L'ordinanza

Ricorso inammissibile, la Cassazione conferma la condanna di Perrone per danno erariale

La vicenda riguarda la nomina di Maria Fiore nello staff dell'allora sindaco per una consulenza in materia di servizi demografici, appalti, contrattualità, contenzioso

Cronaca
Corato martedì 21 settembre 2021
di La Redazione
Corte di Cassazione
Corte di Cassazione © n.c.

La Corte Suprema di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso proposto da Luigi Perrone e ha confermato la condanna emessa nei suoi confronti dalla Corte dei conti a rifondere il danno erariale collegato alla nomina di Maria Fiore nello staff dell'allora sindaco per una consulenza in materia di servizi demografici, appalti, contrattualità, contenzioso.

La vicenda ha avuto inizio nel 2008 con la decisione di Perrone di nominare nell’ufficio della sua segreteria particolare, Maria Fiore, ex dipendente dell’ente in pensione, già titolare di un ulteriore incarico ex art.110 del decreto legge 267/2000 dal 2003 al 2008. La contestazione principale della Procura regionale della Corte dei conti riguardava il tipo di contratto stipulato con la Fiore: un contratto di collaborazione coordinata e continuativa e non un contratto a tempo determinato, con compensi superiori a quelli previsti dallo specifico contratto collettivo nazionale.

Nel 2017 è arrivata la condanna sia per Perrone che per l'allora segretario generale del Comune, Luigi D'Introno, a pagare 60.975,80 euro in parti uguali. Entrambi hanno impugnato la sentenza, ma due anni più tardi, nel settembre 2019, la III Sezione giurisdizionale centrale d’appello della Corte dei conti ha respinto gli appelli, confermando integralmente la sentenza. Mentre D'Introno ha scelto di rifondere il Comune per quanto di sua competenza, Perrone ha deciso di ricorrere in Cassazione.

Nel ricorso, presentato tramite l'avvocato Francesco Mascoli, l'ex sindaco ha denunciato «la violazione dei "limiti esterni" della giurisdizione del giudice contabile per "sconfinamento" nell'area riservata all'amministrazione [...] poiché il giudice contabile di appello ha travalicato il limite della "insindacabilità nel merito delle scelte discrezionali"». A sostegno della testi esposta, Perrone ricorda «di avere evocato [...] la questione della c.d. "esimente politica" [...]; più specificamente, afferma che l'atto da cui è tratto il titolo della sua responsabilità per danno erariale, per un verso era [...] concretizzato con il contratto stipulato dagli uffici essendo di loro esclusiva competenza, per altro verso, era pienamente discrezionale e dunque appunto di natura essenzialmente "politica"».

Secondo la recente ordinanza emessa dalla sezione unica della Cassazione, presieduta da Francesco Tirelli, però, «il giudice contabile non viola i limiti esterni della propria giurisdizione qualora censuri, non già la scelta amministrativa adottata, bensì il modo con il quale quest'ultima è stata attuata, profilo che esula dalla discrezionalità amministrativa, dovendo l'agire amministrativo comunque ispirarsi a criteri di economicità ed efficacia. [...] Nel caso di specie la sentenza impugnata si è mantenuta nei limiti della sua giurisdizione [...]. La sezione di appello della Corte dei conti infatti ha qualificato la fattispecie concreta, nella parte [...] relativa al decreto sindacale in base al quale è stato poi stipulato il contratto di collaborazione di staff oggetto della contestazione, come violazione dell'art. 90, TUEL, quindi escludendo, nel merito, che si trattasse di "atto politico insindacabile"».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Gigi Gusto ha scritto il 23 settembre 2021 alle 09:10 :

    Niente oh, sono spariti tutti... Rispondi a Gigi Gusto

  • Mba Catal ha scritto il 22 settembre 2021 alle 16:46 :

    E ora chi lo spiega come ai fans come andavano le cose a quei tempi? Qualcuno ci guadagnava? Rispondi a Mba Catal

  • Pier Luigi ha scritto il 22 settembre 2021 alle 14:50 :

    Fino ad un anno fa circa, a Corato, questa era "normale amministrazione". Rispondi a Pier Luigi

  • Maro62 ha scritto il 22 settembre 2021 alle 10:27 :

    Si commenta da solo . Rispondi a Maro62

  • Gigi Gusto ha scritto il 22 settembre 2021 alle 09:37 :

    Che strano, sono spariti i lacché... Rispondi a Gigi Gusto

  • Gigi Gusto ha scritto il 21 settembre 2021 alle 20:26 :

    Attendo con ansia i commenti dei soldatini Rispondi a Gigi Gusto

    gg ha scritto il 23 settembre 2021 alle 20:58 :

    meglio uno sbaglio nel fare che non fare niente a dormire Rispondi a gg