Ieri

Altra notte difficile in piazza Di Vagno: ragazzo ferito in una rissa

Poteva senza dubbio andare peggio, visto che sarebbero volate anche delle bottiglie. Sul posto è giunta un'ambulanza del 118, oltre ai carabinieri

Cronaca
Corato venerdì 11 giugno 2021
di La Redazione
Movida in piazza Di Vagno (immagine di repertorio)
Movida in piazza Di Vagno (immagine di repertorio) © n.c.

Un'altra notte difficile, l'ennesima, in piazza Di Vagno. Il motivo è sempre lo stesso e si è ripetuto anche ieri: una rissa tra alcuni giovani ha scatenato il panico tra coloro che ancora affollavano il centro storico. Tutte da capire le cause del litigio. Di certo c'è che ad un tratto, prima di mezzanotte, è scoppiata una lite in seguito alla quale almeno un ragazzo è rimasto ferito, fortunatamente in maniera lieve. Ma poteva senza dubbio andare peggio, visto che sarebbero volate anche delle bottiglie. Sul posto è giunta un'ambulanza del 118, oltre ai carabinieri.

Come scrivevamo tempo fa, tutto questo mina enormemente la vivibilità della piazza e dell'intero centro storico. A episodi più eclatanti come quello di ieri sera, infatti, si aggiungono anche piccole ma altrettante immotivate aggressioni da parte di alcuni giovanissimi verso altri coetanei.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • ELETTORE DELUSO ha scritto ieri alle 22:00 :

    Ricordate l’ultima riunione del comitato per l’ordine pubblica e la sicurezza tenutosi a Bari in prefettura? Ricordate le parole del ns. Sindaco? Esse furono che a Corato va tutto bene!!! Anziché battere i pugni affinché Polizia e Carabinieri avessero per un maggior numero di uomini lui si è limitato a dire ciò! Sindaco GIRA per la città e renditi conto perché così come recita un detto popolare “...la cera si squaglia e la processione non cammina” Rispondi a ELETTORE DELUSO

  • Mest Catal ha scritto ieri alle 15:30 :

    Se girate per quei luoghi vedrete gruppi di ragazzi minorenni o appena maggiorenni che bevono birra a canna a più non posso. La maggior parte di loro non la sopportano e neppure la gradiscono però così si usa e tutti lo fanno. SONO COME LE PECORE. A peggiorare il tutto ci sono i distributori automatici e i soliti teppisti noti abitanti nelle" caverne" di piazza Abbazia o nei" quartieri bene" di Corato che si atteggiano a boss e infastidiscono la gente. La legge permissiva e buonista fa il resto. Se ci fosse una seria repressione e punizioni vere non staremmo qui a commentare. Rispondi a Mest Catal

  • Damn ha scritto ieri alle 15:21 :

    "Ne usciremo migliori" (cit.) Rispondi a Damn

  • Giovanni la Quaglia ha scritto ieri alle 15:12 :

    Complimenti a questi ragazzi che dimostrano quello che sono ignoranti, fannulloni,viziati, caproni......Complimenti ai loro genitori che pensano ai social, ai tatuaggi, all'abbigliamento firmato, all'auto di lusso ma non pensano minimamente ad educare i loro figli che ritengono angeli....Complimenti alla legge voluta dai politici per bene che impedisce alle forze dell'ordine di agire come si dovrebbe e che premia certi soggetti invece di punirli.....Complimenti anche agli psicologi che hanno capito il disagio dei giovani e hanno detto che questa è l'epoca del branco. Un branco si ma di teste di C_ _ _O. Rispondi a Giovanni la Quaglia

    Xxx xxx ha scritto ieri alle 17:21 :

    Il ragazzo ferito era di passaggio Non ha niente a che fare con quella rissa Nota ancora più dolente! Rispondi a Xxx xxx

    Luigi Murgiano ha scritto ieri alle 17:05 :

    La tua sembra una cartolina dal 1400 Rispondi a Luigi Murgiano

  • LLLL ha scritto ieri alle 12:43 :

    In centro servono controlli della Polizia o dei carabinieri 24h su 24 Rispondi a LLLL

  • Maria P. ha scritto ieri alle 11:42 :

    Una semplice denuncia, come spesso avviene in questo casi, è un deterrente del tutto inefficace. E se si sentono impuniti continueranno sempre peggio. Rispondi a Maria P.

  • Coratino medio ha scritto ieri alle 11:22 :

    Tranquilli è la "fase del branco" se solo avessi fatto io una cosa del genere mio padre mi avrebbe crepato di mazzate quelle che mancano ai giovani d'oggi Rispondi a Coratino medio

  • Aurelio Tortosa ha scritto ieri alle 11:22 :

    Dormite Sig. Sindaco ed Autorità competenti, la responsabilità è vostra per questo schifo! Indegno per un paese civile! Rispondi a Aurelio Tortosa

    All Might ha scritto ieri alle 15:26 :

    La situazione di piazza di Vagno è data dalla progettazione della piazza stessa. Poche (e strette) vie di accesso e fuga, una decina di locali che concentrano tutta la gente in un solo luogo pressoché chiuso. Mi chiedo, retoricamente, chi abbia demolito il mercato del pesce, cambiato la destinazione d'uso dei locali e trasformato una piazza piena di attività commerciali in una bomba ad orologeria. Episodi simili, in quella e in altre piazze del centro, ci sono da anni, con anche ambulanze che non hanno potuto accedere (estate 2018 se non vado errato). O ci si dimentica che c'è stato anche un omicidio per futili motivi? Rispondi a All Might

    M.D ha scritto ieri alle 18:49 :

    Hai centrato il problema.....quella piazza è una bomba ad orologeria.........e pizza abbazia è la stessa cosa.....! Rispondi a M.D

  • Antonio51 ha scritto ieri alle 11:08 :

    birra e alcolici a tutti compresi i minorenni ed il gioco è fatto Rispondi a Antonio51

    Murgiano ha scritto ieri alle 12:20 :

    Ecco il proibizionista medioevale. Io quando esco con gli amici bevo tutta la birra che voglio ma non prendo a cazzotti nessuno. Qua ci vuole EDUCAZIONE: per questi vandali e per voi bigotti. Rispondi a Murgiano

    M.D ha scritto ieri alle 18:53 :

    Vedi che se bevi tutta la birra che vuoi ti ubriachi e poi non connetti.....ti fa male! Rispondi a M.D

    Luigi Murgiano ha scritto oggi alle 06:08 :

    Grazie mamma

  • Gigi Gusto ha scritto ieri alle 10:52 :

    Tutti sanno chi sono questi personaggi. Tutti tranne le forze dell'ordine Rispondi a Gigi Gusto

  • GINO ha scritto ieri alle 09:46 :

    Ennesimo fallimento da parte dei giovani,( non tutti) dediti solo ad uno scopo crearsi un futuro incerto è non migliore ! Rispondi a GINO

  • Stolfa Filomena ha scritto ieri alle 09:43 :

    Sono perfettamente d'accordo con l'artista di strada . Oggi i giovani hanno tutto e devono trovare sempre cose più eccitanti da fare come colpire un coetaneo o provare la droga per futili motivi. Ci devono essere più controlli delle forze dell'ordine. Polizia locale in quanto tale dovrebbe essere da supporto alla polizia e ai carabinieri che sono in numero molto limitato e non possono adempiere a tutti i loro compiti. Rispondi a Stolfa Filomena

  • Aldo ha scritto ieri alle 09:33 :

    Beeeeeeello il branco, beeeeeeello... Come diceva una ragazzina stamattina "noi ragazzi siamo stanchi dopo un anno di sacrifici"... Dicono che colpevolizziamo sempre i giovani... A sto punto la prossima volta si accettano prenotazioni per un incontro all'ultimo sangue tra due ottantenni... Per la par condicio... Psicologi all'opera... Risollevate il futuro dei nostri e vostri figli! Su dai alla mamma, su! Rispondi a Aldo

  • Artista di strada ha scritto ieri alle 08:57 :

    Troppa libertà e scarsa educazione da parte dei cosiddetti genitori......quando eravamo noi giovani ci si riuniva senza oltrepassare i limiti,in tutte le piazze e tali episodi potevano sì accadere ma non in maniera tanto da far intervenire forze dell'ordine.......chissà dove si troveranno i nostri nipoti......mi spiace per loro e per tutti i ragazzi ben educati.......molto pochi!!! Rispondi a Artista di strada

    cataldo quercia ha scritto ieri alle 10:35 :

    non sono d'accordo. anche ai nostri tempi vi erano bulli di quartiere o tamarri di paese che picchiavano, minacciavano, sfottevano pesantemente le persone più tranquille del mondo. e tutto avveniva nella più totale impunità e soprattutto nella più totale assenza di interventi da parte delle varie polizie. nessuno denunciava e chi lo faceva veniva pesantemente scoraggiato a insistere nella causa. e aspetta, che a quei tempi molti di quei reati non erano ancora stati depenalizzati, alcuni erano ancora perseguibili d'ufficio ... adesso la situazione è di molto peggiorata, l'unica cosa che è rimasta identica è il quasi totale disinteresse delle istituzioni per questi comportamenti che di sicuro vanno a preludere ad atti più gravi ... e già c'è stato un omicidio se non sbaglio qualche anno fa. Rispondi a cataldo quercia