42 :

    SCIAPITISMO!! Rispondi a Aurelio Tortosa